Liberalismo e democrazia - Norberto Bobbio - copertina
Salvato in 11 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Liberalismo e democrazia
9,50 € 10,00 €
LIBRO
Dettagli Mostra info
Liberalismo e democrazia 100 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 € Spedizione gratuita
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 € Spedizione gratuita
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Liberalismo e democrazia - Norberto Bobbio - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Liberalismo e democrazia Norberto Bobbio
€ 10,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Quest'opera si presenta come un'agile e chiara spiegazione di due concetti della politica che sono sì fondamentali, ma che di fatto si tende a confondere tra loro.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2006
15 gennaio 2006
160 p., Brossura
9788876471148

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Giorgio Minucci
Recensioni: 4/5

Sintesi magistrale delle ragioni genetiche del liberalismo attraverso il giusnaturalismo e il contrattualismo. Sottolineatura della svolta del liberalismo dal giusnaturalismo all'utilitarismo attraverso Stuart Mill, propenso all'allargamento del suffragio e fautore di una unione tra liberalismo e democrazia a differenza del grande Tocqueville, che temeva la tirannia della maggioranza. In tutto l'800 dopo la restaurazione si hanno pertanto liberali conservatori non democratici contro liberali radicali o democratici (tra i li liberali) e democratici liberali contro democratici puri o radicali (tra i democratici). Le cose si complicano con l'avvento dei socialisti, i quali o sono socialisti democratici o socialisti non democratici. Nel Novecento liberalismo e democrazia convergono, ma mentre il liberalismo considera la democrazia un punto di arrivo e un esito per il proprio potenziamento, il socialismo considera la democrazia un presupposto per una effettiva socializzazione della società passando attraverso lo stato del benessere. Bobbio evidenzia che dagli anni 70 del Novecento il liberalismo diventa sempre più insofferente verso la democrazia sociale, e avanza così il neoliberalismo sempre più in consonanza con l'esaltazione dello Stato minimo e il liberismo economico, con le conseguenze, aggiunge il sottoscritto, che sono oggi sotto gli occhi di tutti. Da queste pagine si evince una forza decisamente liberale e in subordine democratica, alla ricerca di un giusto equilibrio contro le derive di una libertà negativa (liberismo selvaggio) e quelle di una libertà positiva (populismi vari). Il liberalismo non può che ritornare a essere democratico, in maniera che la democrazia non sconfini in demagogia ma renda sempre più effettivo il liberalismo. Prospettiva, insomma, tutta interna a una concezione che resta nel solco della tradizione liberale. Condivisibile o meno, Bobbio è noto a tutti per la sua grandezza e onestà intellettuale.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica

La riedizione di Liberalismo e democrazia pubblicato nel 1985 da FrancoAngeli e da parecchi anni esaurito merita una segnalazione non solo perché come scrive il curatore è un basic book che dovrebbe essere diffuso a scuola e all'università come strumento della formazione civile delle nuove generazioni ma anche perché questa nuova edizione può facilitare tale diffusione tra gli studenti in quanto è corredata da un'introduzione che colloca il volumetto nel suo contesto storico e teorico il testo è sobriamente annotato e la bibliografia è aggiornata con le opere sull'argomento uscite dopo il 1983 con attenzione anche ai siti Internet utilizzabili. Giustamente Manni sottolinea alcuni "luoghi comuni" che il libro di Bobbio aiuta a dissolvere: la confusione tra liberalismo e democrazia (che rispondono a domande diverse ed eterogenee: come viene limitato il potere? e chi detiene la sovranità? sicché storicamente possono esserci tirannie delle maggioranze populismi autoritari "democrazie popolari" perfettamente illiberali così come regimi liberali oligarchici e antidemocratici); la sovrapposizione tra liberalismo e liberismo spesso identificati e accomunati negativamente sia nella tradizione di sinistra che in quella di destra; lo scivolamento dal giusto rifiuto del populismo a un elitismo antidemocratico che è più diffuso tra gli intellettuali di quanto non si sia disposti ad ammettere. Meno convincente è Manni quando ? pur con le dovute distinzioni ? sottolinea la continuità tra il pensiero etico-politico di Bobbio e quello di Croce del quale Manni oltre che studioso è anche convinto estimatore. Risultano così un po' offuscate o relegate brevemente in nota le ragioni per cui Bobbio affermò in Politica e cultura: "Chi volesse oggi capire il liberalismo non mi sentirei di mandarlo a scuola da Croce". Un giudizio così duro si comprende rileggendo in Politica e cultura quella che anche Manni considera la "circostanziata e magistrale analisi" contenuta nel saggio Benedetto Croce e il liberalismo.

Cesare Pianciola

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Norberto Bobbio

1909, Torino

Nasce a Torino il 18 ottobre 1909, e si laurea in legge e in filosofia. Antifascista, entra nel gruppo torinese di Giustizia e Libertà e successivamente nel Partito d'Azione. Viene arrestato nel 1943. Filosofo del diritto e storico della cultura, come studioso della teoria generale del diritto si è impegnato in un ripensamento del giusnaturalismo e del positivismo (Giusnaturalismo e positivismo giuridico, 1965). Non mancano nella sua produzione gli studi politici: ha scritto importati saggi sui classici moderni (Da Hobbes a Marx, 1965) e sugli elitisti italiani (Saggi sulla scienza politica in Italia, 1969); ha affrontato più volte il tema del rapporto tra politica e cultura (Politica e cultura, 1955) e ha realizzato saggi e scritti sulla democrazia (Il futuro della democrazia,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore