Editore: Perdisa Pop
Collana: Walkie Talkie
Anno edizione: 2008
Pagine: 326 p., Brossura
  • EAN: 9788883724534
Usato su Libraccio.it - € 8,64

€ 8,64

€ 16,00

9 punti Premium

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Umberto

    24/09/2013 19:41:19

    Noir classico, notevole nei colpi di scena. Alta tensione dall'inizio alla fine. Sembra quasi una sceneggiatura di un film d'azione. Meriterebbe essere portato sullo schermo da un grande regista

  • User Icon

    VIR

    07/06/2011 10:59:37

    Bel libro, bella trama, bella storia, ambientazione, personaggi, caratteri, dialoghi e il tutto molto bendescritto. Incertezze tecniche come piccole sbavature quà e là...

  • User Icon

    darkroom

    03/07/2009 00:20:16

    Bel libro accidenti. Mai, dico mai, noioso. Peccato certe ripetizioni linguistiche: manca un po' di editing.

  • User Icon

    bodycold

    30/06/2009 16:07:48

    In una Sarajevo ancora segnata da una guerra dimenticata e da odi mai sopiti si consuma una guerra tra bande per il controllo dei traffici della città, pilotata dalla misteriosa Ombra. Due testardi poliziotti, Lovro, che sembra uscito direttamente dai fotogrammi del serial “The shield”, e Emir, giovane alle prime armi sceso dalle montagne, incrociano nella loro indagine boss mafiosi, gemelli assassini, statue di John Wayne, zingare veggenti, emuli di John Holmes, sadiche killer, fino ad arrivare alla tragica conclusione. Custerlina costruisce un romanzo rocambolasco, con continui cambi di velocità e di fronte, costellato di personaggi cattivi, bastardi fino al midollo ma ai quali comunque ci si affeziona. Ottimi i dialoghi che ricordano il miglior Tarantino. Un altra stella è entrata nel firmamento del noir italiano!

  • User Icon

    Blueberry

    29/06/2009 08:45:01

    Passata la parte iniziale dove si presentano i vari protagonisti del libro (e mannaggia che prima li chiama per nome e poi per cognome, ad un certo punto me li sono scritti su un foglio… hihih) in tutte le loro storie intricate, poi le vicende si dipanano in un alternarsi di situazioni, come un film che cambia continuamente scena ad ogni capitolo. Accattivanti gli ultimi capitoli che mi hanno incollata e il finale… bhe, non posso dire altro e sperare in una “non fine”. Mi è piaciuta la scrittura, le descrizioni non si dilungano, sono molto di effetto e colgono i minimi particolari. Trovo ben scritti i dialoghi, ironici e cattivi, veloci come un fumetto. Mi sono piaciuti i personaggi, dove anche i buoni… sono cattivi. Non lo definisco un noir questo libro… è un libro d’azione! E’ un film…. che rivedrei volentieri!

  • User Icon

    Carlo D.

    15/04/2009 12:35:08

    Mi riesce difficile credere che Custerlina sia uno scrittore al suo esordio. Il romanzo è congegnato benissimo, la trama è divertente, ma sono i dialoghi ad essere sorprendenti. Secchi, efficaci e assolutamente personalizzati. Ogni personaggio (e ce ne sono molti) parla a modo suo. Che sotto ci sia il solito noto che si firma con uno pseudonimo? Potrebbe essere, anche perchè un romanzo di questo tipo non l'ha ancora scritto nessun italiano. Lettura consigliata per tutti e specialmente per gli amanti di Tarantino e compagnia.

  • User Icon

    Puzzone

    20/01/2009 10:11:58

    Il libro è ottimo. Scrittura veloce, diretta, senza fronzoli. La storia non ha crepe: è ricca di descrizioni minuziose, mai di maniera o eccessivamente lunghe. L'autore ci descrive una Sarajevo intrigante che profuma di culture diverse, di cipolla e di criminali disposti a tutto per spartirsi la torta.

  • User Icon

    valeria

    05/12/2008 13:54:15

    A leggere questo libro ti ritrovi regista tuo malgrado: è una scrittura piena e corposa ma anche fumettosa, tanto che a un certo punto ti vedi accanto ai personaggi, a seguire i dialoghi, le azioni. Non lo vedo come un noir, giallo o checchesia, trattasi di pura azione, adrenalina, con quel pizzico di tutto quello che da pepe a una storia. Si gusta dall'inizio alla fine, una fine che pone il lettore in attesa di una nuova pazza avventura. Come classificarlo? Diciamo che se dovessero farne un film mi aspetterei che lo girasse Tarantino. Se dovessi paragonarlo ad altri autori, il primo che mi viene in mente è Leonard, solo che Custerlina è un po' meno intimo con i personaggi. E' formidabile infine questa storia pulp immersa in quella che è la realtà della Bosnia, percettibile a tutti i sensi: la visione delle ferite di Sarajevo, il canto del muezzin, il gusto dei cevapi con la cipolla!

  • User Icon

    Ardesia

    03/12/2008 21:46:48

    Una piccola rivelazione. In libreria l'ho comprato un po' d'istinto, attirata dalla copertina in stile fumetto e dalla descrizione intrigante. Si legge tutto d'un fiato, alcuni punti per i miei gusti sono un po' troppo crudi, però la storia è super e decisamente originale. Consigliato!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione