Categorie

Agatha Christie

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 238 p.

46 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Gialli - Gialli classici

  • EAN: 9788804519041

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Chatta

    04/09/2016 16.11.57

    Il libro è indubbiamente uno dei più belli della giallista,interessante e molto coinvolgente, riesce a portarti fino al finale, alquanto insolito e sbalorditivo,con il fiato sospeso e il naso incollato alle pagine. Nella seconda parte è piuttosto noioso a causa delle deposizioni di tutti i passeggeri.

  • User Icon

    Roberto

    18/06/2015 14.34.16

    Il classico dei classici! Fantastico, replicato più volte anche in versione cinematografica. Con questo libro ritengo che Agatha Christie abbia raggiunto il top del genere letterario. Ogni singolo personaggio è magistralmente descritto e caratterizzato, con uno specifico ruolo, come in una partita di scacchi. Poirot in grande forma. Mitico!

  • User Icon

    Emma

    15/06/2015 13.53.02

    Davvero bello! Orginalissima l'ambientazione, certamente un must per gli amanti del genere e non. Nonostante questo, "Assassinio sull'Orient Express" non è uno dei miei preferiti dell'autrice , probabilmente dovuto al fatto che sono riuscita ad individuare il colpevole verso metà libro ( il che non mi capita spesso). Comunque, la lettura risulta godibilissima.

  • User Icon

    Holly-chan

    03/07/2013 02.28.33

    E' il libro più famoso dell'autrice, ma per quanto sia bellissimo, secondo me non regge il confronto con altri come Poirot sul Nilo o Un delitto avrà luogo. Detto questo trovo comunque obbligatorio leggerlo, non solo perchè è davvero bello, ma anche perchè è passato alla storia per l'originalità dell'ambientazione e ha segnato un'epoca: non si contano, dopo la sua pubblicazione, libri e film ambientati sull'Orient Express. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    nicola intrevado

    16/06/2013 18.17.46

    Non leggo gialli, se non qualcuno sotto l' ombrellone. E in tal caso consiglio : " Il senso di smila per la neve ", titolo che peraltro si presta ad arte alla calura estiva. Non li leggo perche' solo in pochissimi casi, rarissimi a mio avviso, si trova in essi : capacita' di scrittura assieme ad un disegno crimonoso interessante e stupefacente. I due ultimi termini messi insieme rendono l' eventualita' rara pari ad una cometa sul tetto. E, credo che un giallo debba rispondere, necessariamente, ad un principio di realta' che possa poi, essere messo al vaglio con i canoni della logica, non solo investigativa e quindi dello stile della fabula, quanto piuttosto della logica in genere. Inoltre, deve essere credibile in termini di possibilita' che i dati, sia pure bizzarri, esposti nel racconto proposto si possano trovare poi il loro posto, in termini del tutto iscrivibili, in una realta' della piu' ordinaria, diversamente parleremmo di fanta-giallo. Ora, questo lavoro della Christie e' non solo del tutto improbabile in termini di meccanica della dinamica accadimentale fino a sfiorare l' impossinbilita' stessa, ma sfugge persino ai canoni di realta' fino al ridicolo e questo poiche' e' del tutto impensabile che i confini delle nazioni citate, e le varie nazionalita' dei 12 viaggiatori, lascino l' investigazione ad un signore belga, sia pure famoso ma solo per i lettori dell' autrice e per gli spettatori di bocca buona, e sia pure con baffetti e occhi verdi dei piu' " brillanti ". Piu' che un libro giallo, per quanto celebrato e persino tradotto in film hollywoodiano, mi sembra un libro marcatamente di tinte rosa. Ma Hollywood si sa bene : non ha mai avuto gusto. P.S. Spiace al lettore scrivere in questi termini di un testo cosi' tanto amato dai recensori di IBS, spiace essermi collocato al di fuori del coro ma non tollero nulla che non rispetti cio' che il genere promette di offrire. Diffidate anche voi. Se chiedete caviale che sia tale, non sgombero.

  • User Icon

    Sele

    06/02/2013 21.23.59

    Il 5 non basta per dare un punteggio a questo capolavoro di Agatha Christie! Ogni suo giallo è meglio del precedente ma con questo si è meritata la sua più grande fama! Bellissimo, geniale, inaspettato e acuto!!

  • User Icon

    Kaya

    19/01/2013 21.02.00

    Un libro molto affascinante, sia per il carismatico carattere del suo protagonista, sia per come è scritto: un intreccio, un mistero da scoprire, che il lettore (o per lo meno io) desidera ardentemente risolvere prima della fine, con le proprie capacità intuitive. Personaggi e assassinio perfettamente organizzati per una conclusione inaspettata, anche se in parte prevedibile. Non per nulla l'autrice è tanto popolare nel mondo. Allora peché non dedicargli il massimo dei voti? Purtroppo ho trovato gran parte del libro parzialmente noioso, ad esclusione della fantastica fine naturalmente. Così il mio voto finale in realtà sarebbe un 7, quindi tre stelle e mezzo. Per contraddizioni e/o condivisione di pareri su questo libro contattatemi pure sull'indirizzo e-mail. ;)

  • User Icon

    ROBIRO

    19/10/2012 15.26.08

    Semplicemente orchestrale, ogni singolo personaggio ha un ruolo ben preciso nella scacchiera. Ogni particolare per Poirot è un possibile indizio........ Tutto eccellente, non a caso siamo ancora a parlare di Agatha Christie.

  • User Icon

    Michela

    16/10/2012 14.52.00

    Altro capolavoro firmato Agatha Christie. Si tratta di un romanzo fatto a regola d'arte con un bel colpo di scenda finale.Come in tutti i suoi romanzi, il finale è a sorpresa e davvero sconvolgente, non si può far altro che definirlo eccellente!

  • User Icon

    PAOLO

    25/09/2012 13.35.37

    Buon vecchio giallo classico come si scrivevano negli anni 30-40 con epilogo sorprendente anche se inverosimile.

  • User Icon

    Marco

    30/08/2012 10.15.21

    Un classico favoloso con una soluzione fuori dal comune, ottimi i personaggi e fantastico più del solito Poirot!!!! Imperdibile!

  • User Icon

    zombie49

    03/07/2012 09.18.25

    Anni '30. Il celebre investigatore belga Hercule Poirot viaggia sull'Orient Express da Istanbul a Calais. Stranamente, data la stagione, tutti gli scompartimenti della vettura letto sono occupati. Al mattino, un ricco americano dall'aspetto poco rassicurante viene trovato ucciso nella sua cuccetta, colpito da numerose pugnalate. Il treno è fermo, bloccato dalla neve tra i monti della Serbia. Poirot procede all'interrogatorio dei viaggiatori... Classico caso del delitto nella stanza chiusa, in un luogo da cui, come in "Dieci piccoli indiani", nessuno si può allontanare. Due romanzi speculari, sul tema della giustizia oltre la giustizia. Una situazione assolutamente improbabile, ma la straordinaria caratterizzazione dei personaggi rende la lettura estremamente piacevole, e la soluzione finale è sorprendente, almeno x chi legge il romanzo x la prima volta. Libro cult della letteratura gialla, di cui Agatha Christie, dopo 80 anni, rimane maestra insuperabile, e che si legge e rilegge sempre volentieri, anche quando si conosce già il finale.

  • User Icon

    Mister x

    26/05/2012 15.29.18

    avrei dato 10/1, così commemoro questo grande libro con un po' di rime: grande è il treno stretta è la ferrovia se qui c' è stato un capolavoro non è colpa mia

  • User Icon

    AlessandroVeleno

    19/05/2011 19.44.39

    Bello bello bello belloo

  • User Icon

    francesco c.

    21/04/2011 17.06.55

    Credo che siano davvero poche al mondo le persone che quando sentono la parola Giallo non vadano immediatamente con la mente ad Assassinio sull'Orient Express. E' il classico dei classici, la sua fama lo precede e sono pronto a scommettere che la grande Agatha abbia fregato tutti, salvo forse qualche genio dell'intuizione. Già perché il finale non ha proprio niente di classico e per quanto ti puoi scervellare a trovare il colpevole sei praticamente destinato a fallire. Ambientazione meravigliosa e suggestiva, descrizioni asciutte e minimaliste, sono i fatti e gli orari a scandire il ritmo. La Christie è così brava che si permette di darci le informazioni più importanti già nelle prime pagine perché tanto si fida della sua arte depistatoria. Opera inevitabile per chi ama il genere....molto bello!!

  • User Icon

    KidChino

    12/09/2010 18.06.35

    Veramente un giallo con la G maiuscola! Essendo un appassionato enorme di Sherlock Holmes andavo con i piedi di piombo a leggere altri gialli definiti "classici" ma la Christie mi ha lasciato veramente a bocca aperta! La struttura e la linearità di questo libro sono fantastici e il finale è a dir poco impensabile! Un colpo di scena alla Agatha Christie! Spero di iniziare a leggere presto "Dieci piccoli indiani" e di restare di nuovo a bocca aperta grazie a questa brillante scrittrice. Assolutamente consigliato.

  • User Icon

    daniele pace

    12/06/2010 19.25.20

    sarebbe da massimo dei voti, s non fosse che si intuisce il finale un po presto.comunque dall'ambintazione ai personaggi tutto veramente bello.

  • User Icon

    alessandro

    06/02/2010 07.20.25

    è il libro più bello in assoluto che abbia mai letto, e straordinario ha uu finale molto inaspettato, io e credo che sia il giallo perfetto, anche l'ambientazieone è molto srana,non vi dico il finale vi raccomando leggetelo!!

  • User Icon

    Francesco

    13/01/2010 18.47.51

    Beh, che dire, perchè chi adora i libri della Christie non può certo mancare uno dei suoi più riusciti capolavori.

  • User Icon

    Mettiu

    12/01/2010 16.05.38

    Devo essere sincero, mi sarei aspettato di più. Non che il libro sia brutto, anzi! Però sin da metà romanzo ho cominciato ad intuire il finale. Assassinio sull'Orient Express è cmq un ottimo giallo il cui unico difetto forse è essere troppo lineare.

Vedi tutte le 64 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione