Categorie

Aldo Nove

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2000
  • EAN: 9788806146481
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it € 6,21

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ivan

    10/07/2015 18.34.01

    In poche frasi, con poche parole, Aldo NOve riesce a condensare sensazioni ed emozioni di un adolescente in piena fase di innamoramento. Poesia allo stato puro.

  • User Icon

    Michela

    19/03/2010 19.49.31

    Un libro veramente profondo. E' scritto in modo particolare, ma l'autore è riuscito a trasmettere in modo chiaro e preciso il suo messaggio, ci parla delle esperienze di vita di un ragazzo qualunque. Ci racconta dei suoi sentimenti, delle sue sensazioni, del vuoto che i giovani provano nella società. Bel finale, fa sorridere e pensare positivo.

  • User Icon

    Francesco

    03/09/2009 14.29.13

    Bellissimo, avrei voluto scriverlo io. Delicato, originale, emozionale. Credo che sia il mio libro preferito in assoluto di tutti i tempi. Tranquilli, non sono Aldo Nove sotto falso nome, sono proprio io.

  • User Icon

    marco d

    13/10/2006 13.28.13

    lo sto leggendo...qua non è questione di piacere o non piacere. bisogna essere oggettivi. è un libro che come gran parte della letteratura di 9 mi sembra significativamente verista e intimista. il che non è poco.e dietro al linguaggio c'è sempre una vita come dire, riconoscibile. bisogna apprezzare il lavoro letterario di svisceramento, espressione e il raccontare disinvolto. dalla realtà vissuta alla letteratura. il mestiere va riconosciuto bella gente. e mi sembra che ci sia stato, coraggioso e senza filtri- scrivere, pura vita.

  • User Icon

    teo

    20/03/2006 12.29.09

    Me-ra-vi-glio-so. Nella top five di sempre. Il suo libro più riuscito. Dopo esperimenti non sempre al top stavolta.. centro. :) t

  • User Icon

    Gabriella Gabbini

    25/09/2005 09.31.51

    Riassunto del libro: E' la storia di due ragazzi (un ragazzo e una ragazza) che si conoscono dalle elementari e col passare degli anni ognuno si costruisce una vita propria, ma poi a 28 anni si ritrovano in un supermercato di periferia (il racconto è ambientato vicino a Foggia) e nonostante lei abbia già due figli decidono di scappare al nord e di mettere su una pizzeria da asporto. Alla fine però non ci riescono perchè la zia di lui ha amici in un paese vicino a dove loro si trasferiscono (nei pressi di Varese) e vengono scoperti e riportati a casa con le denunce per abbandono del tetto coniugale e dei figli. Il libro finisce con gli atti del processo dove il giudice li condanna a delle multe e forse anche penalmente ma non so, perchè non ho finito di leggerlo, verso la fine è un po' noioso.

  • User Icon

    vincenzo

    29/08/2005 21.32.01

    Una delle più belle e tenere storie d'amore di fine millennio.

  • User Icon

    Greta

    11/07/2005 08.49.58

    Amore mio infinito è un gioiellino di poesia, di rimpianto e di malinconia. L'ho letto con tenerezza.

  • User Icon

    Marco

    22/04/2005 16.39.25

    Un piccolo capolavoro.

  • User Icon

    vassago

    05/04/2005 12.44.51

    ho letto superwoobinda e puerto plata market. poi è stata la volta di amore mio infinito. non è stato facile inizialmente. soprattutto perchè in quel periodo passavo da Kundera a Suskind a Carrol ma poi cercando di carpire il significato dei suoi messaggi (mai troppo sottintesi)cercando di districarmi nelle maglie intricate del suo stile ho scoperto la sua genialità.la capacità di dipingere un quadro con un linguaggio innovativo. la capacità di balzare da un registro all'altro con una leggerezza in grado di evocare malinconia, orrore e romanticismo. rimangiate quanto scritto su Isabella Santacroce, magari leggettevi Revolver se non lo avete ancora fatto. saluti

  • User Icon

    enzo

    19/01/2005 18.48.58

    Ragazzi, non me ne vogliate ma penso che la gente come Nove abbia inventato il filone di libri più insignificante della storia delle lettere. Racconta le storie d'amore tra moscerini come se stesse parlando di giganti. Io penso che dovrebbe prima andare a lavorare, così forse imparerà delle storie più interessanti e se qualcuno gli insegna a scriverle probabilmente imparerà a raccontarle. é uno scrittore che non sa inventare storie, non sa creare personaggi, stampa concetti banalissimi e insieme a lui Santacroce, Brizzi (che almeno sa tenere una penna in mano anche se racconta scemenze), Scarpa e compagnia bella.

  • User Icon

    Valerio

    09/01/2005 23.57.31

    A me è piaciuto molto "amore mio infinito", del resto mi erano già piaciuti anche gli altri suoi libri, noto che c'è una forte polarizzazione intorno al giudizio su aldo nove: o lo apprezzi molto o lo reputi un deficente.... Non penso comunque che si possa dire che non sappia scrivere, certo si è scelto uno stile che non incontra i gusti piu' tradizionali...leggetevi il racconto su marta russo in superwoobinda....

  • User Icon

    giovanna guastalla

    08/12/2004 13.03.49

    Ho letto tutti i libri di Aldo Nove, compreso La balena (che non mi è piaciuto per niente, troppo autocompiacimento, raschia la pentola nel fondo delle stesse cose, parti brillanti, parti noiosissime). Amore mio infinito resta la sua cosa più bella, la più intensa.Ho visto che è dedicato a una persona: complimenti ad Aldo Nove perché ha saputo farsi ispirare dall'amore e dalla gioia dell'amore. Si sente, e arriva dentro a tutti quelli che leggono. (Un po' Aldo Nove ti invidio questo amore grande e infinito...)

  • User Icon

    federica

    23/09/2004 13.33.34

    Ho letto il libro appena è uscito...mi è piaciuto molto, ci ho trovato dentro tanta poesia...tanto amore! L'ho regalato a Davide.

  • User Icon

    federica

    30/08/2004 17.48.21

    ho letto il libro 4 anni fa quando è uscito, mi è piaciuto moltissimo! l'ho trovato poetico, emozionante...chi ha dato voti bassi non l'ha capito!

  • User Icon

    Francesco

    14/06/2004 16.15.36

    Non sarò nè un esperto nè un critico letterario, ma voglio dare un consiglio a chi ha intenzione di leggere questo libro: ragazzi, risparmiate i soldi e andate al cinema.

  • User Icon

    Carlo Dergano

    20/11/2003 22.03.10

    Un romanzetto che ad un esordiente non sarebbe mai stato pubblicato (per fortuna, povera Amazzonia).Aldo Nove è il giovane (38 anni...) scrittore più sopravvalutato della sua generazione, escludendo la sua amica Isabella Santacroce e Enrico Brizzi.

  • User Icon

    Marco

    24/07/2003 08.45.54

    Stupendo, un dolce tuffo nel passato! Da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    erika bressan

    26/01/2003 15.56.04

    Aldo Nove dimostra chiaramente di non aver nulla a che fare con i nomi a cui spesso la critica più stolida lo accomuna (ammaniti e scarpa, scrittori di altra levatura davvero) ma dovrà essere inserito, insieme alla santacroce, nella categoria "grandi bluff, vi prego fate altro".

  • User Icon

    gianni buzzo

    24/01/2003 15.36.49

    Aldo Nove fa bene a scrivere su tutti i giornali che trova e pubblicare racconti su Amica, Elle e Topolino. Quella è la sua abilità: un grande pr di se stesso. Come scrittore è insulso. Questo libro è ancor più ridicolo di Puerto Plata Market (e con questo ho detto tutto).

Vedi tutte le 40 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione