Artisti: Raf
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: CGD
Data di pubblicazione: 30 aprile 2004
  • EAN: 5050467242722

€ 6,50

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Disco 1
  • 1 In tutti i miei giorni
  • 2 Superstiti
  • 3 Milioni di cose che non ti ho detto
  • 4 Il senso delle cose
  • 5 Estate in città
  • 6 Il prestigiatore
  • 7 Aria di niente
  • 8 Nessuno
  • 9 Ouch
  • 10 Mi fermo qui
  • 11 In tutti i miei giorni

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    06/03/2008 23:15:22

    Dopo l'incredibile successo di "Iperbole", Raf torna con un nuovo disco di inediti tre anni dopo, e lo fa in grandissimo stile. Al contrario del precedente album, il cantautore pugliese collabora con numerosi artisti per la creazione dei brani. Il risulato è un disco pieno di influenze diverse, mai ripetitivo, ma molto sentimentale, senza tralasciare la sua attenzione ai problemi sociali, cosa che si avverte nella title-trak "Ouch". Le sonorità sono abbastanza varie, poichè incontriamo influenze jazz (notabili nel primo singolo estratto, ovvero, "In tutti i miei giorni"), chitarroni funky, qualche linea di elettronica e anche belle chitarre, sia acustiche (in "Mi fermo qui") che elettriche. In "Estate in città" c'è lo zampino della coppia Kaballà-Venuti, ed anche un ritorno ai fiati che negli ultimi album di Raffaele erano stati messi leggermente da parte. Un capolavoro di testi e di musiche, forse meno commerciale, ma di gran lunga superiore ad "Iperbole".

  • User Icon

    SoFarAway

    25/11/2006 15:21:00

    un album eccellente x testi, arrangiamenti e musica. In tutti i miei giorni è un capolavoro..da ascoltare e riascoltare. La capacità di raf di innovare è evidente visto che questo pezzo non ha neanche un ritornello di riferimento. Bellissima è Nessuno: arrangiamento emozionante, testo un pò enigmatico ma in grado di penetrare. Molto interessante dal punto di vista musicale è anche Milioni di cose che non ti ho detto. La title-track è secondo me la più debole del lotto a livello musicale ma è sbarazzina ed ha un bel testo

Scrivi una recensione