Ars Sra

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: 1919
Supporto: Vinile LP + CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Spittle
Data di pubblicazione: 1 marzo 2019
  • EAN: 8033706210949
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Edizione in CD + vinile
Questa è la ristampa definitiva del primo album del gruppo sperimentale La 1919. Originariamente pubblicato nel 1987 da ADN, la divisione Italiana di Recommended Records, Ars srA è stato il primo esempio di collaborazione a distanza tra il duo milanese, il leggendario chitarrista americano Henry Kaiser e il sound artist canadese anticonformista John Oswald. La musica che ne risultava attingeva ad elementi Art-Rock anni '70 ed Elettronica anni '80. Un mix eclettico di chitarre à la Fred Frith in salsa orientate, suoni sintetici freddi e batterie programmate. Una sorta di terra di nessuno in cui elementi dall'estetica Rock in opposition incontrano il lato più sperimentale della New Wave. L'album include un dichiarato omaggio alla seminale coalizione Frith-Laswell-Maher, attraverso una versione metronomica di "Killing Time", la title track del primo album di Massacre. L'LP viene fornito con grafica e contenuti aggiornati tra cui immagini inedite e vari cimeli + un CD con tracce extra. Essenziale!
Sfilano Underwater Photography che non cela elementi progressivi, la percussiva, vagamente dadaista, resiaKyrneH, l'esotico quadretto Hawii 5.0, l'atmosferica Progetti di grandi città con terrazze, notturno Jazz, l'Avant scontrosa e dseducente de Il margine, arguta libray e Gli eroi del lavoro quasi residentsiana.
(Blow Up Marzo voto7/8)
Ospiti anche due colossi dell'Avant, John Oswald e Henry Kaiser, è un sorprendente gioco a incastri di chitarre dalle traiettorie impossibili, echi di This Heat, nastri e voci, drum machine ossessive, Jazz e Ambient virati Industrial.
(Rumore Marzo, voto 8)
La loro musica, caratterizzata da synth, campionamenti, chitarre, ebbe un suo ristretto ma appasionato seguito nei circuiti off nazionali e nel tempo le loro strade si incrociarono con quelle di Charles Hayward e Chris Cutler per live condivisi e collaborazioni. Da riscoprire.
(Rockerilla Marzo)
| Vedi di più >
Note legali