Categorie

Marta Palazzesi

Editore: Giunti Editore
Collana: Y
Anno edizione: 2013
Pagine: 384 p. , Rilegato

Età di lettura: Young Adult.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

  • EAN: 9788809041301

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cristina

    30/10/2013 16.55.39

    Ho appena terminato di leggere il primo volume della serie la casa dei demoni di Marta Palazzesi. Che dire? Certamente ci sono somiglianze con l'accademia dei vampiri di Richelle Mead, ma la differenza fondamentale è che quella serie l'avevo trovata indigesta, mentre questo libro l'ho trovato divertente. La Palazzesi ha creato dei personaggi simpatici, soprattutto la protagonista Thea, la storia è avvincente e invoglia a proseguire la lettura con un sequel. Si, devo dire che nel panorama dei romanzi young fantasy, questo mi sento di consigliarlo, a differenza di altri.

  • User Icon

    Luisa Rossignoli

    26/09/2013 12.41.43

    Un libro fantastico. Ho ancora negli occhi le immagini e nel cuore le emozioni che mi ha suscitato. Ora finalmente posso leggere il secondo capitolo!

  • User Icon

    Clara Parravicini

    19/08/2013 09.50.43

    Bellissimo! Un'opera che si gusta pagina per pagina. D'accordo, non è difficile intuire che il libro preferito di Marta Palazzesi è L'accademia dei vampiri di Richelle Mead date le somiglianze, ma si da il caso che sia anche uno dei miei libri preferiti, quindi la cosa non mi disturba affatto. Anzi, essendo l'edizione italiana della bellissima saga della Mead ferma ormai da tempo al quarto volume, rigustarne la magia ne Il bacio della morte mi ha davvero entusiasmato. Per essere un libro d'esordio, è davvero ben scritto, scorrevole, fresco. Marta scrive davvero bene! I personaggi sono tutti molto ben strutturati e caratterizzati, vividi. La narrazione in prima persona rende ancora più piacevole e semplice la lettura, ed è davvero impossibile non affezionarsi alla protagonista, Thea. Originale l'idea dei demoni. Approfondite e ben fatte anche le descrizioni, senza però mai risultare eccessive, sembra quasi di poterci camminare nei Palazzi, insieme ai personaggi. Questo libro è un gioiello! Un ultimo complimento per il formato, grande come un tascabile ma rilegato, perfetto da leggere sotto l'ombrellone al mare, come ho fatto io.

  • User Icon

    ale

    20/04/2013 09.48.48

    La protagonista, Thea(il nome di una rosa, giusto?) richiama moltissimo la Rose della Mead. E le similitudini non finiscono certo qui. Una copia(mal riuscita) dell'accademia dei vampiri. Mah.

  • User Icon

    Marta

    25/03/2013 21.08.53

    Brutto brutto brutto. La storia ha potenziale che non viene sfruttato e la scrittura non mi ha colpito x niente!! Per l'ennesima volta mi sono fatta fregare da una bella copertina!

  • User Icon

    Mockingjay

    24/02/2013 19.46.46

    Mi sono apprestata a leggere questo libro piena di buone intenzioni, mi sono detta "Ma sì, dai, non ci saranno davvero tutte queste analogie con la saga "L'accademia dei vampiri", saranno solo esagerazioni!" E invece, a malincuore, mi sono dovuta ricredere. Le somiglianze con la saga della Mead ci sono, sono tante e si notano abbastanza. Il punto è che io dubito siano state intenzionali. Capita di leggere un libro, amarlo e poi magari, di scrivere.. non so, una fan-fiction? Con questo non voglio assolutamente dire che Il bacio della morte sia una fan-fiction di VA, certo che no. Solo che magari l'autrice non se ne è neppure resa conto. La cosa che mi lascia perplessa è che la casa editrice abbia pubblicato un romanzo con "basi" così simili a quelle di un "suo simile". Detto ciò, ci sarebbe da aspettarsi un giudizio negativo da parte mia, ma non è così. Perché, al d là delle somiglianze con VA, Il bacio della morte mi è piaciuto, e non mi faccio problemi a dirlo. La Palazzesi, considerando che questo è il suo romanzo d'esordio, scrive più che bene, ho letto il libro in pochissimo tempo proprio grazie alla sua penna scorrevole e spesso divertente. Una delle altre critiche che sono state rivolte a Il bacio della morte è la scarsa caratterizzazione dei personaggi: non sono d'accordo. I personaggi infatti, chi più e chi meno, hanno tutti una personalità e un carattere ben definito, in particolar modo la protagonista, Thea. Thea è senza dubbio il personaggio meglio caratterizzato del romanzo. Immagino che l'idea fosse quella di creare una protagonista divertente, ribelle, un po' irriverente, ma comunque piacevole. Così non è stato, almeno per me. Nel complesso, quindi, Il bacio della morte è un romanzo carino, che non si discosta dai stereotipi che incatenano il genere a cui appartiene ma che intrattiene a dovere.

  • User Icon

    Eleonora89

    07/02/2013 10.12.20

    Devo confessare che, all'inizio, questo libro non riusciva proprio a prendermi. Parte lento e, nonostante la lingua affilata e l'humour della protagonista si fa un po' di fatica ad affezionarsi a lei. Tuttavia, da un certo punto in poi - quando Damian diventa uno dei personaggi principali - la storia decolla e scorre liscia fino alla fine. Se di fine si può parlare, considerando che siamo solo al primo volume di una trilogia. Un buon esordio, senza dubbio, anche se attraversato a tratti da una narrazione un po' incerta. Aspetto con ansia i prossimi capitoli della serie, perché ho il presentimento - fondato - che Marta Palazzesi stia per sorprenderci.

  • User Icon

    Cla

    22/01/2013 14.19.39

    Già il materiale uscito prima del libro mi aveva dato un' idea di quale potesse essere l' atmosfera di questo romanzo e mi sembrava davvero che ci fossero proprio tutti gli elementi e le premesse per una storia fantastica. Atmosfera e ambientazione molto affascinanti, esattamente in linea con i miei gusti e con ciò che preferisco, personaggi ben caratterizzati, storia ben pensata e non scontata...insomma, tutto mi faceva ben sperare ed ero molto curiosa. È scritto benissimo ed in modo molto coinvolgente, capace di mantenere sempre alto il livello di attenzione. Racconta una storia profonda e sotto certi aspetti anche un po' cupa, ma con in più un incredibile tocco di ironia che mi ha fatto ridere moltissimo e che è uno dei maggiori punti di forza del romanzo, così come lo è la protagonista. Thea è una ragazza ribelle, sempre pronta ad infrangere le regole e ad escogitare metodi ingegnosi, ma spesso fallimentari, per farlo. È forte e determinata, divertentissima, sarcastica e graffiante. Mi ha colpito quanto sono resi bene, molto vividamente, i vari aspetti di lei e del suo carattere. I rapporti tra i personaggi, cosa per me importantissima, sono intensi, emozionanti e credibili. In generale non averi potuto sperare di meglio.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione