Categorie

Ascanio Celestini

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Pagine: 155 p. , Brossura
  • EAN: 9788806170899

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    rituzza

    05/08/2012 16.18.28

    ci sono parti niente male, quella sulla mosca è spassosa, ma in generale non un capolavoro.

  • User Icon

    mariangela

    22/11/2006 18.55.26

    superbo..........

  • User Icon

    Massimo

    28/10/2006 17.19.22

    Originale a dir poco. Tutto l’odio per la guerra e per la follia umana secondo la visione disincantata e lieve di un artista. Fantasia al galoppo, ma sempre ancorata alla cruda realtà. Particolare e tenerissimo.

  • User Icon

    Claudio Gatti

    26/07/2006 13.12.41

    Celestini e' veramente una rivelazione (per me avvenuta un anno fa); ha la sicurezza non spocchiosa, la forza delle immagini e la semplicita' dei grandi. Parte da una sua ricerca personale che, sviluppata su spunti apparentemente poveri con la sensibilita' piu' vicina a quella di un poeta che a quella di uno scrittore, ti prende per mano e ti porta sullo stradone della coscienza storica (detta così e' una gran palla ma leggendo il libro viene semplice semplice). Naturalmente, l'eleganza dimessa e la delicatezza del nostro dal vivo si esaltano (ma questo libro vive tranquillamente anche senza la presenza in video dell'autore).

  • User Icon

    mikela

    04/05/2006 15.10.18

    io lo sto leggendo e nn riesco a finirlo! visto che a voi è piaciuto cosi tanto ho pensato di essermi persa qualche pezzo. anche perche è talmente noioso che mentre lo leggo sto pensando ad altro.

  • User Icon

    sara

    03/02/2006 00.07.36

    Una di quelle opere che commuovono l'animo. Davvero!

  • User Icon

    romeo bassoli

    21/09/2005 12.58.35

    Sono d'accordo con le altre recensioni. E' stato molto piaccevole e davvero una sorpresa. La scrittura ha vita autonoma rispetto alla narrazione teatrale così come la si è sentita dal vivo e alla radio. Qui Celestini sembra una specie di Calvino dei poveri e molto romano. Ma senza quel gusto del becero che la rappresentazione più tradizionalista (e in parte pasoliniana) della vita romana spesso esibisce. Qui, invece, dolcezza, creatività e storia.

  • User Icon

    jacopo polinari

    03/08/2005 12.27.50

    fantastico!!! non tradisce le aspettative rispetto all'opera teatrale, anzi, le mentiene inalterate perchè lo stile orale di celestini è uno stile che sembra quali lettura di passo. diceva bene chi su Repubblica sosteneva che l'accento da romanesco piccolo borghese di Celestini non deve fare storcere il naso perchè la lingua sua è la lingua del racconto, non del colloquiare. Le sue storia, e questa forse meglio delle altre, nascono per essere lette, e questo fa lui, almeno secondo il mio indegno giudizio.

  • User Icon

    Roberto Nicoletti

    25/06/2005 18.26.31

    Avventurarsi nelle storie di Celestini è davvero un piacere. Ad ogni angolo del racconto si incontrano cambiamenti di scena, nuovi personaggi, nuove storie. Tutto comincia con il bombardamento del quartiere S.Lorenzo di Roma. Un evento che nessuno si aspettava nella città del Papa, nella città della memoria della civiltà romana. A raccontare è naturalmente Celestini che ci riporta quanto, a sua volta, gli aveva raccontato il padre. A partire da quando aveva rischiato di essere ucciso cercando di prendere una succulenta cipolla, dimenticata da qualcuno tra le macerie. Il filo conduttore, ma in realtà è sempre la guerra, sembra essere l’occasione di pendere un maiale vivo alla borsa nera. Occorrono mille lire e, pieno piano, si forma una società che è sicuramente tra le meno probabili. Ma nel frattempo c’è la storia del barbiere; quella del ragazzino che si accaparra quante più patate può dopo che i tedeschi sono fuggiti; quella del deportato al lavoro coatto in Germania dopo il rastrellamento del quartiere Quadraro. Insomma tutta una folla di personaggi, spesso assolutamente fantastici, surreali, immaginari, che affollano le pagine del libro e la narrazione di Celestini. Imperdibile!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione