Categorie
Traduttore: K. M. Guldbrandsen
Editore: Mondadori
Edizione: 2
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 272 p.

10 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Filosofia - Storia della filosofia occidentale - Dal 1600 al 1900

  • EAN: 9788804477877

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Enzo Gallitto

    27/04/2016 15.38.51

    Il sottotitolo "Etica ed estetica nella personalità" specifica l'alternativa che si pone all'uomo: si tratta di decider tra la vita estetica e la vita etica. È una scelta che si impone, una risoluzione che modifica radicalmente il corso dell'esistenza dell'uomo. Se ogni scelta è in fondo una scelta etica, chi vive esteticamente non sceglie, perché vivere esteticamente è vivere nell'indifferenza. La personalità dell'esteta in sé non è nulla, è solo in rapporto agli altri. Ciò che da valore all'uomo non è la cultura dello spirito, ma la maturità della personalità e l'etica consiste appunto nella ricerca della personalità. Kierkegaard, in aspra polemica con la filosofia hegeliana che media tutti i contrasti in una sintesi superiore, accetta la mediazione logica solo come riflessione sul passato, sulla storia, ma non per la vita, per l'azione nel futuro ove la volontà dell'uomo dispiega la sua personalità nella "scelta", nella determinazione di tutti i giorni ? Kierkegaard distingue tra la sfera del pensiero, cui appartengono la logica, la natura e la storia in cui regna la necessità, e la sfera della libertà, dell'interiorità, della personalità, secondo la distinzione kantiana tra il mondo della natura (fenomenico) e il mondo della libertà (noumenico). Enzo Gallitto

  • User Icon

    lorenzo

    13/02/2012 14.31.59

    libro interessantissimo, con l'unico svantaggetto nel fatto che non ha capitoli o paragrafi, e quindi ti tocca interrompere per forza questa sua lunghissima lettera (lo stile è quello), rischiando di non ricordarti che cosa diceva prima... se avesse spezzato il libro in quel modo, sarebbe stato meglio; in ogni caso è scritto benissimo, e la traduzione è eccellente

  • User Icon

    giovane_titano

    14/02/2009 18.59.36

    Libro molto bello, seguito di altri libri del filosofo Sören Kierkegaard. Non da leggere senza basi di filosofia nè senza basi del pensiero Kirkegardiano, altrimenti potrà risultare un libro buttato per aria. Fondamentale è il problema della scelta, trattata e spiegata molto bene nell'introduzione, ma che Kierkegaard si preseterà a spiegare al lettore nel corso del libro sotto forma di dialogo (se così si può definire). Un modo innovativo, con esempi e contro esempi. Alcuni di loro condivisibili, altri un pò troppo estremi. Resta da capire se davvero alla fine del libro saremmo in grado di scegliere davvero, oppure se siamo avvolti ancora di più dal dubbio ...

Scrivi una recensione