Malia. Napoli 1950-1960

Artisti: Massimo Ranieri
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Data di pubblicazione: 9 ottobre 2015
  • EAN: 0888751352322
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 18,90

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello
Descrizione

Questo cd è un viaggio verso un incantesimo. E’ una sorprendente avventura musicale in un tempo magico delle canzoni napoletane, quando tra la fine degli Anni Cinquanta e l’inizio dei Sessanta quelle melodie già universali si riempirono improvvisamente di estate e di erotismo, di notti e di lune. E si vestirono di un fascino elegante e internazionale.
È l’inconfondibile Napoli “caprese”, che diventò in un baleno attraente, seducente, prestigiosa e sexy come una stella del cinema. Una Napoli che cantava e incantava. E che è diventata una immortale Malìa, come suggerisce una parola nascosta tra i testi delle canzoni.
L’album, così, è proprio la storia della Malìa che ha guidato Massimo Ranieri e Mauro Pagani in questa nuova tappa del loro lungo viaggio nella canzone napoletana. Stavolta Ranieri e Pagani hanno voluto accanto cinque grandi artisti del jazz: Stefano Di Battista, Rita Marcotulli, Enrico Rava, Stefano Bagnoli e Riccardo Fioravanti.
Perchè sotto ad ogni nota di quei brani, nati e vissuti nell’intimità dei night e dei piano bar, brillano e ammiccano la formidabile fantasia e l’incontenibile libertà della musica Americana di quegli anni.
Perchè, forse proprio dal jazz bisognava passare, per cancellare qualunque rischio nostalgico e restituire loro tutta la straordinaria energia originaria. Cantate e suonate così, quelle canzoni sono ancora giovani e emozionanti. Come una indimenticabile serata d’amore.

Disco 1
  • 1 Accarezzame
  • 2 Nun è peccato
  • 3 Tu vuo' fa' l'americano
  • 4 Doce doce
  • 5 'Na voce 'na chitarra e 'o ppoco 'e luna
  • 6 Ue ue che femmena
  • 7 Malatia
  • 8 Luna caprese
  • 9 'O sarracino
  • 10 Anema e core
  • 11 Te voglio bene tanto tanto
  • 12 Resta cu'mme

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giuseppe

    17/12/2015 14:01:10

    Ottimo disco. Bravo Massimo, ma la gemma preziosa è il suono del piano di Rita Marcotulli.

  • User Icon

    corrieri edoardo

    01/11/2015 17:27:42

    disco bellissimo in cui massimo ranieri dimostra una grande capacità interpretativa delle canzoni classiche napoletane da farlo diventare assieme a Roberto murolo il più grande interprete di tutti i tempi .ritornando al disco i musicisti di jazz assieme alla voce di ranieri creano un atmosfera magica che emoziona e coinvolge l ascoltatore ascolto dopo ascolta a scoprire sempre nuove sfumature che danno nuove emozzioni.la vetta più alta di questo disco è la canzone resta cu mme scritta da Modugno con la splendida introduzione di ranieri con la sola sua voce poi con l aggiunsersi dei musicisti fanno di questa canzone un capolavoro .saluti edoardo

Scrivi una recensione