Categorie

Josef Wiesehöfer

Traduttore: A. Cristofori
Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2003
Pagine: 147 p. , Brossura

13° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Archeologia - Archeologia per periodo e regione

  • EAN: 9788815090317

La casa editrice il Mulino arricchisce i suoi "Paperbacks" con un'agile ed efficace introduzione allo studio della storia della Persia antica dagli Achemenidi ai Sasanidi. Curato da Josef Wiesehöfer, che insegna storia antica alla Christian Albrechts Universität di Kiel, e tradotto efficacemente da Alessandro Cristofori, questo volume si propone come utile strumento per iniziare lo studio di una civiltà decisamente importante nel mondo antico per la sua funzione di mediatrice tra l'Egitto, l'Occidente greco-romano e l'estremo Oriente. Il testo comprende una breve introduzione sulle caratteristiche geografiche del mondo iranico e sui criteri di traslitterazione dei nomi persiani; seguono quattro capitoli, dedicati agli Achemenidi (550-330 a.C.), ad Alessandro il Grande e ai Seleucidi (330 a.C. - 140 a.C.), agli Arsacidi (250 a.C. - 224 d.C.) e ai Sasanidi (224 d.C. - 651 d.C.); infine il volume è chiuso da una breve sezione dedicata a fortuna e riscoperta dell'antico Iran. Ogni capitolo è suddiviso in più parti, contenenti rispettivamente notizie sulle fonti letterarie, documentarie e archeologiche, una succinta trattazione dei principali eventi storico-politici e un quadro sobrio ma efficace della società, dell'economia, della religione e della cultura della Persia nelle diverse epoche. Più breve è il capitolo sui Seleucidi, nel quale l'attenzione si concentra soprattutto sui rapporti con l'elemento locale iranico e la civiltà indiana. Il testo contiene anche alcune riproduzioni di siti archeologici e rilievi rupestri, come quelli di Bisotun, un'utile cronologia dei re della Persia e una bibliografia di letture consigliate; un indice dei nomi e delle cose notevoli rende più agevole la consultazione e la ricerca.

Andrea Balbo

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    PinuPè

    10/06/2008 12.03.28

    L'idea di raccontare la gloriosa e affascinante storia della Persia dagli Achemenidi alla conquista araba era veramente bella quanto titanica, e in quanto titanica l'autore ha combinato secondo me un grande pasticcio: in 147 pagine sono stati racchiusi 1100 anni di storia di un popolo che è stato dominato da 4 dinastie, ha avuto contatti con quasi tutti i popoli dell'antichità (romani, celti, cinesi, unni, arabi, sciti ecc.) e il cui impero si estendeva dall'Asia minore all'India. Ma a che prezzo? Sulla storia dei fatti e dei personaggi si accenna solo in parte e solo sui più famosi, più spazio viene dato alle fonti, alla cultura, alla lingua, all'organizzazione della corte e dell'esercito. Più spazio non vuol dire una migliore descrizione. Nel complesso è appena sufficiente.

Scrivi una recensione