copertina

Opere complete. Testi francesi e latini a fronte

Blaise Pascal

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Curatore: Maria Vita Romeo
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 13 maggio 2020
Pagine: 2500 p., Rilegato
  • EAN: 9788830101050
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 66,50

In uscita da: 13 maggio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il volume presenta la traduzione delle Opere complete di Pascal, condotta su manoscritti e in riferimento alle più autorevoli edizioni apparse tra il XX e il XXI secolo. Il complesso di scritti restituisce un Pascal a tutto tondo e offre l'opportunità di abbracciare il vasto arco dei suoi interessi: dalla letteratura alla scienza, dalla teologia alla filosofia, dalla morale alla politica, dalla pedagogia all'ingegneria. Inoltre, nell'unità e nella continuità delle opere pascaliane si può cogliere la mirabile varietà di registri che Pascal usa: dalla pacata e nitida prosa scientifica alla pungente polemica del pamphlettista, dall'originale scavo psicologico allo slancio apologetico, dal rigorismo morale alla rivendicazione dell'autonomia della scienza.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Blaise Pascal Cover

    (Clermont-Ferrand 1623 - Parigi 1662) scienziato, filosofo e scrittore francese. Orfano di madre a tre anni, fu allevato dal padre che, nel 1631, lo condusse a Parigi e poco dopo, assecondando la sua precocissima vocazione per la matematica, lo introdusse nella cerchia di studiosi che si riunivano intorno al padre M. Mersenne; qui P. presentò, a soli sedici anni, un saggio sulle coniche. Nel 1639 seguì a Rouen il padre, incaricato della riscossione delle imposte; per aiutarlo in questo lavoro egli ideò una macchina calcolatrice, capace di eseguire speditamente le principali operazioni aritmetiche («pascaline»). È di questo periodo anche il primo contatto con il giansenismo («prima conversione» di P., 1646). Tornato a Parigi nel 1647, P. continuò,... Approfondisci
Note legali