Categorie

Massimo Cacciapuoti

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2006
Pagine: 176 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811665854

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio De Rosa

    13/12/2011 01.53.31

    Non il miglior libri di Cacciapuoti, manca qualcosa alla storia e i personaggi non sempre hanno sufficiente coerenza.

  • User Icon

    ant

    04/06/2006 16.32.08

    Sullo sfondo di una Napoli tetra, cupa, piovosa all'inverosimile(sembra Berlino!), corrotta e borghese; due ragazzi figli della Napoli bene si atteggiano a fare, prima i rivoluzionari annoiati e poi gli Sherlock Holmes "de noantri", con risultati fiacchi. Il libro non cattura mai completamente l'attenzione del lettore, e non raggiunge gli scopi prefissi, cioè far percepire al pubblico il disagio latente che si vive in questa città

  • User Icon

    paola

    03/05/2006 12.37.23

    linguaggio abbastanza scorrevole.... ma utilizzo eccessivo di 'paroloni'.. bisogna scrivere per essere letti da tutti è anche questa la bravura di uno scrittore...

  • User Icon

    lucrezia

    26/04/2006 17.45.09

    semplicemente fantastico

  • User Icon

    marino d'alessio

    22/04/2006 12.43.28

    Concordo con le stroncature. Delusione totale anche su uno scrittore che aveva cominciato benino-Pater familias- ha proseguito male-L'ubbidienza- e comtinua ora malissimo.

  • User Icon

    sylvia perini

    22/04/2006 12.27.01

    Romanzo di assoluta mediocrita'/ Scrittore senza perizia.

  • User Icon

    francesca

    22/04/2006 11.57.15

    Libro insulso e stonato.Per quanto ampia possa essere ormai la definizione di 'scrittore', eviterei di inserirvi Cacciapuoti.

  • User Icon

    paolo

    21/04/2006 02.45.01

    Bellissimo! Un libro di una intensità unica. Mi ha emozionato dall'inizio alla fine. ho amato tutti i personaggi, soprattutto quelli femminili. Napoli poi è bellissima soprattutto nelle descrizioni notturne. Per non parlare dei bellissimi scorci procidani. La psicologia dei personaggi è fine molto dettagliata, scavata nel fondo. Bravo cacciapuoti.

  • User Icon

    annasilvia

    19/04/2006 14.55.40

    Perdetevi pure questo romanzo , se avete idea di cosa sia la letteratura.Un libro senza qualita',senza spessore, una di quelle cose avvilenti che vi portano a pensare di aver sprecato tempo a leggere. Poverissimo di idee, ridicolo nella lingua, rabberciato nella struttura. Evidente l'imbarazzo di molti recensori su diversi quotidiani. Bravo Francesco Durante , che ha avuto il coraggio di dire apertamente che questo libro, in pratica, fa sorridere....

  • User Icon

    antonia

    31/03/2006 15.31.04

    Pessimo, superficiale in maniera imbarazzante, linguaggio che non e' ricercato ma solo improbabile, da uso del dizionario dei sinonimi. Evoluzione da noia mortale, approfondimento psicologico meno che inesistente,infantilismo acuto nelle descrizioni di carattere amoroso-sessuale, che farebbero sorridere anche il piu' sprovveduto degli scrittori. peggiore persino del precedente cacciapuoti, e ci voleva grande abilita'...Davvero incredibile come il mercato editoriale riesca a veicolare prodotti assolutamente scadenti.

  • User Icon

    Luisa

    29/03/2006 18.29.32

    Bellissimo: Bravo Cacciapuoti, grande passo avanti rispetto ai romanzi precedenti. Una storia che prende, scritta con una stile rapido e incisivo: assolutamente da non perdere.

  • User Icon

    lucia

    24/03/2006 10.00.30

    Una storia forte, una lingua ricercata, personaggi scolpiti, una trama avvicente, più piani narrativi, un finale a tratti spiazzante. Si legge tutto di un fiato questo romanzo molto napoletano dallo stile decisamente personale. Non inquadrabile. E quindi da non perdere.

  • User Icon

    ermanno chiarini

    15/03/2006 16.05.56

    A tratti sciatto, altre volte pretenzioso fino all'imbarazzo .... sembra un copia-incolla da fonti varie, pezzi di cose appiccicate insieme...napoli poi e' un teorema . nulla convince....

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione