Categorie
Artisti: Eric Clapton
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Reprise
Data di pubblicazione: 26 agosto 2005
  • EAN: 0093624939528
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,78

€ 13,50

Risparmi € 4,72 (35%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello
Disco 1
  • 1 So Tired
  • 2 Say What You Will
  • 3 Going Left
  • 4 Love Don’t Love Nobody
  • 5 Revolution
  • 6 Lost And Found
  • 7 Heaven
  • 8 Love Comes To Everyone
  • 9 One Day
  • 10 One Track Mind
  • 11 Run Home To Me
  • 12 Back Home

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carboni

    12/02/2006 12.55.19

    Elegante, semplice. Senza particolari acuti, il disco non risulta noioso e pur mancando la specialità di Clapton, il blues, l’album suona bene e in maniera coerente. Un album di Pop-Rock. Tutto qui. Forse il momento migliore è “Piece of my heart” e “One Day”. Senza dimenticare “Run home to me". Dentro quest’album c’è anche Steve Winwood e Billy Preston. Dodici pezzi di cui sei, sono a firma di Clapton, gli altri sono cover. Dimenticavo...bella anche “Revolution”. In questa traccia, il Clapton se la prende giustamente con quegli artisti che invece di fare musica si mostrano continuamente in tv per opere “benefiche” più per la loro immagine che per i risultati concreti che ottengono. Una parola inoltre, credo vada spesa anche per le coriste dell’album: a dir poco splendide, impreziosiscono un lavoro degno di Eric Clapton.

  • User Icon

    Carboni

    04/09/2005 14.46.13

    Zio Clapton (60 anni) ha fatto centro. Nulla di più diverso dai precedenti e deludenti “Pilgrim” e “Reptile”. Elegante, semplice, perfetto. Senza particolari acuti, il disco non risulta noioso e pur mancando la specialità di Clapton, il blues, l’album è davvero il migliore dai tempi di “Jorneyman”. L’unico pezzo blues è “Lost and found”, rock-blues in questo caso. Forse il momento migliore e culmine è la successiva “Piece of my heart” e “One Day”. Senza dimenticare “Run home to me”, tanto bella da far venire i brividi. Dentro quest’album c’è anche Steve Winwood e Billy Preston. Dodici pezzi di cui sei, sono a firma di Clapton, gli altri sono cover. Dimenticavo...bella anche “Revolution”. In questa traccia, il Clapton se la prende giustamente con quegli artisti che invece di fare musica si mostrano continuamente in tv per opere “benefiche” più per la loro immagine che per i risultati concreti che ottengono. Una parola inoltre, credo vada spesa anche per le coriste dell’album: a dir poco splendide, impreziosiscono un lavoro degno di Eric Clapton.

Scrivi una recensione