La ballata di Iza

Magda Szabò

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Bruno Ventavoli
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
In commercio dal: 17 giugno 2008
Pagine: 304 p., Brossura
  • EAN: 9788806193225
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 6,48

€ 12,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quando muore il marito Vince, un giudice che durante gli anni del fascismo ungherese aveva subito gravi torti, la vecchia signora Szocs si ritrova completamente sola nella modesta casa di famiglia nella campagna ungherese. È allora che la figlia Iza, una dottoressa di successo che vive sola nel rigore di Budapest, decide di portare la madre a vivere con sé. Ma nella nuova casa, perfetta e confortevole come vuole la posizione di Iza, la signora Szocs non si trova affatto a suo agio: tutto è troppo freddo e senza vita, proprio come Iza. E così, a poco a poco, la fragile donna si chiude in un mutismo impenetrabile, affievolendosi inesorabilmente fino al giorno in cui non decide di ritornare al suo villaggio per compiere un gesto inatteso e liberatorio.
4,63
di 5
Totale 8
5
6
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    rosanna

    06/09/2015 14:25:52

    Grandissimo romanzo e superlativa scrittrice. Il massimo dei voti é riduttivo perché la Szabò è fuori concorso. La storia narra del difficile rapporto fra una madre e una figlia. La figura della madre mi ha lacerato il cuore,ma in generale,la raffinatissima e non meno profonda prosa della Szabó opera un miracolo straordinario:si entra nella storia riportando le proprie esperienze che vengono rielaborate più o meno incosciamente. Grazie grazie grazie.

  • User Icon

    Robmonti

    26/09/2013 18:57:15

    una vera emozione ed un insegnamento sui rapporti umani e sull'importanza dell'amore rispetto alla semplice dedizione; un racconto senza trama tutto basato sulla costruzione dei personaggi e della loro psicologia ambientato in un'epoca dalle tinte tenui del dopoguerra ungherese; non conoscevo la Szabo, sicuramente leggerò altri suoi libri

  • User Icon

    valentina

    20/01/2012 16:36:36

    bellissimo, toccante ed emozionante. Lei scrive come una divina, é la sua seconda opera che leggo ed andró decisamente avanti con le altre della szabo, mi piace un sacco!! consigliatissima a chi non teme anche l'angoscia quando legge libri

  • User Icon

    antonella

    16/09/2011 15:00:53

    Libro meraviglioso, da non perdere

  • User Icon

    alex

    06/06/2011 14:36:39

    questo libro qualcosa di buono deve averlo se riesce a trasmettere una bella quantità di angoscia e tristezza però è troppo monocorde; il linguaggio è piatto e riprende un po' di vita nelle ultime 15 pagine. un po' poco.

  • User Icon

    Anna

    19/09/2010 19:20:42

    Un libro profondo sul rapporto madre-figlia, nella fase della vita in cui i ruoli sono capovolti e in cui l'anziana madre necessita della comprensione della figlia. L'egoismo di Iza finirà per crearle solo il vuoto di affetti intorno. Bello come l'altro libro dell'autrice, La Porta.

  • User Icon

    anna maria negri

    26/04/2010 01:01:34

    Un libro bellissimo, intenso e dolente come gli altri della Szabo, a mio avviso tra le più grandi scrittrici del Novecento. Sempre impietosamente lucida nella descrizione dei meccanismi dell'anima, ma piena di pietà per le ragioni e la sofferenza di ciascuno, la Szabo scrive romanzi da cui è difficile staccarsi. Caldamente consigliato a chi non cerchi letteratura di puro intrattenimento. Incomprensibile la scelta italiana del titolo, che neutralizza inspiegabilmente l’amarezza dura e definitiva del titolo originale, Pilatus.

  • User Icon

    Francesca Galluzzi

    26/09/2009 11:46:18

    Iza è un personaggio agghiacciante nella sua perfezione e nella sua mancanza di "palpiti" umani. Il romanzo cala il lettore di volta in volta nel cervello iper-razionale di Iza e nella assoluta inadeguatezza alla vita della figlia della vecchia madre. Mi ha coinvolto fino all'ultima pagina, con tanta tristezza di fondo.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Magda Szabò Cover

    Autrice di numerosi romanzi, drammi, raccolte di poesie, Magda Szabó è considerata la più importante scrittrice ungherese del XX secolo. Di lei, Einaudi ha pubblicato i romanzi "La porta" (2005) ," La ballata di Iza" (2006), "Via Katalin" (2008), "L'altra Eszte"r (2009), tutti disponibili anche nei Tascabili, e "Il vecchio pozzo" (2011). Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali