Andrea Chénier

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Umberto Giordano
Direttore: Riccardo Chailly
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Decca
Data di pubblicazione: 1 gennaio 1985
  • EAN: 0028941011725

€ 18,99

€ 41,50
(-54%)

Punti Premium: 19

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Questo azzurra sofà ... Compiacente a'colloqui ... Son
2
Il giorno intorno già s'insera lentamente! ... Via,
3
Soffoco, moro tutta chiusa
4
Passiamo la sera allegramente! ... O Pastorelle addio!
5
Al mio dire perdono
6
Colpito qui m'avete ... Un dì all'azzura spazio
7
Perdonatemi! ... La notte il giorno portiamo
8
Per l'ex inferno!
9
Temer? Perchè?
10
Roucher? ... Credo a una possanza arcana
11
Calligrafia invero femminil!
12
Ecco laggiù Gérard ... La donna che mi ha chiesto
13
Non mi saluti? Trattieni qui Chénier
14
Ecco l'altare...Eravate posente
15
Maddalena di Coigny!
Disco 2
1
Dumouriez traditore ... Grazie, cittadini
2
Lacrime e sangue dà la Francia!
3
Son la vecchia Madelon ... Amici ancor cantiam
4
L'uccello è nella rete! ... Donnina innamorata
5
Nemico della Patria?
6
Carlo Gérard? ... Io t'aspettava!
7
La mamma morta
8
Mamma Cadet! ... Gravie de Vergennes!
9
Sì, fui soldato .. Passa la vita mia
10
Udiamo i testimoni! ... Qui la giustizia ha nome
11
Cittadino, men duol
12
Come un bel dì di maggio
13
Il vostro giuramento vi sovvengo! ... Benedico il
14
Vicino a te
15
La nostra morte è il trionfo dell'amor
  • Montserrat Caballé Cover

    Soprano spagnolo. Dopo un lungo tirocinio come comprimaria, si impose nel 1965 nella Lucrezia Borgia di Donizetti al Carnegie Hall di New York, che le dischiuse le porte dei principali teatri del mondo. È stata tra le migliori interpreti di Bellini, di Donizetti e del primo Verdi per la voce duttile e dolcissima, l'uso sapiente dei pianissimi nelle note acute, la morbidezza del legato. Soprano prettamente lirico, si è però anche accostata ai ruoli più drammatici di Verdi e Puccini, nonché all'agilità rossiniana. Approfondisci
  • Luciano Pavarotti Cover

    Tenore. Esordì nel 1961 a Reggio nell'Emilia con La Bohème di Puccini, destinata a diventare l'opera a lui più congeniale, cui si aggiunsero presto altri due titoli capitali della sua brillantissima carriera, L'elisir d'amore di Donizetti e Un ballo in maschera di Verdi. Attorno a queste tre opere, interpretate più e più volte in tutto il mondo, ha costruito un repertorio ben calibrato di ruoli lirico-leggeri (soprattutto donizettiani e belliniani), poi gradualmente affiancati da personaggi più drammatici. L'oculatezza nelle scelte gli ha permesso di conservare pressoché integro uno strumento vocale unico per morbidezza, lucentezza e perfezione tecnica, che unitamente alle innate doti comunicative ha favorito un'eccezionale popolarità internazionale. Vanta una vastissima discografia, che spazia... Approfondisci
  • Umberto Giordano Cover

    Compositore. Studiò a Napoli con P. Serrao, G. Martucci, M.E. Bossi, e conseguì il primo successo con Mala vita (poi rielaborata con il titolo Il voto), rappresentata a Roma nel 1892. L'opera è decisamente improntata al gusto verista, con una crudezza di soggetto inconsueta. Dopo Regina Diaz (Napoli 1894), compose la sua opera più popolare, Andrea Chénier (libretto di L. Illica, Milano 1896), cui seguirono Fedora (libretto di A. Colautti, Milano 1898), Siberia (libretto di L. Illica, Milano 1903), Marcella (libretto di L. Stecchetti, Milano 1907), Mese mariano (libretto di S. Di Giacomo, Palermo 1910), Madame Sans-Gêne (libretto di R. Simoni, New York 1915), La cena delle beffe (libretto di S. Benelli, Milano 1924) e infine Il re (libretto di G. Forzano, Milano 1929). Dopo il 1929 la sua produzione... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali