Categorie

René Goscinny, Jean-Jacques Sempé

Traduttore: G. Panfili
Editore: Donzelli
Collana: Fiabe e storie
Anno edizione: 2008
Pagine: VII-671 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788860362858
Ha cinquant'anni il Petit Nicolas di René Goscinny, autore delle storie di Asterix, e di Jean-Jacques Sempé, noto disegnatore di fumetti, ormai un "classico" della letteratura per ragazzi, di cui ora Donzelli ripubblica encomiabilmente i primi cinque libri, usciti a Parigi fra il 1960 e il 1964, con la bella traduzione di Gaia Panfili che ripristina quanto tagliato o adattato nelle precedenti edizioni italiane. Il piccolo Nicolas e la banda dei suoi amici sono i classici bambini terribili, monelli a tutto tondo ma in fondo buoni e bravi. Disubbidiscono e si ribellano ai grandi, combinano guai con la candida ma perfida e amorale innocenza della loro infanzia. Giocano a pallone, si prendono in giro, sono naturalmente protomaschilisti ma con misura (tanto da accettare nel gruppo Louisette che è "femmina ma fantastica"), si fanno la guerra e si prendono a botte, ma anche in questo caso, secondo regole, con il sano istinto dei cuccioli di animali che si fermano a un centimetro dalla gola dell'avversario, e infatti il primo della classe non si può picchiare "perché ha gli occhiali" (e sì che ce n'è una gran voglia). Piacerà anche ai ragazzi di oggi questo libro? Che in ogni caso i grandi faranno bene a regalarsi, e non per una semplice operazione nostalgia, ma perché, a modo suo, è un volume che mostra anche un non insignificante pezzetto di storia sociale dell'infanzia, del suo immaginario, e quindi anche della società del tempo. I papà e i nonni dovrebbero saper proporre – non imporre – con intelligenza e sensibilità la lettura del primo libro (nemmeno 150 pagine) e vedere l'effetto che fa. A dimostrazione che le storie, gli intrecci, le avventure del piccolo Nicolas tengono ancora, c'è il fatto che sono già pronti una serie di cartoni animati e un film imperniati sul piccolo grande monello francese. Da dieci anni.
Fernando Rotondo

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elisabetta Furcht

    13/01/2009 20.38.19

    Il mio bambino ha 7 anni e non vede l'ora che sia l"ora della storia" per leggere (o meglio: farsi leggere) le avventure di Nicolas. Io, che di anni ne ho molti di più, non vedo l'ora di mettergli il pigiamino per leggergli questo libro. Mio figlio dice: "ma sembra scritto da me!". E moriamo dal ridere ad ogni paragrafo. C'è tutta la magia dell'infanzia ed il miracolo di uno scrittore che riesce a guardare il mondo con gli occhi di un bambino....e l'humour e la penna sferzante di un grande scrittore. Nicolas ed i suoi amici si sforzano di essere buoni ed obbedienti, ma finiscono sempre con il combinare un putiferio: una galleria di personaggi irresistibili, da Agnan (il primo della classe ed il cocco della maestra, ma non lo possono picchiare perché porta gli occhiali) ad Alceste (quello grosso grosso che mangia sempre). Obbligatorio per piccoli e grandi!

Scrivi una recensione