Categorie

Michele Prisco

Collana: La Scala
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
Pagine: 248 p.
  • EAN: 9788817866941

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Magistrale

    17/01/2013 18.22.14

    "Gli altri", di Michele Prisco è un bellissimo libro, di alta letteratura, che procede su due registri, quello narrativo, incentrato su un singolare accadimento che scuote Amelia Jandoli, un'anziana maestra di ricamo dalla vita piatta, e quello memorialistico, che riguarda l'esperienza dell'autore relativamente alla scrittura di quel romanzo - preso, lasciato, ripreso. Una storia forte e avvincente dall'italiano a dir poco divino, che permette a noi lettori una lecita invasione della privacy di uno scrittore magistrale. Con sua stessa (di Prisco in persona, cioè) sorpresa finale per un epilogo che ha preso il sopravvento sulla penna. Perché la buona scrittura vive di vita propria.

  • User Icon

    Nicola Intrevado

    13/01/2012 19.02.56

    E' il libro d' addio alla scrittura creativa di Michele Prisco, la sua ultima pubblicazione di tutta una produzione di capolavori, nel quale egli con grande onesta' descrittiva e morale, ritrovando un un vecchio manoscritto mai ultimato, si interroga sulle ragioni narrative del suo lavoro di ogni giorno. Il romanzo prende corpo di capitolo in capitolo, inframezzato da un corsivo nel quale trovano luogo le vere problematiche della scrittura, i dubbi che assalgono le vicende, le scelte che incalzano la fabula stessa della trama, che, una volta tanto vengono fuori allo scoperto, e senza alcuna pausa di apparire in abiti da lavoro, come una operosa maestranza, ch si mostrano mentre stanno allestendo un Opera. Ed e' il pensiero intimo dello scrittore seduto fra le sue carte, di un grandissimo talento come Prisco, la parte piu' interessante del libro. Uno scrittore riservatissimo che mette allo scoperto il suo " io " narrante e lo offre al lettore attento, molto attento, e curioso, molto curioso, di questa operativita' che vale sempre la pena di conoscere per capire tutto cio' che le parole del libro, volutamente, tacciono.

Scrivi una recensione