Editore: Lussografica
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 3 febbraio 2010
  • EAN: 9788882432249
Disponibile anche in altri formati:

€ 15,20

€ 16,00

Risparmi € 0,80 (5%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Barbara

    07/08/2014 10:25:14

    Secondo me il migliore della trilogia nissena di Salvatore Paci. Accompagniamo nuovamente la coppia Antonio e Roberta La Mattina nelle loro sempre più pericolose avventure. Ottimo il ritmo, interessante la tematica.

  • User Icon

    Salvo

    06/11/2012 08:50:34

    Non voglio rubare le parole a qualcun altro ma sono costretto a dire che questo libro è davvero cinematografico, spettacolare. Si tratta di un romanzo ben scritto che non ha niente a che vedere con i soliti romanzucci che parlano della fine del mondo. Da leggere

  • User Icon

    Andrea Leonelli

    19/01/2012 13:39:58

    E' un romanzo d'avventura che ha come sfondo la serie di profezie che individuano il 21 dicembre 2012 come la data in cui l'intera popolazione terrestre potrebbe essere decimata. Antonio La Mattina ' il protagonista del romanzo ' a causa di una serie di coincidenze e della sua infinita sete di sapere, si ritrova coinvolto in una storia che vede da un lato un'organizzazione che strumentalizza queste profezie per i propri interessi economici e dall'altro gli studiosi del CICAP che cercano di dimostrare al mondo intero che tali profezie si basano su principi infondati. Frase che più mi è piaciuta: Il Cielo era una volta nera agghindata con milioni di puntini luminosi. Un coro di luci argentee alla cui voce facevano eco le lampadine delle casette e dei lampioni più alti. Questa frase ci fa capire che ci può essere della poesia anche in un romanzo d'azione e lo stile di Salvatore certamente ci propone di queste chicche all'inizio di molti capitoli. Tratti particolari del libro: Libro d'azione, avvincente, molto cinematografico! Decisamente ben strutturato e studiato, cattura il lettore, anche chi, come me non segue il genere thriller avventuroso. Questo libro, che fa della cospirazione, dello studio per profitto personale delle superstizioni, ingloba si può dire il lettore nell'azione, e ci si ritrova a vivere le vicissitudini dei personaggi come se si fosse li, è estremamente visivo, ma non per questo lento o prolisso, le pagine scorrono veloci mentre si segue Antonio La Mattina e la sua 'compagnia'. Avendo poi scoperto dopo che anche 'Biglietto di andata e ritorno' e Codice Moncada' sono destinati a quello che in questi giorni è diventato la mia guida, Antonio, adesso sarei invogliato a leggerli. Lo stile di Salvatore è come detto avvincente, le situazioni si susseguono con buon ritmo, a tratti frenetico, ma funzionale alla narrazione. Come già detto, cinematografico e coinvolgente. Scorrevole. Buoni i personaggi costruiti egregiamente.

  • User Icon

    Daniela C.

    25/11/2011 18:05:57

    Il romanzo non conosce mai un abbassamento di tono. Lo scrittore ha la grande capacità di suscitare nel lettore la voglia di continuare a leggere sempre più grazie ad un abile crescendo di suspance. I luoghi sono descritti così bene e in maniera così chiara che è facile quasi "vedere" il contesto in cui si stanno svolgendo i fatti. Nel vortice di eventi si riesce a scorgere non soltanto la grande abilità nell'incalzare il ritmo al racconto ma anche la capacità di far acquistare ad ogni minimo particolare una rilevanza che induce alla riflessione. Potrebbe essere un thriller per come sa "mozzare il fiato" ma in questo romanzo trovano grande dignità anche i sentimenti e i profili psicologici. La bravura di Salvatore Paci sta anche nel mostrarci lo stato d'animo dei personaggi a 360° gradi, dando ad ogni lettore la possibilità di impressioni svariate su uno ognuno di essi. Anche la quotidianità e i gesti apparentemente più insignificanti svelano la sensibilità dello scrittore nel saper osservare la realtà e renderla nella sua poliedricità, romanzandola. Conseguenza inevitabile di tutto ciò è la voglia di continuare a leggere questo scrittore e di consigliare i suoi libri a tutti.

  • User Icon

    Massimo

    22/02/2011 09:51:18

    Senza dubbio un ottimo libro. Scritto utilizzando perfetti sincronismi che, partendo da punti ben distanti e distinti tra loro, fanno convergere tutte le vicende sul protagonista. Anche le descrizioni dei luoghi che via via vengono menzionati rende il lettore partecipe dei diversi avvenimenti. Alla fine della lettura l'unico rammarico è proprio quello di essere arrivati alla parola fine. Un bravo all'autore. A questo punto viene solo da chiedersi: il Codice Moncada sarà altrettanto interessante e coinvolgente?

  • User Icon

    Renato

    11/01/2011 11:02:53

    Bel libro, di facile lettura, abbastanza veloce ed intrigante. Mai intricato, ma non per questo scontato. Dinamico ed appassionante.

  • User Icon

    Fulvia

    07/01/2011 17:25:22

    Romanzo coinvolgente che racconta le peripezie del protagonista, Antonio La Mattina, costretto a risolvere un grande enigma. Sullo sfondo, le profezie sulla fine del mondo del 2012, tema base su cui si sviluppa tutta la storia. Ambientazioni affascinanti ed emozionanti che descrivono nello specifico luoghi reali della nostra città. Personaggi anch'essi affascinanti e molto decisi. Si sta col fiato sospeso nell'attesa dei grandi colpi di scena. Lo consiglio a chi ama l'avventura e la suspense.

  • User Icon

    Stefania da Caltanissetta

    11/12/2010 16:25:26

    Mi sono appassionata ad entrambi i testi dell'autore. Leggere un libro che racconta i luoghi della tua città, immaginando di percorrere assieme ai protagonisti le strade ,ti coinvolge al centro della scena stessa! E poi tutto così veloce, scorrevole e piacevole! Bravo Salvatore! Al prossimo successo che aspettiamo con piacere!

  • User Icon

    Rosario B.

    07/10/2010 13:52:05

    Nel vivo del racconto sin dalla prima pagina. Ci sono romanzi che per partire richiedono dalle 50 alle 100 pagine e in quel caso o hai forza per continuarli o li abbandoni. "2012" mi ha preso sin da subito. Mi ha fatto saltare la palestra, le mie trasmissioni sportive preferite talmente mi è piaciuto. L'autore non ha cercato frasi ad effetto, non ha voluto dimostrarsi forbito. Ha preferito la sostanza, la velocità, la semplicità. Due parole per descriverlo? Misterioso e coinvolgente

  • User Icon

    Alessandra

    03/09/2010 00:23:06

    Brillante, coinvolgente, curioso...la lettura di "2012" ha la capacità, già dalle prime pagine, di tenere col fiato sospeso; con grande maestria personaggi e vicende si muovono nello scenario complesso e talvolta poco conosciuto delle miniere e del sottosuolo italiano descritto in modo semplice e realistico. Le pagine scorrono con ritmo incalzante attraversando luoghi e situazioni diverse ma poi sorprendentemente intrecciati; gli avvenimenti narrati offrono immagini emozionanti, spesso cariche di tensione, nonchè spunti di riflessione sulle tanto discusse profezie del...2012!

  • User Icon

    daniela

    23/07/2010 12:37:11

    Libro fantastico che ti lascia col fiato sospeso. Il tema trattato è originale.La storia di rapisce non si puo smettere di leggere devi sapere e sapere fino alla fine!!!!!!!!! E' un libro da leggere.... CONSIGLIATISSIMO!!

  • User Icon

    Vinicio

    10/07/2010 10:30:40

    Sono arrivato a questa lettura in un modo insolito: vedendo questo libro in una foto tra le mani di Manuela Arcuri. Questa cosa mi ha incuriosito ed ho voluto capirne il motivo. Dal momento in cui l'ho acquistato a quello in cui l'ho finito sono passati soltanto due giorni. Che dire? Fantastico. Malgrado le quasi trecento pagine finisce troppo presto. L'autore sa lavorare con le immagini che il lettore si crea nella propria mente. Dà gli input e un film viene proiettato dentro. Almeno questo è il mio giudizio. Lo consiglio a coloro che preferiscono i thriller d'azione ma con un'atmosfera affascinante.

  • User Icon

    romina

    17/03/2010 23:51:29

    wawwwwwww, questo è il secondo libro di Salvatore Paci che leggo. E se il primo mi ha inchiodato alla poltrona, questo l'ho letto anche in piedi......nn si riesce a smettere di leggere, si deve andare avanti perchè hai sempre quella suspance cheti tiene con le mani tra le pagine del libro.I riferimenti a Caltanissetta sono così reali che veramente sembra di essere li con Antonio, quasi a tenergli la torcia, o essere seduto in macchina con lui. spettacolare........e veramente fantastico nn vedo l'ora che esca il terzo libro......Salvatò sbrigati sono in astinenzaaaaa

  • User Icon

    Gero

    15/03/2010 10:19:38

    "Leggere “Biglietto di andata e ritorno” prima di “2012” ha inevitabilmente alzato l'asticella delle “pretese” nei confronti di Salvatore Paci. Dopo la prima bellissima storia, coinvolgente, ben scritta, era davvero dura confermarsi e replicare una qualità simile. Se ci riesci vuol dire che sei davvero Bravo, e a questo punto possiamo dirlo senza più nessun dubbio. Paci è uno Scrittore con la S maiuscola. Nel suo genere nulla da invidiare ai grandi nomi. E non solo, in questa nuova avventura la storia è ancora più intensa, più avvincente. Da Caltanissetta si parte per un viaggio che ti tiene incollato alle pagine, alle parole. Un'avventura quasi “on the road”! Lo stile si migliora. Il risultato? Ottimo, con l'unico difetto... che adesso aspettiamo il nuovo Titolo. Speriamo il prima possibile!

  • User Icon

    beatrice

    15/03/2010 10:04:00

    bellissimo!! ho appena finito di leggerlo!molto coinvolgente ed intrigante...e dà molti spunti di riflessione ed approfondimento (per esempio per quanto riguarda le profezie sulla fine del mondo), oltre a coinvolgere con la avventurosa storia e vicenda dei protagonisti. avevo già letto il primo libro di questo autore, biglietto di andata e ritorno, e mi era piaciuto, anche perchè mi aveva permesso di conoscere la città in cui è ambientato da"sopra a sotto". ma questo, se posso permettermi, è ancora piu' bello! ...e spazia dalla sicilia a roma. molto scorrevole, non si puo' smettere di leggere perchè è impossibile fermarsi ad un paragrafo senza "sbirciare" il successivo :-) complimenti all'autore!!! ...e lo consiglio a tutti!

  • User Icon

    Pietro

    06/03/2010 15:46:34

    Un libro che ho iniziato a leggere un sabato sera e gia martedi ero arrivato alla pagina finale! Uno splendido libro con un'impostazione del tutto innovativa!! cioè mentre descriveva una scena, sul più bello cambiava inquadratura per poi tornarci dopo aver lasciato a metà il successivo racconto!! praticamente non si riesce proprio a chiudere il libro perche ogni fatto ne tira un'altro sempre più miserioso e spettacolare! Inoltre i cambi di scena tra Caltanissetta e Roma sono fantastici, descrivendo anche paesaggi che conosciamo tutti come il mare visto dal traghetto, l'autostrada calabrese, le miniere di Caltanissetta!! e proprio il fatto di aver impostato un racconto proprio in luoghi a noi familiari ci da l'impressione di essere li con il protagonista ma non solo chi conosce i luoghi verrà attirato dal libro..anche chi è del tutto estraneo a questi paesaggi ne resterà incantato!! in primo luogo per le avventure avvincenti e davvero mozzafiato, in secondo luogo perche l'idea di incentrare il racconto in una miniera è qualcosa che da i brividi , in terzo luogo, non è necessario conoscere i posti, perche sono descritti in maniera dettagliata da Paci, per sentirsi dentro l'avventura!! Altro tema importante che attira è l'amore del protagonista nei confronti della moglie e da cio ne deriva una visione spettacolare dei valori di cui noi tutti godiamo ma in più con quella voglia di avventura che è nascosta dentro ognuno di noi!! amore+avventura= mix perfetto!un'altro elemento spettacolare sono gli infiniti colpi di scena che certe colte fanno addirittura rabbrividire per quanto siano inimmaginabili in un primo momento ma,ad un tratto,sembrano quasi spontanei! la lettura è veramente fluida, consigliatissimo a chi ama l'avventura,a chi ama documentarsi su determinate città, a chi ama gli inseguimenti (che nel libro sono davvero tanti).Un libro davvero ben strutturato, pieno di idee ma anche di informazioni sulla veridicità o meno delle profezie riguardanti il 2012 e tantissimi altri misteri. Splendido davvero!!!

  • User Icon

    Saro Varini

    05/03/2010 12:13:05

    Divorato in soli tre giorni. Il protagonista della storia è un tipo così "normale" che ho vissuto le sue peripezie come se ci fossi stato io al suo posto. L'autore è riuscito a dividere i vari capitoli in maniera perfetta: proprio quando mi decidevo a chiudere il libro per andare a dormire ecco che Paci crea un evento, un attimo da capire, un pericolo da evitare, una curiosità che cresce nel lettore e lo fa andare avanti nella lettura. Prima di acquistarlo avevo letto dalle recensioni di questo sito che non era un libro che trattava le profezie sulla fine del mondo così come lo hanno fatto altri autori. E' vero. Questo è un thriller genuino che "usa" le profezie in maniera originale. Dialoghi verosimili, storie "tese" al punto giusto, informatica, storia, passione, paura. Ingrediendi DOC. Compratelo!

  • User Icon

    Marietta Miri

    19/02/2010 09:00:13

    Se vi aspettate un libro foriero di catastrofi questo libro non fa per voi. Se, invece, cercate un thriller d'azione... compratelo immediatamente. Le quasi 300 pagine durano pochissimo talmente la lettura è scorrevole. Il protagonista sin dalle prime pagine rimane impelagato in una storia "che non era la sua" ma, una volta dentro, deve andare fino in fondo per salvare la sua vita e quella della sua Roberta. Azione, mistero, indagini informatiche, fughe, inseguimenti, suspense: non manca proprio nulla. Un ottimo thriller per un ottimo Paci.

  • User Icon

    Alessia

    16/02/2010 15:27:13

    "Non posso che esprimere il massimo voto per questo romanzo che mi ha davvero travolta piacevolmente. Avendo letto il romanzo precedente a questo "Biglietto di andata e ritorno", non si puo' che avere la curiosita' di leggere anche il secondo e ben riuscito "2012". Un romanzo d'avventura, intrigante e intenso. Ricco di colpi di scena, scritto molto bene anche grazie alla costruzione precisa dei dialoghi, Paci riesce a far immergere il lettore completamente nella storia. Qui ci troviamo dinuovo a rivivere gli avvenimenti e le disavventure dei due protagonisti, nei sotterranei della Miniera Trabonella proprio dove il romanzo ha inizio, per poi spostarci logisticamente a Roma, dove i fatti si intrecceranno in un susseguirsi di coup-de- theatre. Consiglio la lettura di questo romanzo a tutti coloro che amano il mistero, l'avventura, la suspence."

  • User Icon

    Carlo Pagatti

    09/02/2010 12:45:45

    Un approccio originale alle profezie del 2012. Paci utilizza questo argomento molto attuale per scriverci su una storia da vero thriller americano. Leggere questo libro mi ha fatto credere di trovarmi davanti allo schermo del cinema, con le immagini che scorrono ora luminose per le strade di Roma, ora tenebrose quando il protagonista si trova nei suoi sotterranei. Scritto in una maniera piacevolissima e con un linguaggio fluido, questo thriller ti stordisce con i suoi colpi di scena e con la velocità degli avvenimenti. Finale a sorpresa e... davvero singolare.

Vedi tutte le 20 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione