Categorie

Isabelle Autissier

Traduttore: L. Pozzo
Anno edizione: 1996
Pagine: 160 p.
  • EAN: 9788842520511
POZZO, LUCIA, Donne in mare. Le avventure di una professionista della vela

AUTISSIER, ISABELLE / LE SEGUILLON, ANTOINE, Appuntamento con il mare
scheda di Vaccarino, G.L., L'Indice 1996, n. 7

Due libri di donne - una francese e un'italiana -, che fanno vela d'alto mare in competizione con i più prestigiosi velisti (maschi) del mondo, hanno un interesse che in sé va al di là della sola cerchia degli appassionati della vela: sono un segno di quanto stia cambiando il costume e la condizione della donna ai giorni nostri, e di quanto questi cambiamenti incidano anche in un mestiere, quello dell'andar per mare, che fin dalla notte dei tempi è stato considerato un campo riservato esclusivamente ai maschi.Lucia Pozzo si considera, ed è a tutti gli effetti, un marinaio di prim'ordine.E ha scritto questo libro per rivendicarlo in faccia al mondo. Èinsofferente nei confronti del "femminismo" (o di ciò che considera tale), ma organizza, comanda, e naviga sui mari del mondo con equipaggi, in genere, tutti femminili.Nasconde sentimenti e indignazioni sotto il linguaggio spiccio di chi vuole andare subito al sodo.Ammette di non essere una brava scrittrice (il libro sembra talvolta il diario di una divertente gita scolastica), ma non se ne preoccupa più di tanto.Einvece, un po' più di lavoro artigiano di scrittura (del tutto analogo a quello che lei svolge con perizia e amore nella manutenzione delle barche d'epoca) avrebbe maggiormente giovato alla sua causa.
La francese Isabelle Autissier, navigatrice solitaria, è entrata di diritto nel novero più ristretto dei grandi velisti d'altura di oggi.In questi mesi sta preparando la nuova barca per la Globe Challenge, il giro del mondo in solitario, senza scalo, che partirà a novembre di quest'anno.Se sarà assistita dalla buona sorte, potrà anche risultare vincitrice, perché ha già dimostrato di averne tutti i numeri.Il libro racconta la storia di questa graziosa parigina di quarant'anni, riservata e determinata, dalle prime uscite in mare dell'adolescenza fino a oggi.Racconta anche, naturalmente, la sua drammatica avventura di fine '94 nell'Oceano indiano, quando la barca da lei condotta in solitario, già provata da una rottura dell'albero, poi fortunosamente riparata, venne scoperchiata e resa ingovernabile da una terribile burrasca. Isabelle dovette attendere per alcuni giorni la salvezza in elicottero, lasciando il mondo intero con il fiato sospeso, come molti ricorderanno dalle prime pagine dei giornali del tempo.La sfortuna aveva iniziato a colpirla quand'era in testa alla regata con diversi giorni di anticipo sui più agguerriti rivali di sesso maschile di tutto il mondo.Appuntamento con il mare non è in realtà un'opera della Autissier in prima persona, ma è una lunga intervista di Le Seguillon, il che è un po' un peccato, perché la Autissier è anche una scrittrice raffinata e di fine sensibilità, come dimostra la rubrica che tiene regolarmente sulla rivista francese di nautica "Bateaux".