Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Dati e Statistiche
Wishlist Salvato in 34 liste dei desideri
A cercar la bella morte
Disponibilità immediata
5,50 €
5,50 €
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Tara
5,50 € + 5,10 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libreria Viva - Athena Snc
5,00 € + 6,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Folignolibri
8,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Libreria Piani
8,00 € + 5,30 € Spedizione
disponibile in 3 giorni lavorativi disponibile in 3 giorni lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Tara
5,50 € + 5,10 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libreria Viva - Athena Snc
5,00 € + 6,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Folignolibri
8,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Libreria Piani
8,00 € + 5,30 € Spedizione
disponibile in 3 giorni lavorativi disponibile in 3 giorni lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi
A cercar la bella morte - Carlo Mazzantini - copertina
Chiudi

Promo attive (0)

Chiudi
A cercar la bella morte

Descrizione


In questa opera autobiografica, Mazzantini racconta la sua esperienza di giovane "ragazzo di Salò". A diciotto anni, dopo l'armistizio dell'8 settembre, Mazzantini scappa da casa per andare al fronte a combattere. Unitosi ai superstiti di un battaglione di Camicie Nere conoscerà sui monti della Valsesia e della Val d'Ossola gli orrori, le lacerazioni e le contraddizioni della guerra civile. Giulio Nascimbeni di questo libro ha scritto: "E' la storia di uno dei tanti che dopo l'8 settembre scelsero di stare dalla parte dei tedeschi e dei repubblichini. Sognavano di combattere in prima linea contro gli angloamericani che risalivano lentamente l'Italia; quasi tutti andarono invece a rastrellare partigiani e renitenti alla leva nelle valli del settentrione".
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

4
1996
Tascabile
320 p.
9788831761871

Valutazioni e recensioni

4,4/5
Recensioni: 4/5
(10)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(4)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

New Gold Dreamer
Recensioni: 3/5
Mai rinnegare

Mi spiace mettere "solo" tre stelline, ma questo libro, che certamente ho apprezzato, risulta noioso e lento nelle prime cento pagine, dopo le quali Mazzantini ci fa entrare negli ardori, nelle inquietudini e anche - perché no - nelle mille e mille contraddizioni di quei giovani che, pur sapendo di prendere parte a una guerra già persa in partenza, non aspettarono un attimo ad arruolarsi dalla parte "sbagliata" per tenere fede ad una parola data o a quegli ideali nei quali erano stati educati e che certamente non volevano rinnegare. Ed è forse questo il messaggio centrale del libro: il valore di ciascuno di noi si vede proprio nel momento in cui siamo disposti a difendere i nostri valori nei grandi momenti di crisi, proprio come fecero questi giovani che non si vergognarono di definirsi fascisti, anche quando la maggior parte degli italiani - che pure lo era stata -, per stretti motivi di opportunismo, abiurarono in ciò a cui avevano creduto per ben vent'anni.

Leggi di più Leggi di meno
Federico Merlotti
Recensioni: 4/5
La guerra civile italiana del '43-'45 narrata da un giovane fascista

E' una delle poche opere sulla Guerra Civile italiana del '43-'45 scritta da chi combatteva dall'altra parte, indispensabile per chi voglia comprendere l'Italia di oggi. Romanzo bellissimo, ma tremendo, che ti arriva fin nelle viscere per rimanerti dentro. Raccomando di leggerlo con molta calma e meditarci a fondo. Un estratto: " Cosa ci aveva uniti ? Come mai a quella svolta ci eravamo trovati da quella parte? Cominciavamo a chiederci. Eravamo partiti su quel camion e poi? Cosa c'era stato in comune oltre a quel cantare e marciare, quei gesti e quei motti, quei sentimenti di rabbia e di rivolta, e ora quello di esclusione, e il rifiuto degli altri che rafforzavano rancori e volontà di rivincita mescolati a malessere che ti dava il ricordo del sangue sparso? Ci si radunava in certe salette umide come scuole di catechismo......Era gente che non avevi mai visto e non immaginavi potesse essere stata con noi......Avevano l'aria di cospiratori fuori moda, di eruditi di provincia......Portavano il linguaggio di quei giornali che non avevamo mai letto, di quelle trasmissioni di propaganda alla radio. Gente che somigliava a quei borghesucci che avevamo odiato e disprezzato,parlavano di cose che ci erano estranee e non suscitavano risonanze: di stato etico, di corporazioni, di socializzazione. Era questo che ci aveva spinti? Era per queste cose che eravamo andati a buttar via la vita e poi a uccidere e violentare? Era tutta lì quella cosa che gonfiava dentro, gonfiava e non si riusciva a esprimere?......Ciò che riuscivi a ricordare era un senso di nausea e di rivolta che ti aveva preso dopo i giorni di vergogna dell'Armistizio, davanti alla miseria in cui si era ridotta ......la vita; un impulso ad andartene, abbandonare quella gente pesta e rassegnata, mescolato al sentimento di aver subito un torto da parte loro, e la volontà rabbiosa di trovare un responsabile a tutti i costi, su cui sfogare la tua delusione e il risentimento per essere stato ingannato."

Leggi di più Leggi di meno
giuseppe
Recensioni: 4/5

Letteratura di guerra non noiosa, e già questo è molto; spesso insopportabile, non perché i protagonisti sono repubblichini, ma perché, con tutto che hanno il fucile in mano e vedono sangue tutti i giorni, rimangono irritabilmente adolescenti. Ci aggiungo il tipico " casermismo " che grazie a Dio le nuove generazioni non conosceranno. Per il resto ricordi nitidi di una lunga marinata da scuola per inseguire un ideale senz'altro più grande di loro. Direi che ci vorrebbero adolescenti così al giorno d'oggi.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(4)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore