Non dire niente - Maria Barresi - copertina

Non dire niente

Maria Barresi

Scrivi una recensione
Editore: Solfanelli
Collana: Pandora
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 1 gennaio 2007
Pagine: 192 p., Brossura
  • EAN: 9788889756232
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,20

€ 12,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Non dire niente

Maria Barresi

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Non dire niente

Maria Barresi

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Non dire niente

Maria Barresi

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Protagonista di questo romanzo, ambientato in una Calabria insieme magica e reale, cruda e poetica, è una ragazza, Nicla, che, vittima di un padre perverso, trova la forza di reagire alla violenza e riconquistare la propria dignità. Intorno a Nicla ruota tutta una serie di personaggi, coinvolti per una ragione o per l'altra nella vicenda. Tra di essi svolge un ruolo fondamentale Clara, alter ego dell'autrice, che nel desiderio di andare oltre la superficie dei fatti si dedica ad un'indagine tutta personale, riuscendo a trascinare anche Piero, il magistrato inquirente. Così, quello che era un caso giudiziario si trasforma in un'inchiesta giornalistica sui generis, e il "non dire niente" diventa l'emblema di un mondo dominato dalla paura e dall'omertà. Per la prima volta, però, nel buio dell'indifferenza o della rassegnazione sembra aprirsi uno spiraglio. La ribellione di Nicla non è più isolata. Altre donne umiliate hanno deciso di parlare mettendo a nudo quella mentalità e quel costume che seguitano a rendere possibili, e impuniti, certi misfatti consumati nel silenzio.
4,4
di 5
Totale 5
5
2
4
3
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Matteo Antonio

    23/07/2008 21:22:31

    Maria Barresi, al suo romanzo d'esordio, affronta con coraggio un difficilissimo tema, la violenza sessuale, ancor più cruda se avvenuta in famiglia. La protagonista, grazie all'aiuto di un commissario e di una bizzarra professoressa trova il coraggio di denunciare il padre e dare fine al "non dire niente" che distrugge l'essere e protegge il maligno. Lo sfondo è la Calabria di cui la Barresi scopre pregi e difetti, mettendo in risalto la decadenza sopraggiunta proprio nella terra di Pitagora e di altri filosofi. Che dire, il romanzo profuma comunque di terra meridionale e l'odore che ne esce fuori è buonissimo. La scrittrice mescola evidente taglio giornalistico e straordinario lirismo in scene delicatissime, denunciando un frequente problema non solo delle donne ma anche di chi subisce qualsivoglia forma di violenza.

  • User Icon

    Palmira Mancuso

    29/01/2008 14:38:59

    “Nel sogno ero diventata schiuma bianca, quella che resta sul bordo del mare per poi essere risucchiata dalla sabbia e sparire”. Sparire, per non sentire piu’ dolore. Per non doverlo spiegare. Piu’ volte Nicla, protagonista del romanzo d’esordio di Maria Barresi “Non dire niente” (edito da Solfanelli) racconterà di come avrebbe voluto annullarsi, di come avrebbe voluto perdersi sotto i banchi del mercato “per diventare un carciofo spezzato, una patata marcia, una mela marrone, un’oliva amara, un fungo velenoso”. Perche’ le vittime di violenza restano spesso schiave di un senso di colpa, reso esplicito da quella richiesta di silenzio imposta non solo da chi le ha abusate, ma da un’intera comunità che preferisce non sapere. Ecco l’importanza, non solo letteraria, di questo romanzo di verità: perché se ogni storia di violenza sessuale e’ unica, come ogni individuo che la subisce, esistono alcuni tratti comuni, alcuni imprescindibili schemi che Maria Barresi ha sottolineato, rendendo esemplare la piccola grande vicenda di Nicla che reagirà agli abusi del padre, di Clara la sua attenta insegnante, di Piero il magistrato che la aiuterà a varcare la soglia del tribunale, di Paola che tingerà di giallo parte del racconto. La trama si snoda veloce, con una scrittura che a volte risente di un linguaggio un po’ scolastico che spesso accompagna un’opera prima, altre volte consegna pagine di lirismo e amore verso una Calabria carduccianamente barbara, fino a toccare punte alte nella rappresentazione degli stati d’animo dei personaggi, con metafore struggenti e mai banali. Ma il valore dell’opera supera la finzione letteraria, con dati di cronaca che restituiscono al lettore alcune verità, che sono spunti di riflessione e rispecchiano l’urgenza di scrivere il romanzo, “figlio dell’arte”, come sottolinea la stessa autrice nel penultimo capitolo.

  • User Icon

    Gianandrea de Antonellis

    29/01/2008 14:24:38

    È difficile affrontare un tema scabroso come quello della violenza familiare senza cadere nel morboso o nella retorica. Maria Barresi cerca di evitare ambedue tali scogli utilizzando un espediente letterario per raccontare una storia, purtroppo, vera. La protagonista di questo romanzo, ambientato in una Calabria descritta poeticamente, ma senza allontanarsi dalla sua cruda realtà, è Nicla, ragazza vittima di un padre perverso che trova la forza di reagire alla violenza e riconquistare la propria dignità. Intorno ad essa ruotano numerosi personaggi, il principale dei quali è Clara, alter ego dell’autrice, che volendo andare al di là della superficie dei fatti si dedica ad un’indagine personale, riuscendo però a coinvolgere anche un magistrato. Così, tra caso giudiziario ed appassionante inchiesta giornalistica, il “non dire niente” diventa l’emblema di un mondo dominato dalla paura e dall’omertà. Una storia di bassa degradazione come tante? No, perché per la prima volta nel muro dell’indifferenza o della rassegnazione sembrano aprirsi delle crepe. La ribellione di Nicla non sarà più isolata ed altre donne umiliate decideranno di parlare, mettendo a nudo quella mentalità e quel costume che seguitano a rendere possibili, e impuniti, certi misfatti consumati nel silenzio. La Calabria viene descritta come terra di contrasti, dove ad una sentita e spontanea religiosità popolare si contrappone una mentalità mafiosa che permea di sé tutta la società: ed è proprio la fede della protagonista a far emergere il coraggio di cui ha bisogno per opporsi ad una concezione diffusa e radicata, ma sostanzialmente anticristiana.

  • User Icon

    Antonio di Biase

    22/10/2007 10:08:41

    Maria Barresi, giornalista e redattrice di Sestante - settimanale televisivo di Rai International -, è al suo primo romanzo, ma con le precedenti pubblicazioni ha già vinto il Premio Unione Stampa Cattolica Italiana, nonché due edizioni del premio Ilaria Alpi per il giornalismo televisivo. Caratterizzato da una trama molto fitta ed articolata, “Non dire niente”, l’ultimo lavoro della giovane scrittrice calabrese si presenta come un libro dalla forte impronta autobiografica, tutto teso però a far luce – per quanto sia possibile farlo con un romanzo – sul problema della violenza sessuale ed in particolare su quello della violenza domestica che – non solo nella terra di Pitagora dove il testo trova ambientazione – è piaga molto difficile da guarire, per via dei molteplici condizionamenti e sensi di colpa dei quali proprio le vittime si sentono investite. Sullo sfondo di una storia d’amore fra un magistrato ed un’insegnante di periferia, si snoda una terribile vicenda ispirata all’autrice da una reale e recente vicenda giudiziaria. Il titolo del volume è calzante non tanto per gli aspetti diciamo così 'omertosi' che vanno a caratterizzarne la trama, ma proprio perchè il massimo lirismo del romanzo è riscontrabile nelle nitide e mute immagini che ritraggono Nicla, la protagonista alle prese con la propria quotidiana intimità di adolescente, ma tuttavia soffocata da un peso troppo più grande di lei. Si capisce che la vicenda ha colpito fortemente l’autrice, consentendole una rielaborazione molto lucida sia dei fatti che – ed è questo l’aspetto più interessante – della condizione interiore di Nicoletta. Il Bianco, il Nero, la sabbia e l’acqua finiscono dunque per diventare gli elementi su cui si basa la sottile psicologia che è attrice in tutto il romanzo. “Non dire niente” è in fondo un libro dedicato, come si legge sul sito internet dell’autrice: “A chi crede che il non dire niente sia una cultura – ormai istituzionalizzata - ma sa pure che per dire tutto si è sempre in tempo. Noi abbiamo preferito dire tutto”.

  • User Icon

    Serena Chiarion

    19/06/2007 14:50:04

    Nel romanzo "Non dire niente", l'autrice riesce a raccontare la storia di una giovane donna che dice "basta" ad una vita di soprusi, che decide di rinunciare al silenzio per uscire allo scoperto, per se stessa e per tutte le altre donne nella medesima situazione. Nicla, la protagonista, è una ragazza giovane e bella, rinchiusa in una famiglia di cui è vittima ed alla quale decide di opporsi per riconquistare dignità e rispetto di se stessa, per liberarsi di una vergogna da sempre nascosta. Nicla fugge dal silenzio e denuncia il padre perverso, scatenando intorno a sé un vortice che coinvolge il magistrato inquirente e, soprattutto, la giornalista Clara, che vuole andare al di là dei meri fatti e che riesce a sviluppare un inchiesta giornalistica che mette a nudo un mondo fatto di timore, silenzio e sofferenza. Ma l'effetto più rilevante che scaturisce dalla confessione di Nicla è l'uscita allo scoperto di altre donne stanche di vivere il ruolo di vittime, decise a seguire l'esempio coraggioso della ragazza per potersi riappropriare di una vita che non poteva essere più considerata tale. Il romanzo si compone di tematiche diverse ed affascinanti: paesaggi meravigliosi, realtà magiche, mistero, solidarietà, paura e denuncia. Nicla diviene un'eroina fragile e decisa, simbolo di un mondo da combattere silenzioso e tragico, in cui il coraggio è dato dalla forza di parlare, di uscire da una vergogna di cui non si è responsabili, di credere nella possibilità di riscatto e di giustizia. La giovane protagonista rappresenta la forza e il coraggio, ma anche la normalità di una donna che desidera un'esistenza normale e che, in fondo, è ognuna di noi. Serena Chiarion

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
| Vedi di più >
Note legali