La vedova allegra (Die Lustige Witwe) - CD Audio di Nicolai Gedda,Elisabeth Schwarzkopf,Erich Kunz,Franz Lehàr,Philharmonia Orchestra,Otto Ackermann

La vedova allegra (Die Lustige Witwe)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Franz Lehàr
Direttore: Otto Ackermann
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Naxos
Data di pubblicazione: 17 marzo 2005
  • EAN: 0747313300723
Salvato in 2 liste dei desideri

Registrazione del 1953

Disco 1
1
Overture
2
Verehrteste damen und herren
3
Und jetzt, meine herrschaften
4
So kommen sie!'s ist niemand hier!
5
Ich bin eine anstand'ge frau
6
Exzellens, exzellens, die glawari kommt
7
Gnaedige frau, ich rechne es mir zu hohen
8
Also bitte, ich bin hier
9
Njegus, geliebter, wo ist vaterland?
10
Mein herrschaften, es ist damenwahl
11
Hilfe kommt zur rechten zeit!
12
O vaterland, du machst bei tag...
13
Pardon, madame, zuviel reklam'!
14
Der letzte ging, sie sind befreit
15
Ich bitte, hier jetzt zur verweilen
16
Nun last uns aber wie daheim
17
Was sagen sie, njegus
18
Heia, madel, aufgeschaut
19
Herr von cascada, verzichten sie auf die witwe!
20
Valencienne, bitte geben...
21
Wie eine rosenkospe
22
Sieh dort den kleinen pavilion
23
Die baronin und herr rosillon sind im pavilion
24
Ha! ha!... wie eine rosenknospe
25
Nun wissen sie, meine herschaften...
26
Ein flotter ehestand soll's sein
27
Er waren zwei konigskinder
28
Njegus, was ist das mit der musik?
29
Ja, wir sind es, die grisetten
30
Gospodina glawari
31
Bei jedem walzerschritt
32
Exzellens, man hat im pavilion diesen facher gefunden
33
Ja, das studium der weiber ist schwer
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Nicolai Gedda Cover

    Tenore svedese di origine russa. Iniziò la carriera in patria nel 1952, affrontando in seguito un repertorio vastissimo di ruoli lirici e belcantistici (Mozart, Rossini, Verdi, opéra lyrique), mentre evitò i grandi ruoli drammatici e veristi. Dotato di una notevole longevità vocale, si è fatto apprezzare per la flessibilità stilistica, aiutata dall'eccezionale padronanza delle lingue. Approfondisci
  • Franz Lehàr Cover

    Compositore ungherese. Dopo gli studi al conservatorio di Praga, esordì come violinista in orchestra. Fu successivamente direttore di banda in vari reggimenti austro-ungarici; dal 1902, dopo le dimissioni dall'esercito, si dedicò interamente alla composizione. Nel 1905 colse il primo grande successo, di risonanza internazionale, con l'operetta Die lustige Witwe (La vedova allegra). Seguirono, nell'arco di un trentennio, non meno di 30 operette, composte nelle forme vivaci e nello spirito scintillante del repertorio leggero viennese, legato ai nomi famosi degli Strauss, di J. Lanner e di F. von Suppé. Fra le più celebri si ricordano: Wiener Frauen (Dame viennesi, 1902), Der Graf von Luxemburg (Il conte di Lussemburgo, 1909), Zigeunerliebe (Amore di zingaro, 1910), Eva (1911), Liebellentanz... Approfondisci
  • Elisabeth Schwarzkopf Cover

    Soprano tedesco naturalizzato inglese. Dotata di una voce limpida, dolce e duttile, di grande musicalità e di eccezionale eleganza, esordì a Berlino nel 1938, eseguendo dapprima parti d'agilità. Giunse al pieno successo dopo il 1942, quando fu scritturata per più stagioni presso l'Opera di Stato di Vienna, e partecipò ai festival di Salisburgo e di Lucerna. A questo periodo risalgono le sue prime splendide interpretazioni mozartiane. Dopo il 1950 si è esibita nei maggiori teatri europei e ha ampliato il suo repertorio con R. Strauss, plasmando un'indimenticabile Marescialla nel Cavaliere della rosa. Meno assidua è stata la sua presenza nell'opera italiana, ma occorre almeno ricordare la sua Alice Ford nel Falstaff di Verdi. Oltre che sulle scene (dalle quali si ritirò nel 1972) è stata grande... Approfondisci
Note legali