Categorie

Serial killer. Storie di ossessione omicida

Carlo Lucarelli,Massimo Picozzi

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
Pagine: 338 p., Brossura
  • EAN: 9788804532712

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Servizi sociali e criminologia - Reati e criminologia - Investigazione

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,67

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    nefelai

    09/01/2016 19.03.13

    Questo è quello che preferisco tra i libri finora letti della coppia Lucarelli-Picozzi. Se si è appassionati a livello amatoriale di queste tematiche, loro sono l'ideale. Una scrittura chiara, la capacità di veicolare concetti complessi in maniera semplice e accessibile a tutti. In poco più di 300 pagine riescono a proporre casi emblematici e chiarificatori. C'è sostanza, un'attenta bibliografia finale e, soprattutto, riescono a dare più informazioni loro che non alcuni c.d. "esperti" del settore.

  • User Icon

    Truedefender

    06/12/2011 12.50.21

    Giudizio più che positivo per questo libro che narra in maniera approfondita dei più efferati fatti di cronaca che hanno riguardato maniaci seriali italiani e stranieri. Molto interessante anche l'aspetto tecnico che esplica in modo professionale ma allo stesso tempo fruibile ai non addetti ai lavori delle tecniche investigative in campo omicidi seriali.

  • User Icon

    Pier

    30/05/2009 10.11.21

    sicuramente un libro molto interessante per gli amanti del genere e sopratuttto dell'argomento....molto ben approfondito l'aspetto tecnico delle investigazioni e del profilo pschiatrico dei killer,completato con un'altrettanto positiva narrazione delle storie più efferate e famose.consigliato!!!!

  • User Icon

    mattia regalia

    29/04/2007 00.41.02

    davvero molto bello,anche se devo dì che me è piaciuto de più la scena del crimine.questo libro è il secondo che leggo de carlo lucarelli insieme al criminologo Massimo Picozzi. anche questo libro l'ho letto de fiato cioè che nun me riuscivo a fermà perchè me piaceva molto. anche questo libro l'ho consiglio a chi vuole fà nà lettura bella,interessante e ben dettagliata. se dovrei consigliare tra questo e l'altro che è scena del crimine nun saprei proprio quale scegliere,perchè sun belli tutti e due. anche se a me,me ha preso de + scena del crimine,perchè me è piaciuto de +,ma anche questo libro è bello... quindi carissimi amici e lettori scegliete voi quale leggere per primo! voto personale:8.5

  • User Icon

    francy

    26/03/2007 10.52.23

    Molto meglio di quello che hanno pubblicato dopo (ho letto prima scena del crimine e poi qs),molto dettagliato e interessante

  • User Icon

    Silvio52

    06/03/2007 16.00.18

    Lettura interessante, libro un po' sopravvalutato. La panoramica sui serial-killer poteva essere più completa ed esaustiva, mentre la parte criminologica di Picozzi (che praticamente fa copia-e-incolla dal suo manuale di criminal profiling...) nonostante le semplificazioni del caso può comunque risultare indigesta ai "non addetti ai lavori". Insomma un libro discreto ma non certo un capolavoro sull'argomento.

  • User Icon

    La Fata Nera

    29/11/2006 20.55.12

    Sto ancora leggendo questo libro... ma che dire? E' FAVOLOSO!!! Infatti non so che libro comprerò dopo di questo, perchè ne sono rimasta a dir poco affascinata!! Sarà perchè mi piace la criminologia e la psicologia (diciamo che sono di parte, visto che vorrei diventare una criminologa)... ma ho solo complimenti per i due autori che hanno scritto questo libro!!!

  • User Icon

    vincenzo°°

    04/09/2006 18.29.00

    La criminologia è una scienza particolare...e solo con un libro così interessante puoi avvicinarti ad essa e rimanerne affascinato nella sua crudele realtà che spesso supera di gran lunga la fantasia.buona lettura!!!

  • User Icon

    gecogeco

    07/05/2005 12.43.51

    molto bello e ben curato

  • User Icon

    Alberto

    26/03/2005 10.02.03

    Un libro splendido. Lucarelli tratteggia da par suo le vicende cruente che hanno per protagonisti i serial killer, mentre Picozzi, ottimo consulente dell'altrimenti mediocre "Giallo1" di Irene Pivetti, divulga in modo notevole i fondamenti della criminologia.

  • User Icon

    MONICA

    24/03/2005 12.58.23

    Un fantastico viaggio nella storia,da Lucusta ai gioni nostri,ricco di colpi di scena,di minuziosissimi particolari,di storie agghiaccianti ma reali.Un'escursione all'interno della mente umana per comprendere le motivazioni che spingono un essere umano a commentere omicidi così efferati.Un ottimo capolavoro che unisce la maestria di Carlo Lucarelli alla vastissima preparazione di Massimo Picozzi.

  • User Icon

    Jonathan

    11/12/2004 15.10.40

    Un gran bel libro.Lucarelli,col suo inconfondibile stile narrativo e Picozzi con la sua grande esperienza,fondono le loro peculiarità in un lavoro dettagliato e maestosamente articolato.Il tetto massimo di 5 voti mi impedisce di dargli di più.Sicuramente uno step inevitabile perchi vuole cominciare ad addentrarsi nell'intricato mondo della criminalità seriale.

  • User Icon

    principessafelice

    10/12/2004 18.16.44

    Si tratta di un testo molto interessante, a metà tra l’essere un saggio e un romanzo. Oltre a presentare parecchi casi di assassini seriali, il libro indaga a tutto campo su questa figura, fermandosi anche ad analizzare le classificazioni di FBI e altri organismi di polizia. Spesso gli esempi sono molto utili per capire la parte saggistica, ma a volte sono presentati in maniera troppo sintetica.

  • User Icon

    JD

    23/10/2004 16.13.14

    Il binomio Lucarelli-Picozzi ha scritto il miglior libro sui Serial Killer che ho letto finora.Ottimamente descritto in tutti i sensi,scorrevole secondo me(l'ho letto in mezz'ora) per il modo in cui è scritto,cioè la profonda conoscenza del criminologo unita all'appassionante metodo di scrittura dello scrittore.Consigliato a chi ama il genere,ma dotato anche di stomaco forte.Criticato da alcuni per l'eccessivo contenuto di brutalità.

  • User Icon

    vitaliano bacchi

    26/08/2004 17.59.20

    l'opera realizza un risultato importante: sottrae la materia di indagine criminale ai piani esclusivi di rango giudiziario o psichiatrico e ne trasferisce il piano di rilevazione in ambito finalmente cognitivo, di inferenza puramente formale, operando quindi la riassegnazione dell'analisi ai sistemi esperti o intelligenti. Piano cognitivo o del ragionamento induttivo di incomparabile superiorità epistemica ed euristica. La tecnica (di inferenza induttiva e non deduttiva)di "criminal profiling" che il libro esamina sia pure sinteticamente è importante nella divulgazione delle tecniche di indagine giudiziaria in quanto determina: a) una lezione empirica per i giuristi b) una lezione procedurale per gli psichiatri lezioni di cui l'opera costituisce importante viatico per approfondimenti in senso cartesiano ad onere di chi, giuristi e psichiatri, operando in ambito giudiziario, trascurano o dimenticano la dovuta ontologia cartesiana scissa per la intelligenza del dato sensibile, altrimenti non intelligibile in ambito puramente empirico

  • User Icon

    BERTY

    20/07/2004 17.06.39

    un bel saggio privo di punti morti, fa aprire gli occhi sull'orrore reale di tanti folli che la gente non sospetterebbe credibili.

  • User Icon

    Veronica

    26/06/2004 02.15.45

    Veramente un ottimo saggio: un maestro Lucarelli nel narrare la parte ricostruttiva dei fatti e eccellente Picozzi nell'analizzare il lato criminologico e scientifico. E soprattutto non è mai noiso, nemmeno un attimo ;)

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione