Categorie

Jeanne Kalogridis

Traduttore: M. Visentin
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2006
Pagine: 590 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830423077

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bella

    23/07/2012 00.04.07

    Romanzo che si legge in breve tempo, coinvolgente la trama e verosimile che i fatti romanzati non siano poi così distanti da ciò che avvenne nelle stanze dei Borgia. La prosa non mi è piaciuta, non se se a causa della traduzione o dalla pochezza letteraria del testo in lingua originale. Le scene di sesso sono terrificanti...scritte proprio male. Per fortuna rare e veloci altrimenti il voto sarebbe stato più basso.

  • User Icon

    David C.

    22/03/2012 19.36.10

    Davvero un bellissimo romanzo! Una scrittrice che sa il fatto suo, capace di narrare in modo coinvolgente e appassionante. Lo consiglio vivamente, come consiglio anche "La regina maledetta", della stessa autrice.

  • User Icon

    Isabella

    21/02/2012 17.17.13

    Romanzo indimenticabile che con magistrale bravura racconta, tra fantasia e realtà, la storia dei Borgia e degli avvenimenti che hanno caratterizzato il periodo storico di riferimento. Assolutamente da leggere!

  • User Icon

    Clara

    07/01/2012 17.35.23

    Mi è piaciuto tantissimo! lo consiglio oltre che per l'intreccio anche per chi vuole rispolverare un po' di storia di quegli anni! Consigliatissimo

  • User Icon

    rosy

    14/06/2011 22.31.14

    un libro indimenticabile che resta attaccato all'anima...

  • User Icon

    A.M.

    30/08/2010 15.26.44

    Un pezzo di storia del Rinascimento rivissuto attraverso le parole, i pensieri e i moti dell’anima di Sancia d’Aragona, figura sovente relegata dai più all’ombra dei Borgia. In questo romanzo invece, la Kalogridis mostra ed offre ammirazione e solidarietà incondizionate per una nobildonna che assurge al ruolo d’eroina. E noi riusciamo a gioire, amare e soffrire con lei; noi possiamo immedesimarci in lei e toccare Cesare, Lucrezia e papa Alessandro. Riusciamo ad attraversare piazza San Pietro, a percorrere gli appartamenti dei Borgia e affacciarci ai balconi di Castel Sant’Angelo, sperando di vedere un Vesuvio che non c’è… Ecco, queste sono le sensazioni che mi piacerebbe sedimentassero in un angolo della memoria per poterle rievocare pensando a questo agosto 2010. Se così sarà, il libro avrà fatto centro. Quello che posso asserire a caldo è qualcosa di più tangibile e riguarda la pesantezza della narrazione nella seconda metà, dove lo sviluppo della trama procede a rilento e il racconto perde forza. Ho riscontrato diversi errori nell’imbastitura, soprattutto incongruenze di natura temporale con personaggi già defunti presenti in varie scene et similia. Naturalmente in un’opera di quasi 600 pagine ci può stare, però il tutto incide negativamente sulla fluidità della trama. La vicenda è senza dubbio avvincente, purtroppo però parzialmente vanificata proprio da un meccanismo narrativo non oliato a sufficienza e destinato ad incepparsi. Non mi sono inoltre piaciute le note di sovrannaturale che stonano nell’incedere degli eventi. Nella postfazione, l’autrice conferisce al lettore le chiavi del romanzo, svelando quali episodi sono realmente accaduti per lasciare poi il resto degli aneddoti all’immaginazione che certo non le manca (vedi il complotto finalizzato all’assassinio di Alessandro VI). Pregi e difetti si alternano, dunque. Solo il tempo dirà se il romanzo storico di Jeanne Kalogridis conserverà un posto nella mia memoria.

  • User Icon

    Riccardo

    31/01/2009 20.07.14

    trascinante fin dalla prima pagina. la scrittice come in un vortice ti porta dentro la storia, come se il lettore fosse osservante dei fatti accaduti. sei dentro il palazzo dei borgia, nella sale delle sibille insieme a tutti i personaggi realmente esisititi che spradroneggiano in tutti i sensi in queste pagine. e allora ti immedesimi, una volta nei panni di Sancia ( la giusitiziera) una volta soffri per lucrezia così sensibile nelle mani del fratello e del padre. ho letto molti libri sui borgia ma la figura di sancia era in secondo piano quindi ho apprezzato ancora di più questo libro in quanto Sancia parla direttamente in prima persona. le 590 pagine sono volate letteramente e non solo grazie alle vicisittudine dei borgia che si prestano a essere rappresentanti in un romanzo, ma sopratutto per la bravura e l'abilità della scrittrice che scrive in modo chiaro anche di politica, e ti narra in modo lapalissiano la storia dei borgia. non mi sembrano che ci siano stati strafalcioni storici, al limite qualcosa veramente inventata come per esempio la storia di cesare e sancia;penso che sia stata inserita per giustificare in questo modo varie cose. ottimo inoltre perchè presente a fine libro tutti i fatti storici veramente accaduti presenti nel romanzo, quindi chi legge questo romanzo non legge un semplice romanzo, ma un romanzo storico e sono quelli che io preferisco perchè nello svago sono presenti anche tracce di cultura. a chi si è appassionato alla famiglia sanguinaria e incestuosa dei borgia non posso che consigliare altri libri su questa famiglia, in particolare quello di maria bellonci su lucrezia borgia. altamente consigliato......

  • User Icon

    asher

    26/02/2008 13.51.46

    E'un romanzo storico imperdibile, conferma che la Kalogridis è davvero una grande scrittrice!

  • User Icon

    Lucia

    14/02/2008 15.06.32

    Bellissimo, intrigante, dal ritmo sempre sostenuto. Indimenticabile la figura di Sancia ma anche di tutti i principali personaggi piu' o meno positivi che l'accompagnano nel corso degli eventi.Di rilievo anche le ambientazioni. Sicuramente è da leggere soprattutto per coloro che non riescono a resistere al fascino di sapere che i personaggi di cui si parla sono realmente esistiti e i loro cuori, tanto tempo fa, hanno realmente palpitato!

  • User Icon

    Roberta

    04/01/2008 08.56.07

    Un romanzo storico appassionante dove la bella Sancia d'Aragona, l'io narrante della storia, ci guida attraverso intrighi di corte, insidie e delizie. Un spaccato della corte dei Borgia descritta benissimo. Ho letto varie biografie di Lucrezia Borgia e la figura di Sancia e' sempre stata messa in secondo piano. In questo racconto viene fuori una donna forte e coraggiosa che cerca di ribellarsi al destino che alri hanno deciso per lei.

  • User Icon

    Luca

    27/12/2007 20.41.58

    Terribilmente bello, intrigante, ricco di colpi di scena... Ancora una volta la Kalogridis riesce a stupire tutti noi con un altro dei suoi 'capolavori'.

  • User Icon

    silvia

    19/12/2007 14.29.43

    grande romanzo storico. i personaggi sono vivi e reali,le emozioni intense. grande dimostrazione di orgoglio e dignità da parte della nobildonna narrante: sancia d'aragona. si legge tutto d'un fiato.

  • User Icon

    zeta

    18/05/2007 15.24.07

    carino ma niente di paragonabile ai capolavori della Bellonci

  • User Icon

    MIKA

    05/11/2006 20.40.12

    Davvero un ottimo romanzo,le emozioni trasmesse sono fantastiche.

  • User Icon

    morrigan

    22/09/2006 12.27.56

    E' un libro semplicemente meraviglioso, uno dei più bei romanzi storici che abbia mai letto. Ho solo un appunto da fare: ho letto molti saggi sulla vita di Lucrezia Borgia, e in quanto studiosa di storia, dall'esame dei testi che a lei si riferiscono, in particolare testi di poeti e letterati del periodo, che la amarono moltissimo come figura esemplare di moglie e di madre, emerge una figura che fu in pieno vittima del padre e del fratello Cesare(che l'autrice tratteggia perfettamente, così come in realtà fu), e che l'immagine dell'avvelenatrice incestuosa fu diffusa dai detrattori della famiglia, invidiosi del suo potere e della sua ascendeza politica. Sarebbe molto bello se si parlasse di Lucrezia alla luce dei documenti del tempo, anziché basarsi sulle basse illazioni popolari che hanno infangato la sua figura sino ad oggi. In conclusione, penso che il libro si presterebbe molto bene ad essere soggetto di un film, poiché racchiude azione, intrigo e sentimento in un mix davvero emozionante, pur dando un'immagine di Lucrezia Borgia che non condivido affatto.

  • User Icon

    Giulia

    19/09/2006 17.19.27

    Bello davvero questo libro! L'ho letto in soli due giorni, forse il migliore della Kalogridis. L'unica cosa: è stata troppo buona a dipingere una Lucrezia Borgia così tranquilla.

  • User Icon

    Elisa G.

    13/07/2006 12.05.53

    Un romanzo storico semplicemente straordinario.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione