Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' anatra, la morte e il tulipano - Wolf Erlbruch - copertina

L' anatra, la morte e il tulipano

Wolf Erlbruch

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: V. Starnone
Editore: E/O
Collana: Il baleno
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 10 aprile 2007
Pagine: 32 p., ill. , Brossura
Età di lettura: Da 4 anni
  • EAN: 9788876417740

21° nella classifica Bestseller di IBS Libri Bambini e ragazzi - da 4 anni

Salvato in 177 liste dei desideri

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Venduto e spedito da Multiservices

spinner

Disponibile in 10 gg lavorativi

Solo 2 copie disponibili

+ 5,50 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 14,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Già da molto tempo l'anatra aveva come un presentimento. 'Chi sei? E perché mi strisci alle spalle di soppiatto?' 'Bene, finalmente ti accorgi di me' disse la morte. 'Sono la morte.' L'anatra si spaventò. Non la si può certo rimproverare per questo. 'E adesso vieni a prendermi?'". L'autore Wolf Erlbruch ha vinto il premio Hans Christian Andersen nel 2006, da molti considerato il Nobel alla letteratura per ragazzi. Età di lettura: da 4 anni.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,83
di 5
Totale 6
5
5
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Francesca

    17/05/2020 18:22:40

    Questo libro è un capolavoro. Profondamente poetico e altrettanto franco, delicato ma ironico. Uno di quelli che non riaffiorano alla mente senza disegnarti sulle labbra un sorriso. Malinconico, ma tant'è.

  • User Icon

    Toccante

    21/09/2019 18:38:22

    Veramente molto bello. L'essenzialità del testo e dei disegni non tolgono nulla alla profondità del messaggio e, anzi, la evidenziano. La vita raccontata con estrema dolcezza e malinconia. Consigliatissimo

  • User Icon

    Cristina

    20/09/2019 19:22:50

    Di una chiarezza e di una semplicità disarmanti... uno dei miei migliori acquisti

  • User Icon

    Monica

    20/09/2019 14:40:24

    Un albo illustrato che può catturare non solo i piccini ma anche i grandi, grazie alla sua poetica. Le immagini sono delicate, ma dirompenti per il forte significato che portano con sé.

  • User Icon

    Alice

    22/06/2019 16:33:13

    La morte qui ha un volto. Ma non è né buona né cattiva. Semplicemente è parte della vita.

  • User Icon

    Patri

    20/09/2018 14:08:53

    Libro molto particolare. Di grande formato con illustrazioni veramente accattivanti. La storia affronta in maniera molto singolare il tema della morte; ritengo che forse potrebbe risultare un pò "difficile" per alcuni bambini, probabilmente perchè ci si aspetterebbe una storia meno diretta, con illustrazioni colorate e spazio alla fantasia. Qui, anche la morte (strepitosa nella sua rappresentazione) rimane a corto di risposte sulle grandi domande che riguardano l'aldilà. Forse un libro che può essere apprezzato anche da un pubblico adulto, che come me, lo acquista anche se non ha bambini con cui condividerlo.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente

ORA, PRIMA, DOPO

Le domande dei bambini (e dei filosofi) in due splendidi libri

Pensare a prima e dopo è un concetto strano per i bambini, il loro universo temporale gira intorno a quello che stanno vivendo. Più facile è percepire lo scorrere dei momenti di una giornata. A partire da questo l'illustratrice coreana Somin Ahn ha disegnato tutto quello che può accadere in “Un minuto” (Corraini 2016) per raccontare ai più piccoli quante sfumature può avere il tempo presente.

Un minuto è semplicemente contare i secondi che si muovono con le lancette di un orologio, scoprire quali parti del corpo cambiano oppure osservare le azioni che si possono compiere rapidamente, come il gesto di salutare. Un minuto non è mai uguale all'altro: velocissimo nella gioia o lentissimo nella fatica, nel dolore o nella noia. E se allarghiamo lo sguardo intorno a noi, in quello stesso minuto, c'è chi muore e chi nasce.

Nascere rappresenta un altro enigma filosofico dell'infanzia: “Cos'ero quando non c'ero? E dov'ero prima di esserci?”, chiedono spesso i bambini. La scrittrice Luisa Mattia ha lavorato nella scuola primaria su queste domande che, su invito della casa editrice Topipittori, sono diventate una poesia per l'albo “Prima di me”, illustrato dai Mook, coppia di artisti, scultori, incisori e designer che creano oggetti con materiali di recupero.

“C'era il niente prima di me?”: con queste parole, al centro di un uovo bianco immerso nel color zafferano, inizia il libro.

Sembra che non c'era niente ma c'erano tutti, c'erano il mare, gli alberi, il gelato ed “ero niente dentro a tutto quanto. Ero niente dentro a tutti. Ero tutti e tutto.” Poi l'io prende forma, come acqua, pesce, uccello, vento, tuono, brivido, risata, passando dalla materia ai suoni fino a essere traccia, corpo, occhi, voce e nome. L'autrice racconta il diventare con parole d’acqua, aria, terra e fuoco. I Mook seguono ciò che cambia forma con segni e figure materiche gialle, turchesi, bianche e marroni stampate coi timbri. Parole calde di vita incontrano figure geometriche e astratte per ricordare o immaginare le sensazioni con cui abbiamo costruito l'idea del prima.

Per cercare di immagine cosa succede dopo, è stato da poco ristampato da E/O  il preziosissimo “L'anatra, la morte e il tulipano” di Wolf Erlbruch, pietra miliare della letteratura per raccontare il passaggio dalla vita alla morte.

A un certo punto l'anatra si accorge di essere seguita dalla Morte che è arrivata per accompagnarla nel tempo che le resta, nel caso in cui le capiti un incidente. Iniziano a confrontarsi con naturalezza sulla fine senza però che la Morte abbia risposte né sul paradiso delle anatre, dove si diventa angeli e si può guardare la terra dall'alto, nè sull'inferno, dove nelle viscere della terra si finisce arrostiti: “E' sorprendente ciò che vi raccontate voi anatre. La verità è che non lo sa nessuno”.

Insieme trascorrono il tempo: fanno un bagno nello stagno e l'anatra scalda la Morte infreddolita, si riposano, salgono su un albero a chiacchierare, fino a quando, col passare dei giorni, è l'anatra ad avere per la prima volta freddo e chiede alla Morte di scaldarla. Nel loro abbraccio si chiude la vita che scivola nella corrente del fiume. Nelle grandi pagine bianco panna non ci sono visioni dualistiche, tantomeno risposte certe. Sullo sfondo sono appoggiati a collage delicati disegni a matita: un animale e uno scheletro che si scambiano pensieri ed emozioni per trovare possibili risposte al ciclo dell'esistenza. Ognuno inventa la sua storia, raccogliendo il tulipano fiorito lasciato dalla Morte sul retro di copertina per regalarlo a qualcuno con cui si vuole condividere la vita.

 

  • Wolf Erlbruch Cover

    È un illustratore e scrittore di libri per bambini pluripremiato.Utilizza varie tecniche nei suoi lavori: collage, pittura, disegno... Ha realizzato moltissimi libri tradotti in tutto il mondo. Tra i suoi indiscussi capolavori Chi me l'ha fatta in testa?, scritto con Werner Holzwarth nel 1998 (in Italia pubblicato da Salani), La grande domanda - La grande question (2003), pubblicato in Italia da e/o nel 2004, L'anatra, la morte e il tulipano - Ente, Tod und Tulpe, del 2007 pubblicato da e/o in Italia lo stesso anno.Tra i premi più importanti ricevuti il Deutscher Jugendliteraturpreis nel 1993 (per Il miracolo degli orsi - Das Bärenwunder) e nel 2003; il Premio Hans Christian Andersen per l'illustrazione nel 2006. Approfondisci
Note legali
Chiudi