Sonata Arpeggione

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Plg
Data di pubblicazione: 5 novembre 2013
  • EAN: 5099993415828
Disco 1
1
Schubert: Cello Sonata in A Minor D. 821, "Arpeggione": I. Allegro Moderato
2
Schubert: Cello Sonata in A Minor D. 821, "Arpeggione": II. Adagio
3
Schubert: Cello Sonata in A Minor D. 821, "Arpeggione": III. Allegretto
4
Schumann: 5 Stücke im Volkston, Op. 102: I. Vanitas vanitatum - Mit Humor
5
Schumann: 5 Stücke im Volkston, Op.102: II. Langsam
6
Schumann: 5 Stücke im Volkston, Op.102: III. Nicht schnell, mit viel Ton zu spielen
7
Schumann: 5 Stücke im Volkston, Op.102: IV. Nicht zu rasch
8
Schumann: 5 Stücke im Volkston, Op.102: V. Stark und markiert
9
Debussy: Cello Sonata in D Minor, L. 135: I. Prologue
10
Debussy: Cello Sonata in D Minor, L. 135: II. Sérénade
11
Debussy: Cello Sonata in D Minor, L. 135: III. Finale
12
Britten: Cello Sonata in C, Op. 65: I. Dialogo
13
Britten: Cello Sonata in C, Op. 65: II. Scherzo - Pizzicato
14
Britten: Cello Sonata in C, Op. 65: III. Elegia
15
Britten: Cello Sonata in C, Op. 65: IV. Marcia
16
Britten: Cello Sonata in C, Op. 65: V. Moto perpetuo
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Benjamin Britten Cover

    Compositore inglese.La vita e le opere giovanili. Mostrò un precocissimo talento scrivendo a dieci anni una Simple Symphony per archi, ancora eseguita. Studiò con F. Bridge, poi con J. Ireland. In stretto contatto, dal 1935, con il poeta W.H. Auden, lo seguì nel 1939 negli Stati Uniti, dove rimase fino al 1942 insieme all'amico Peter Pears. Rientrato in patria quell'anno, collaborò ai concerti per il periodo bellico organizzati dal governo inglese in tutto il paese. Nel 1947 fu tra i fondatori dell'«English Opera Group» per il teatro musicale da camera; nel 1948 prese parte all'istituzione del festival musicale di Aldeburgh, a cui rimase legato per tutta la vita. Intensamente attivo come pianista (in collaborazione con il tenore Peter Pears) e come direttore d'orchestra delle proprie composizioni,... Approfondisci
  • Claude Debussy Cover

    Propr. Achille-Claude Debussy. Compositore francese.L'itinerario artistico e le opere principali. Figlio di piccoli commercianti di porcellane, entrò al conservatorio di Parigi nel 1872, studiando il pianoforte con A.-F. Marmontel e la composizione con E. Giraud. Nel 1884 ottenne il Prix de Rome con la scena lirica L'enfant prodigue (Il figliuol prodigo). A Roma, dove soggiornò dal 1885 all'87, scrisse La demoiselle élue (La fanciulla eletta), su testo di D.G. Rossetti. Rientrato a Parigi, prese a frequentare il salotto di Mallarmé e altri ambienti artistici legati al simbolismo e all'impressionismo. S'interessò, nel frattempo, all'o­pera di Wagner (viaggi a Bayreuth nel 1888 e nel 1889), al Boris di Musorgskij, alle musiche giavanesi ascoltate all'Esposizione di Parigi nel 1889. La maturazione... Approfondisci
  • Franz Schubert Cover

    Compositore austriaco.Gli anni di formazione e i primi lavori. Figlio di un maestro originario della Slesia, trascorse tutta la sua esistenza, tranne qualche giro turistico e due brevi periodi di insegnamento in Ungheria, a Vienna e nei suoi immediati dintorni. Nel 1808, grazie al suo talento musicale, poté entrare a far parte del coro della cappella della corte imperiale. Come fanciullo cantore frequentò anche il seminario imperiale, dove ricevette una buona istruzione. Nel 1813, respinta l'offerta di un'altra borsa di studio, lasciò la scuola per far pratica come insegnante, studiando nel frattempo la composizione con Antonio Salieri, che già aveva notato il suo talento. Durante i tre anni successivi S. visse con la famiglia e insegnò nella scuola del padre, componendo intanto i suoi primi... Approfondisci
Note legali