copertina

L' amorte

Alessandro Bergonzoni

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Garzanti
Anno edizione: 2020
Formato: Tascabile
In commercio dal: giugno 2020
Pagine: 165 p., Brossura
  • EAN: 9788811813316

€ 9,50

In uscita da: giugno 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il primo libro di poesia di Bergonzoni può essere la dimostrazione che, a forza di "praticare l'inesistente che c'è", non ci si riduce, anzi, ci si spande e si dilaga. Con quest'opera infatti riparte, ancora, per una delle sue prime incalcolabili volte. Una scrittura piovana, anfibia e incrociata, di chi si sente "più autorizzato che autore, più scritturato che scrittore, perché il pensiero è frequenza e a noi è concesso captarla, accoglierla, farla abitare".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Levin

    20/03/2020 16:28:01

    Testo poetico insolito, ma sempre ricco di spunti sottili, stringenti e di sicuro interesse per tutti coloro che conoscono e apprezzano l'autore, sia per chi ne apprezza l'opera teatrale e letteraria, sia per tutti coloro che vogliono avvicinarsi per la prima volta a forme poetiche innovative, ma non per questo meno suggestive.

  • Alessandro Bergonzoni Cover

    A 24 anni dopo l’Accademia Antoniana e la laurea in giurisprudenza, inizia la collaborazione artistica con Claudio Calabrò, da quel momento regista-supervisore di tutta la sua attività fino a Madornale 33, debuttando in teatro nel doppio ruolo a lui congeniale di attore-autore con Scemeggiata (1982), a cui faranno seguito Chi cabaret fa per tre (1983) e La regina del Nautilus (1984). Già in questi primi spettacoli Bergonzoni sviluppa i suoi temi comici: il rifiuto del reale come riferimento artistico, “l’esplorazione” linguistica e l’assurdo come mondo comico da esplorare a tutto campo.Il 1985 oltre al debutto de La saliera e l’ape Piera, vede Bergonzoni impegnato con le sue prime esperienze radio-televisive. Ma è con Non è... Approfondisci
Note legali