Categorie

Mario Monicelli

Curatore: L. Codelli
Editore: Dedalo
Collana: Prisma
Anno edizione: 1986
Pagine: 216 p. , ill.
  • EAN: 9788822045201

scheda di Tomasi, D., L'Indice 1987, n. 4

Regista fra i più nobili della riscoperta arte della commedia all'italiana, Monicelli dà qui corpo a un proprio profilo autobiografico, con l'aiuto complice del critico Lorenzo Codelli. Il presente volume nasce infatti da una serie di amichevoli conversazioni avvenute nel corso di vari anni e che qui si trasformano in una sorta di lungo monologo nel quale Monicelli narra il proprio avventuroso viaggio attraverso venti anni di cinema italiano. Dall'esordio di "Totò cerca casa" (1948), attraverso i successi de "I soliti ignoti" (1958), "I compagni" (1963), "L'armata Brancaleone" (1966), "Amici miei" (1975), "Un borghese piccolo piccolo" (1977) sino al recente "Speriamo che sia femmina" (1986), il regista toscano si è sempre mosso in bilico tra le ambizioni d'autore e le soluzioni di mestiere. Questo difficile e precario equilibrio si evidenzia in più parti nei suo libro, come ad esempio accade nelle malcelate battute polemiche nei confronti di Visconti o del neorealismo e nell'elaborazione di un proprio principio di scrittura, che l'autore stesso sintetizza con la frase: "La maniera più difficile di girare consiste nel far tutto con la massima semplicità". Il volume comprende anche il testo di una commedia inedita scritta dall'autore tra il 1948 e il 1950.