Editore: Einaudi
Anno edizione: 2015
Pagine: 256 p., Brossura
  • EAN: 9788806224387
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,72

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabrizio Divari

    02/10/2017 13:36:39

    Una scrittura da svolgimento di tema delle superiori per raccontare una trama melensa e prevedibile. No grazie.

  • User Icon

    Marco Mallica

    15/02/2016 19:16:37

    Chi ha detto che un romanzo leggero non può essere a suo modo un piccolo capolavoro? "Se mi vuoi bene" ne è la prova. L'ho scoperto quasi per caso passeggiando tra gli scaffali della libreria di un centro commerciale. La trama sembrava carina e così mi son detto: " Perché no?" In realtà l'ho iniziato partendo da un certo pregiudizio nei confronti degli scrittori italiani provenienti da cinema e tv che sono particolarmente in voga negli ultimi tempi (ho letto qualche tempo fa alcuni libri di Fabio Volo, e ho dovuto mio malgrado constatare come il livello sia effettivamente bassino?). Essendo Brizzi un regista noto, ero quindi preparato a un'eventuale delusione che non avrebbe fatto altro che confermare come l'editoria italiana sia dominata da logiche molto poco letterarie e schiacciata dalle luci vacue della televisione. Invece Brizzi mi ha smentito su tutta la linea. Il romanzo è leggero, divertente e, allo stesso tempo, fa riflettere. La trama è coinvolgente e la narrazione procede spedita e mai banale. I personaggi e le vicende, pur essendo originali e a tratti strampalati, rispecchiano bene la società di oggi (che infatti è anch'essa originale e strampalata), e non cadono mai nello stereotipo. Ma, soprattutto (e questa è forse la nota di maggior rilievo, viste certe porcherie assurte di recente al rango di bestseller), il romanzo è scritto davvero bene. Brizzi ha uno stile tutto suo, che pur restando sempre leggero e poco impegnato denota una grandissima padronanza della lingua italiana, utilizzata con grande scioltezza e maestria. Insomma, è a tutti gli effetti un bravo scrittore, e non semplicemente uno dei tanti personaggi noti che approfittano della celebrità per mettersi a scrivere pur non essendone in grado. Complimenti! A questo punto leggerò di sicuro anche "Cento giorni di felicità", il suo primo romanzo.

  • User Icon

    teresa

    03/01/2016 08:28:02

    Diego, protagonista depresso di "Se mi vuoi bene" si accorge che nessuno ha tempo per lui, come lui non ne ha per gli altri. Il tema del romanzo è l'inquietudine, quel malessere interiore chiamato depressione, quella negatività che toglie la voglia di vivere e che accompagna il protagonista del libro. La narrazione è coinvolgente, si alternano bene umorismo e serietà, leggerezza e profondità. Davvero carino

  • User Icon

    Sara

    22/09/2015 11:45:48

    Libro carino, molto commedia cinematografica. Si legge in fretta, strappa qualche sorriso, finale (lieto) prevedibile.

  • User Icon

    roberta

    29/08/2015 21:55:30

    Fausto Brizzi non sarà un autore da grandi premi letterari, ma a me il suo stile piace moltissimo! i suoi libri azzerano il mio senso di solitudine, racconta di cose tristi alternando tristezza, ironia, tenerezza e saggezza e in ogni suo libro finisco per affezionarmi al protagonista e poi mentre leggo riesco a visualizzare le situazioni e questo mi piace! Consiglio la lettura dopo aver letto "Cento giorni di felicità" ed il motivo c'è :)

  • User Icon

    Benvoluto

    13/08/2015 09:23:04

    Prodigarsi per il benessere altrui per curare il proprio malessere, anche se la troppa gentilezza rischia di sfociare nell'invadenza e la vita segue il suo corso indipendentemente da programmi e intenzioni. È ciò che fa Diego, protagonista di SE MI VUOI BENE (Einaudi), quando in fase di acuta depressione, dopo un maldestro tentativo di suicidio, anziché tra nuvole bislacche o voluttuose fiamme, si risveglia nella vasca dove intendeva annegarsi. Un gioiellino, quest'ultimo romanzo di Fausto Brizzi che, regalando umoristico realismo e sorridente amarezza, aiuta a guardarci dentro e a guardare intorno.

  • User Icon

    FR

    01/05/2015 20:43:45

    una lettura lieve, piacevole. l'ideale proseguio di "Cento giorni di felicità".

  • User Icon

    francesco v

    30/04/2015 12:24:00

    Tre punti e mezzo per un libro che sembra una commedia cinematografica, con personaggi leggeri e caratterizzati. Capitoli veloci, qualche bella risata, tutto scorre via fino allo scontato finale. Da leggere in un paio di serate al posto del solito film su sky

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione