Categorie

Sebastiano Nata

Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2004
Pagine: 229 p. , Brossura
  • EAN: 9788807016622

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianna dalle rive

    29/10/2004 13.29.26

    Un libro scelto per la copertina: il Cristo del Corcovado, che siamo abituati a localizzare nella bellezza magica della baia di Rio de Janeiro, e qui risalta livido come un momumento del socialismo reale. E per fortuna che l'ho scelto. Un libro raccomandabile per la coraggiosa e dolorosa sincerità con cui racconta di noi. Di un "primo mondo" vergognoso e stolido, anche quando accetta di misurarsi con la vertiginosa povertà del "terzo mondo" (in questo caso una zona povera del Brasile). Di una preponderante maggioranza di Italiani come noi, che, anche quando accetta di guardare negli occhi i veri poveri, e i veri "missionari", ancora coltiva mille segrete e palesi riserve. Alla fine ritorna ai consigli di amministrazione (è il caso di Filippo, il protagonista), e, probabilmente, ad una vita mediocre e moralmente opinabile, malgrado una innegabile bontà d'animo. Eppure, Filippo è amabilissimo, è nostro fratello nell'animo, questo "povero ricco", a cui un prete disarmato e virile come Cristo chiede una scelta radicale, la chiede forse senza più crederci veramente nemmeno lui. Un bel modo per riflettere e crescere leggendo un romanzo. Metto una valutazione di 4 su 5 perchè ho in mente "Il potere e la gloria" di Graham Greene, e a quello cosa dovrei mettere?.

Scrivi una recensione