copertina

L' autunno della guerra santa. Viaggio nel mondo islamico dopo l'11 settembre

Gilles Kepel

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Carocci
Collana: Le sfere
Anno edizione: 2002
In commercio dal: 29 marzo 2002
Pagine: 152 p.
  • EAN: 9788843022243

€ 6,59

€ 12,20
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In questo diario di viaggio Gilles Kepel, conoscitore dell'Islam contemporaneo, ci guida attraverso i fermenti e le tensioni che percorrono il mondo islamico all'indomani dei tragici avvenimenti dell'11 settembre. Il lettore viene accompagnato nelle università a rivivere le accese discussioni tra studenti e intellettuali, nelle strade brulicanti dove si confrontano abitudini occidentali e modi di vita tradizionali, nei centri di potere dove si delineano le strategie politiche di domani.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Cahier de voyage di uno degli islamologi più noti e affermati in Europa, questo libretto raccoglie in forma di piccoli ritratti e apologhi quotidiani quel che è un doppio bilancio: una riflessione partecipata sullo stato d'animo delle comunità arabo-musulmane del Mediterraneo durante e dopo gli eventi dell'11 settembre e, al contempo, un bilancio personale di chi ha dedicato molti anni al loro studio. Un volumetto agrodolce, insomma, pubblicato con calcolato tempismo dopo i fatti che hanno sconvolto l'Occidente - qui più categoria dello spirito che dimensione strettamente geografica -, ma che hanno parlato anche al cuore dell'Oriente. Consigliato quindi alla lettura non solo degli specialisti, ma anche, e soprattutto, del grande pubblico. Conoscitore dei movimenti fondamentalistici islamici, Kepel, riprendendo una consolidata tradizione letteraria, offre uno spaccato socio-etnografico di un universo di persone, culture, atteggiamenti più prossimi a noi di quanto non siamo disposti ad ammettere. Vanno sottolineate la sobrietà dei giudizi e l'amabilità della narrazione.

Claudio Vercelli

Note legali