Official Bootleg. Live in Chicago

Artisti: King Crimson
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 2
Etichetta: Discipline
Data di pubblicazione: 13 ottobre 2017
  • EAN: 0633367788320

85° nella classifica Bestseller di IBS CD - Pop Rock internazionale - Classic Rock e Progressive

pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 19,50

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Doppio CD registrato durante il tour americano del 2017.
La confezione contiene un booklet di 24 pagine con fotografie di Tony Levin e David Singleton, note redatte da Robert Fripp e David Singleton.
Contiene molti classici dei King Crimson suonati dall’attuale formazione per la prima volta dal vivo: Islands, The Lizard Suite, The Errors, Fallen Angel, Cirkus...
Line Up: Mel Collins: Saxes & flute. Robert Fripp: Guitar & keyboards. Gavin Harrison: Drums. Jakko Jakszyk: Guitar & voice. Tony Levin: Basses, stick, voice. Pat Mastelotto: Drums. Bill Rieflin: Keyboards. Jeremy Stacey: Drums & keyboards.

Disco 1
  • 1 Intro: Scape Bells
  • 2 Larks’ Tongues In Aspic, Part One
  • 3 Neurotica
  • 4 The Errors
  • 5 Cirkus
  • 6 Dawn Song (The Lizard Suite)
  • 7 Last Skirmish (The Lizard Suite)
  • 8 Prince Rupert’s Lament (The Lizard Suite)
  • 9 Fallen Angel
  • 10 Larks’ Tongues In Aspic, Part Two
  • 11 Islands
  • 12 Pictures of a City
Disco 2
  • 1 Indiscipline
  • 2 The ConstruKction of Light
  • 3 Easy Money
  • 4 The Letters
  • 5 Interlude
  • 6 Meltdown
  • 7 Radical Action II
  • 8 Level Five
  • 9 Starless
  • 10 Heroes
  • 11 21st Century Schizoid Man
Mostra tutti i brani

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Paolo M.

    22/09/2018 22:29:36

    Registrato a Chicago nel 2017, nel formato divenuto prassi e consuetudine dei KC, è un official "bootleg" che di amatoriale conserva solo (mica poco!) la passione autentica di questo straordinario gruppo di musicisti che continua a girare il mondo in tour esportando il proprio intramontabile repertorio, reinventandolo e reinventadosi costantemente, sempre fenomenali eppure mai uguali a se stessi. Jam sessions e improvvisazioni, vecchi e nuovi classici, pulizia e perfezione del suono rendono questo live imperdibile per gli appassionati e non. God save the King(s)!

Scrivi una recensione