Categorie

Alan Weisman

Traduttore: N. Gobetti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2008
Pagine: 376 p. , Brossura
  • EAN: 9788806191375
Usato su Libraccio.it € 7,83

Immaginate il nostro pianeta senza la presenza dell'uomo. Il ritorno dell'Eden perduto, il trionfo della natura, la rivincita degli animali: sarebbero questi i risultati della scomparsa di tutti gli esseri umani dalla faccia della Terra? Ce lo racconta Alain Weisman in questo libro, rimasto per mesi in vetta alle classifiche di vendita americane, che nasce da un'idea originale che solletica la curiosità: un mondo senza uomini.
«Guardatevi intorno, nel mondo d'oggi. - scrive l'autore, insegnante di giornalismo alla University of Arizona - La vostra casa, la vostra città. Il terreno circostante, con il manto stradale e il suolo nascosto al disotto. Lasciate tutto com'è, ma togliete gli esseri umani. Cancellateci, e osservate ciò che rimane.» Di fronte ai nostri occhi Weisman fa apparire visioni di città inghiottite dagli alberi, abitazioni abbandonate e diroccate, grandi opere dell'ingegno umano (come l'eurotunnel o il Canale di Panama) che svaniscono. Nel panorama di questo mondo in completa trasformazione che fine faranno i rifiuti prodotti dagli uomini, i polimeri, le scorie nucleari? Come si comporterà il mondo animale? E le opere artistiche create dalle civiltà che si sono susseguite nel tempo sopravviveranno alla nostra scomparsa?
Avvalendosi della consulenza di esperti, scienziati, studiosi, e analizzando le zone del mondo in cui l'uomo è già assente, Weisman risponde a tutti questi interrogativi. E per immaginare un mondo senza uomini, indaga come fosse il nostro pianeta prima di noi e quale sia oggi il nostro impatto sulla Terra. Il suo saggio diventa dunque un'analisi delle azioni e dei comportamenti positivi e negativi che noi umani riserviamo all'ambiente che ci circonda e una riflessione sulle loro possibili conseguenze. Il risultato è un libro scritto con un linguaggio chiaro e comprensibile anche a chi non è esperto di queste tematiche, un libro che cattura e coinvolge, incuriosisce e fa riflettere sull'importanza di un rapporto attento e coscienzioso tra uomo e natura. Un libro che desterà l'interesse di chiunque abbia a cuore le tematiche legate all'ambiente e alla natura. "Il miglior libro di saggistica uscito nel 2007" lo ha definito Time.
Come tutte le altre creature viventi, siamo ospiti di questo pianeta in continua trasformazione. Nessuno può prevedere il futuro con certezza ma può avanzare ipotesi affascinanti come quelle di questo libro. «Dal momento che alcune cose fatte da noi sono probabilmente irrevocabili, quello che resterebbe in nostra assenza non sarebbe lo stesso pianeta che se non ci fossimo mai evoluti – scrive Weisman. – Però potrebbe anche non essere troppo diverso. La natura ha già affrontato perdite peggiori, e ha riempito le nicchie rimaste vuote.»

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alessandro

    11/01/2010 15.42.58

    Una nuova finestra attraverso la quale guardare l'uomo e l'ambiente di cui fa parte. Illuminante!

  • User Icon

    Pino Chisari

    02/10/2009 10.45.41

    Assolutamente da leggere. Per prendere coscienza di tutta intera la nostra immotivata arroganza di esseri umani verso la natura e capire la strada verso la quale ci stiamo tristemente avviando se non ci decideremo ad affrontare il problema delle risorse del pianeta e del loro sfruttamento intelligente.

  • User Icon

    Michele

    18/02/2009 22.54.57

    A volte capita che compri un libro aspettandoti un saggio interessante e invece ti sorprendi di aver fatto una scoperta bellissima, della quale non finisci più di parlare con gli amici mentre lo consigli o di andare a rileggerti alcuni brani per comprenderli meglio. D'accordo con Grif "la visione del mondo di chi ha letto questo libro non sarà più la stessa". Leggetelo.

  • User Icon

    grif

    07/09/2008 14.51.31

    Solamente immaginando gli effetti che avrebbe la scomparsa degli esseri umani si può capire quale sia il peso spaventoso che essa esercita su questo povero pianeta. Weisman scrive con stile giornalistico, per nulla catastrofista, documentatissimo, soffermandosi su casi locali in diversi punti del pianeta per poi trasferire il problema in un contesto planetario. Geologia, chimica, zoologia, evoluzionismo… ce n’è per tutti i gusti. E la visione del mondo di chi ha letto questo libro non sarà più la stessa.

  • User Icon

    davide

    17/05/2008 19.35.25

    Un veroplauso a Mr.Weisman.Ci consegna un indagine riccadi dati e "simulazioni" capaci di portarci in là col tempo.Avanti ma sopratutto indietro, in un mondo in cui l'uomo ancoranon vivevama e non distruggeva. Dire che siamo errore però è esagerato.E sopratutto non èuna tesi del libro.Il mio parere personale è che la nostra specie per quanto "passeggera" ha saputo sempre reinventarsi ed evolversi.Il libro parla anche di questo. Uno dei più bei libri letti ultimamente...compratelo e fatevi coinvelgere da scenari e ottime descrizioni.

  • User Icon

    gianluca guidomei

    06/04/2008 19.25.22

    Leggendo questo splendido libro di divulgazione mi è sorta spontanea una domanda: e se la specie Homo fosse un incredibile errore nel corso dell' evoluzione e della vita del nostro pianeta? Una cosa mi è assolutamente chiara: nessuna filosofia, nessuna religione potrà farmi cambiare idea sul fatto che l' Uomo è una piccolissima, insignificante particella in un mondo che può fare benissimo a meno del più grande distruttore mai apparso nella storia della Terra. Questo non significa che non dobbiamo giocarci le nostre carte, benedire la nostra vita, ringraziare per averla avuta in dono, ma non prendiamoci troppo sul serio, siamo semplicemente parte del tutto e non la specie eletta. Comunque, se la mia tesi fosse giusta, devo dire che la natura dimostrerebbe di possedere un grande senso dell' umorismo!

  • User Icon

    philo

    01/04/2008 17.56.40

    Posso dire che il libro è magnifico? si? bene è magnifico. Libro per curiosi si legge come un romanzo ma è un saggio. Non ho la minima cultura per poter confutare alcunchè e quindi ritengo tutto valido e studiato dal Sig. Weisman, a maggior ragione, senza pormi troppe domande mi sono goduto in pieno un magnifico saggio che ti incuriosisce e ti fa chiedere il perchè di tante cose. Dalla nostra origine, all'origne del mondo e naturalmente a cosa succederà quando non ci siamo più. Taglio pratico, a Bologna si dice passi lunghi e ben distesi.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione