Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Arthur e il popolo dei Minimei

Arthur et les Minimoys

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Arthur et les Minimoys
Regia: Luc Besson
Paese: Francia
Anno: 2006
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 8,75

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 3,00 €)

Arthur ha dieci anni ed è affascinato dalle storie che sua nonna gli racconta prima di dormire. I suoi sogni sono popolati dalle tribù africane e dalle incredibili invenzioni descritte in un vecchio libro magico che apparteneva al nonno, misteriosamente scomparso quattro anni prima. Nel libro Arthur trova gli indizi per trovare un tesoro nascosto nel giardino di casa. Ma la cosa più sorprendente è che nel giardino si nasconde un mondo quasi invisibile, popolato da minuscole creature, chiamate Minimei. E per entrare nel loro regno Arthur dovrà diventare piccolissimo.
4,25
di 5
Totale 4
5
2
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Pakita95

    30/06/2018 18:04:00

    Film per tutta la famiglia, leggero e divertente

  • User Icon

    Giuseppe

    27/08/2012 05:02:55

    molto bello e benfatto voto 5

  • User Icon

    massimo

    14/12/2007 10:44:36

    Molto gradevole. Un buon mix tra attori in carne e ossa e cartoon. Sul filone dei recenti micromondi formicheschi racconta una storia gradevole con un buon intreccio. Eccellente anche la colonna sonora.

  • User Icon

    Alberto

    16/11/2007 15:48:13

    Luc Besson torna dietro la macchina da presa e bisogna ammetterlo: stavalta non ha sbagliato. Luc non è uno che si sottrae alle sfide. Anche quando le perde la sconfitta è sempre dignitosa:"Noi Europei siamo capaci di reggere la competizione americana". In effetti i "prodotti" di Besson sono sempre un po' commerciali ma sono di indubbia qualità e non hanno nulla da invidiare. Anche questo film non fa eccezione. Niente di nuovo sotto il sole, ma risulta godibile senza eccessi di scenegiatura. Ovviamente i detrattori d'oltreoceano si fanno sempre riconoscere, criticando il film perché non ha numeri da colossal come Polar Express, Shreck, Cars o Monster house. Arthur non è un capolavoro come "la città incantata" o "Il castello errante di howle" ma è meglio di altri prodotti americani.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2007
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 102 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Italiano (DTS 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; interviste: intervista a Arthur; dietro le quinte (making of); speciale: Il magico mondo di Arthur; video musicale: Elijah music video
  • Luc Besson Cover

    Regista e sceneggiatore francese. Esordisce con l’interessante Le dernier combat (1983), allucinata cronaca in bianco e nero di un pianeta dilaniato da una catastrofe nucleare. Dopo il fiammeggiante Subway (1985), interamente ambientato nella metropolitana di Parigi, e il retorico Le grand bleu (1988), ottiene un clamoroso successo nel 1990 con Nikita, travolgente film d’azione che racconta con stile acceso e personale le avventure di una fragile ma implacabile killer costretta a uccidere per conto dei servizi segreti. Il carattere del killer solitario è ripreso in Leon (1994), girato negli Stati Uniti. Definito «il più americano fra i registi europei», nel 1997 realizza Il quinto elemento, interessante fusione fra la fantascienza, il film d’azione e il fumetto, che esalta la sua passione... Approfondisci
  • Mia Farrow Cover

    "Propr. Maria de Lourdes Villiers F., attrice statunitense. Figlia del regista John F. e dell'attrice M. O'Sullivan, a nove anni è colpita dalla poliomielite, che contribuisce a caratterizzarne l'aspetto fisico, fragile e minuto, con uno sguardo indifeso dai tratti malinconici. Raggiunta la notorietà in patria grazie alla serie tv Peyton Place, R. Polanski la sceglie per interpretare Rosemary's Baby (1968), il film che la rende celebre a livello internazionale. È la volta poi di un altro grande regista, J. Losey, che la dirige in Cerimonia segreta (1968), scavando nella candida immagine dell'attrice e facendone emergere gli aspetti più torbidi. Nel 1974 è al fianco di R. Redford in Il grande Gatsby di J. Clayton, tratto dal romanzo di F.S. Fitzgerald, in cui interpreta una ricca signora in... Approfondisci
Note legali