Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Vedi di non morire

Josh Bazell

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Luca Conti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 16 giugno 2009
Pagine: 322 p., Brossura
  • EAN: 9788806195588
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 9,99

€ 18,50

Punti Premium: 19

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 6,99 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Grazie a Peter Brown, ex killer entrato in un programma di protezione governativo, la mafia fa il suo ingresso tra le corsie di un famigerato ospedale di Manhattan. Quando Peter va come ogni mattina al lavoro in ospedale, non sa che la Grande Mietitrice lo aspetta, sotto le vesti di un paziente moribondo che è un suo vecchio conoscente di mafia. Se il paziente muore, il passato di Peter tornerà a galla. E questo non può accadere. Perché Peter è anche Pietro Brwna detto Orso, ex affiliato (ma per bontà d'animo) alla famiglia Locano. In questi anni in ospedale Peter è diventato il medico-eroe che abbiamo sempre sognato: cinico iconoclasta dal cuore d'oro che infrange ogni regola pur di salvare una vita... La sua lotta all'ultimo sangue con la Grande Mietitrice sta per cominciare, e diventa tutt'uno col desiderio irresistibile di saldare una volta per tutte i conti con la famiglia Locano.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,7
di 5
Totale 37
5
9
4
18
3
4
2
2
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Mario

    30/11/2019 13:47:09

    Divertente, non ricchissimo d'azione ma bellissima l'ultima parte. Pensavo però di leggere un thriller d'azione totalmente ambientato in un ospedale invece per buona parte del romanzo si racconta la vita del protagonista e comunque le parti in ospedale non sono molto movimentate se non alla fine. Ad ogni modo lo consiglio perchè è divertente, scorrevole e una lettura alla fin fine piacevole.

  • User Icon

    luigiru

    28/03/2016 12:53:27

    Veloce come un colpo di pistola. Ottimo esordio, davvero divertente.

  • User Icon

    Zuckerman

    14/11/2015 17:59:20

    Certo è un problema controverso per un "mafioso" che per tradizione "deve uccidere", essere uno stimato chirurgo che altrettanto normalmente le vite le deve salvare. Nulla di straordinario ma non troppo inverosimile per il genere e, a tratti, piuttosto divertente; si lascia leggere senza particolari pretese.

  • User Icon

    Eli

    22/05/2013 12:06:39

    Davvero un buon libro.. 4 stelle meritatissime..

  • User Icon

    antoscip

    26/03/2013 17:14:00

    Fantastico! Bazell è un genio assoluto.

  • User Icon

    Ferdinando

    08/12/2012 20:48:13

    Il libro è stata una piacevole scoperta. Il personaggio protagonista è davvero originale e ben costruito. Anche la storia risulta ben congeniata e a tratti esilarante. Tuttavia, c'è un qualcosa nel ritmo del racconto e negli elementi contestuali che non fanno gridare al capolavoro.

  • User Icon

    davidino

    12/07/2012 08:57:26

    Il libro l'ho trovato a dir poco geniale :) Sembra di godersi un film di Tarantino, pulp, pulpissimo. Si ride di gusto in ogni pagina e per i detrattori del finale... bhè, con un grottesco e humour nero cosi, cosa vi aspettavate?! :) In una parola, SPASSOSO.

  • User Icon

    Bicio

    20/04/2012 16:02:05

    Scritto male???? non capisco! Questo esordio può anche non piacere ma arrivare addirittura a scrivere questo!! Libro adrenalinico, a tratti grottesco e di chiaro taglio "cinematografico" molto divertente e cinico. Un Hard boiled MODERNO.. e non suoni come un offesa, anzi.

  • User Icon

    Claudio M.

    07/05/2011 14:21:19

    L'idea di fondo è intrigante e seduce all'acquisto, ma il risultato è un racconto "unto" e volgare, costruito con una metrica disordinata che induce a una lettura faticosa, interrotta da lunghissimi intercalari. Molto più interessanti del testo, il contenuto di alcune note a piè pagina. Nel complesso, un romanzo per niente esilarante, decadente e allucinato: niente di cui avessi bisogno.

  • User Icon

    kz

    08/12/2010 18:19:25

    Classico esempio di pubblicità ingannevole. La parte finale poi ti fa venir voglia di tirare il libro contro il muro.

  • User Icon

    umberto

    30/10/2010 23:48:02

    Ok a tratti il protagonista ricorda Rambo,cmq mi piace lo stile di Bazzell. Un buon romanzo d'esordio,lo consiglio

  • User Icon

    cri

    16/07/2010 14:39:42

    concordo con chi dice che da come era stato pubblicizzato ci si aspettava di più, forse per questo mi ha deluso un pò, ma del resto è un bel romanzo, dinamico, personalmente mi sono piaciuti molto i momenti in cui l'autore descriveva minuziosamente i movimenti che il protagonista doveva compiere per "mettere al tappeto l'avversario" attraverso i pensieri dello stesso protagonista che via via spiegava le conseguenze di ogni colpo che gli avrebbe inferto(attingendo dalle sue conoscenze in campo di medicina generale). Per il resto non realmente ironico come ci si aspettava e spesso molto poco realistico, comunque un buon romanzo. Consigliato.

  • User Icon

    paolo

    16/06/2010 01:58:06

    Ma dai, come si fa a dare 1 a un libro del genere. Innanzi tutto c'è una storia, una trama. Un miracolo di questi tempi. Ti fa rimanere incollato alla pagina (un altro miracolo, considerato poi che è scritto in prima persona). E poi le descrizioni cliniche sono fantastiche. Volgare sì ma ci sta alla grande nel personaggio. Non un capolavoro ma un gran bel libro.

  • User Icon

    Ricky

    29/05/2010 18:10:23

    La narrativa è fantasia, e si deve accettare tutto: dalle magie di Harry Potter alle stragi di Rambo, da Biancaneve ai principi azzurri. Ma che il protagonista di questo romanzo, utilizzando una lama rudimentale da lui stesso costruita, si squarci il polpaccio dal tallone sino al ginocchio, entri con le dita nel varco creatosi, si strappi il perone che utilizzerà poi come lancia per trafiggere e uccidere i suoi aguzzini...questo mi pare troppo, non lo accetto. Inoltre la minuziosa descrizione dell'operazione produce anche voltastomaco.

  • User Icon

    JOE

    26/01/2010 10:20:06

    Onestamente da come era stato pubblicizzato mi aspettavo qualcosa di più soprattutto dal punto di vista dell'ironia, comunque un libro piacevole che si lascia leggere. Una prima sufficiente!

  • User Icon

    rosarino

    10/01/2010 13:25:21

    Mi è piaciuto moltissimo. Un pò crudo, come certi aspetti della vita reale sono. Esilarante, in alcuni passi. Scorrevole da leggere. Adatto a chi ha la dote dell'ironia e dell'autoironia.

  • User Icon

    STEFANO

    30/10/2009 11:59:34

    Scritto male o tradotto peggio ???? Questo è in realtà il dilemma più grande che si può affrontare leggendo questo libro. Si forse l'unico pregio è che l'architettura è insolita ma da lì a stare in piedi ce ne corre.

  • User Icon

    Alex Cane

    29/09/2009 12:01:33

    Ho appena terminato di leggere questa grande novità del 2009... L'alternarsi dei capitoli tra il presente "ospedaliero" ed il passato "mafioso" rende assai scorrevole il libro. Ironico, crudo ed appassionante allo stesso tempo. Il protagonista è già un piccolo grande personaggio della letteratura contemporanea. Non dò il massimo dei voti perchè attendo Bazell alla prossima prova... Con maggior maturità potrà fare ancora meglio! Comunque, una gran bella sorpresa.

  • User Icon

    Patrizia

    25/09/2009 10:41:47

    ORRENDO!!!!! tenta, senza riuscirci, di imitare Spillane, ritenta, sempre senza riuscirci, di essere umoristico, riritenta, riuscendoci in pieno, di essere volgare, senza alcuna necessità di esserlo. Scritto male, senza senso, un disastro assoluto!

  • User Icon

    Silvia

    14/09/2009 18:43:53

    Storia inverosimile, scritto male, scimmiotta la letteratura di genere. Godibili solo i passaggi ambientati in ospedale (è davvero come lo racconta l'autore!)

  • User Icon

    Emiliano73

    09/09/2009 12:46:52

    Storia davvero travolgente e appassionante carica di ironia, umorismo e suspance con scene mozzafiato e a volte veramente crude. Pur con un finale esageratamente da "film all'americana", è comunque un libro che ti tiene incollato alle pagine e da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    shaliah

    07/09/2009 13:06:27

    capolavoro nel suo genere. thriller mozzafiato,sarcastico, amaro ed assolutamente eccessivo in tutto. ironico e dissacrante sul mondo medico. impossibile fermarsi nella lettura con un finale al di là di ogni possibile immaginazione assolutamente imperdibile per i lettori di gialli e noir

  • User Icon

    gizzy

    31/08/2009 12:30:52

    Una bella sorpresa davvero! Gli elogi in copertina mi hanno fatto pensare al peggio e invece...stavolta ironia, ritmo, suspence non mancano! Il tutto è costruito in maniera ottima; l'attenzione non cala mai! Se lo leggerete in un sol giorno non meravigliatevi. Come voto gli do un bel 5 poichè meritato ma...lo aspetto al varco alle prossime (sperate) prove editoriali!

  • User Icon

    Valentino

    29/08/2009 16:18:37

    Un medical-noir (genere di nuova invenzione) pulp con un finale decisamente splatter e scritto benissimo: veloce, sarcastico e anche un po' furbetto. Una delle migliori uscite di questo 2009, secondo me. Imperdibile per gli amanti del genere, sconsigliato a chi ha lo stomaco debole.

  • User Icon

    Alberto F.

    28/08/2009 15:38:15

    Scorrevole, ironico, cinico, divertente... ma paragonarlo a pulp fiction mi sembra una esagerazione. Un buon libro estivo da leggere tutto di un fiato con un finale "particolare" che non lascerà sicuramente indifferenti.

  • User Icon

    Valentina

    25/08/2009 01:25:00

    Cattivo. Politicamente scorretto. Esilarante. A metà tra pulp fiction e il dottor house. Da leggere assolutamente (tutto d'un fiato).

  • User Icon

    Andrea

    24/08/2009 11:43:05

    Libro davvero divertente, ben scritto, bella storia, molto pulp ma davvero godibile. Scrittura veloce, consigliatissimo!

  • User Icon

    Denebola

    24/08/2009 11:36:51

    Senza dubbio divertentissimo:ha un umorismo graffiante e soprattutto intelligente(anche se parecchio grossier),che ti fa pensare"vorrei proprio conoscere l'autore!".Ha una trama classica per il genere(con tanto di americanata finale);una piccola delusione forse l'ho avuta dalla struttura,nel senso che la parte"ospedaliera"(la migliore)non ha il ruolo preminente che mi aspettavo... Anche la chiusa mi ha lasciata un poco perplessa:l'ho trovata vaga e lasca...non è che Bazell pensava già ad un sequel? Come lettura di svago,comunque,consigliatissima

  • User Icon

    Piba

    03/08/2009 12:33:06

    Mi è piaciuto...molto originale e scorrevole...da leggere sotto l'ombrellone :-)

  • User Icon

    Basil

    30/07/2009 17:35:12

    Una sorta di medical-pulp abbastanza originale e con un finale davvero disturbante. Un esordio notevole per questo autore molto promettente.

Vedi tutte le 37 recensioni cliente
  • Josh Bazell Cover

    Laureato in letteratura inglese e scrittura alla Brown University e in medicina alla Columbia, ha scelto di specializzarsi in psichiatria alla University of California, San Francisco, dove attualmente risiede. Vedi di non morire (Einaudi Stile libero, 2009) è il suo primo romanzo, scritto durante la pratica in ospedale. A tuo rischio e pericolo è il suo secondo romanzo (Einaudi 2012). Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali
Chiudi