La ballata di Cable Hogue (DVD)

The Ballad of Cable Hogue

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Ballad of Cable Hogue
Regia: Sam Peckinpah
Paese: Stati Uniti
Anno: 1970
Supporto: DVD
Salvato in 15 liste dei desideri

€ 10,39

€ 12,99
(-20%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 11,35 €)

È il 1909. Il West è cambiato. Il brizzolato uomo di frontiera Cable Hogue no. A dispetto della fortuna fatta vendendo acqua ai viaggiatori assetati del deserto, sta ad aspettare. Un giorno due topi del deserto di poco conto - che tempo prima avevano rapinato Hogue lasciandolo a morire nella sabbia rovente dell'Arizona - passeranno di lì per una bevuta.
  • Produzione: Golem Video, 2020
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 116 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • Sam Peckinpah Cover

    Propr. David Samuel P., regista statunitense. Dopo un lungo apprendistato televisivo e teatrale, grazie all'interessamento dell'attore B. Keith nel 1961 esordisce dietro la mdp con l'insolito western La morte cavalca a Rio Bravo (1961), storia d'amore di due reietti senza speranza. Avversato dai produttori, il film ottiene un successo insperato ed evidenzia le caratteristiche della successiva produzione di un regista che non si arrende alla legge del profitto e del successo facile e vuole proseguire testardamente per la sua strada: storie cruente in cui la violenza ha un posto di primo piano accanto al disfacimento fisico e morale dei personaggi, eroi solitari e perdenti avvolti in una cornice (quasi sempre western) dal sapore un po' nostalgico e a tratti visionario. L'utilizzo quasi esasperante... Approfondisci
  • Slim Pickens Cover

    Nome d'arte di Louis Bert Lindley jr., attore statunitense. Nato e cresciuto in California, a quattro anni impara a cavalcare e a dodici partecipa al primo di una lunga serie di rodei. È questo il periodo in cui gli viene dato il soprannome di Pickens (briciole), riferito a quello che avrebbe guadagnato se avesse continuato con quell'attività. A trentun anni ha l'opportunità di fare per il cinema quel che aveva fatto fino ad allora nella vita reale: il cow-boy. Nell'arco di pochi anni diventa un noto caratterista del western, cui presta la propria figura alta, snella e dai tratti irregolari. Il debutto avviene in Il settimo lancieri carica (1950) di W. Keighley e dopo i I due volti della vendetta (1960) di M. Brando si cimenta anche in altri generi. Nel 1963 S. Kubrick lo vuole nel ruolo del... Approfondisci
Note legali