Modelli organizzativi ai sensi del d. lgs. n. 231/2001 e tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro

Curatore: D. Fondaroli, C. Zoli
Editore: Giappichelli
Anno edizione: 2014
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: VIII-200 p., Brossura
  • EAN: 9788834847862
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 22,80

€ 24,00

Risparmi € 1,20 (5%)

Venduto e spedito da IBS

23 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Introduzione (D. Fondaroli e C. Zoli). – I modelli di organizzazione e gestione nel settore antinfortunistico (F. Giunta). – Il controllo collettivo sull’efficace attuazione del modello organizzativo per la sicurezza nei luoghi di lavoro (L. Zoppoli). – La tutela della salute del lavoratore e la predisposizione dei modelli organizzativi (E. Gragnoli). – Il ruolo dell’Alta Direzione nell’organizzazione della sicurezza sul lavoro (P. Pascucci). – Sicurezza del lavoro e modelli organizzativi: brevi osservazioni su alcuni profili individuali e collettivi (G. Natullo). – Mappatura delle attività a rischio di commissione di reato e processi aziendali potenzialmente rilevanti (G. Berton). – Buone prassi e modelli di organizzazione e gestione nella tutela della sicurezza sul lavoro: distinzioni e possibili interferenze (M. Vincieri). – Il ruolo dell’Organismo di vigilanza nell’implementazione dei modelli organizzativi e gestionali nella realtà aziendale (C. Paonessa). – Sistemi di controllo e protocolli operativi (U. Poli). – Codici etici nella prevenzione dei reati di lavoratori e collaboratori, modello organizzativo e sistema disciplinare (S. Mainardi). – La prevenzione dei reati informatici: fra limiti al potere di controllo e tutela della privacy dei lavoratori (E. Villa). – Colpa di organizzazione e stress da lavoro-correlato. Una proposta de iure condendo (F. Curi). – La costituzione di parte civile nei procedimenti per i delitti di omicidio e/o lesioni personali colpose commessi in violazione della disciplina antinfortunistica. Un condivisibile self restraint giurisprudenziale (D. Fondaroli). – Sicurezza del lavoro e societas delinquere potest. Alcune considerazioni critiche sulla mancata inclusione delle fattispecie contro la pubblica incolumità tra i reati “presupposto” (S. Tordini Cagli).