Categorie

Peter Høeg

Traduttore: B. Berni
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine: 405 p. , Brossura
  • EAN: 9788804576563

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    CLAUDIO

    05/06/2015 17.57.48

    Ho iniziato a leggere questo libro fiducioso della storia del precedente, ma questa mattina, dopo essere arrivato a pagina 87 ho detto: "basta, questo libro mi sta rubando il mio tempo, il mio sorriso, la mia fantasia, voglia di leggere e di sognare". pessimo.

  • User Icon

    paola

    28/07/2011 09.39.40

    Leggere questo libro è stato per me una fatica senza pari: mi sfugge la dimensione metafisica suggerita da un altro lettore, mi è parso semplicemente confuso e delirante, mi ricordava certi telefilm dove gli autori non riescono ad arrivare ad una conclusione e nel frattempo aggiungono personaggi, spostamenti ed inseguimenti (vedi Lost o Heroes) con il risultato tra l'altro di far affievolire l'empatia tra protagonisti e spettatore. Una grande delusione!

  • User Icon

    walter di cristofaro

    19/01/2009 15.17.57

    Raramente quando inizio a leggere un libro non riesco ad arrivare alla fine e questo è uno di quelli, dove la confusione regna sovrana. Ho acquistato questo libro perchè avevo letto "Il senso di Smilla per la neve" che mi era piaciuto, questo invece lo cestino.

  • User Icon

    Francesco

    20/05/2008 19.58.59

    Se "Il Senso di Smilla per la Neve" è stato il successo di apertura internazionale dell'autore danese, "La Bambina silenziosa" è la continuazione di tale successo, un successo che non vede necessariamente alti voti ed un vastissimo pubblico, ma la libertà di potere esprimere un'arte tutta dell'autore: ad essere sincero, consiglierei vivamente, a chi volesse iniziare a leggere Hoeg, di non prendere in mano questo volume e cimentarsi nella lettura: ritengo che occorra prima conoscere bene l'autore (consigio vivamente lo splendido e toccante "I quasi adatti" o "Racconti notturni", anche se il "Senso" sarebbe un ottimo inizio). La lettura non è semplice (e non deve nemmeno esserlo), le mabientazioni difficili da cogliere, i personaggi psicologicamente complessi: come Smilla non è l'eroina buona e rispettosa, ma si dimostra essere abile e testarda, così Kasper non viene delineato come il classico protagonista che ameremmo tutti: mente, inganna, si intruffola dove non deve. Ma in entrambi i casi, riusciamo ad apprezzare le caratteristiche dei personaggi ed i personaggi in sè perchè sono compessi ma completi: ben delineati, come delle voci. In più, così come Smilla possiede un forte senso per la neve, qui Kasper possiede un formidabile senso dell'udito, che è più una similitudine per indicare il fatto che riesce a sentire ciò che è reale, vero, vivo nel mondo in cui è immerso. Come per il "Senso", questo romanzo non è propriamente un giallo, un thriller, anche se vi è una ricerca ed un'indagine di fondo. In ogni caso, sembra quasi palese che l'autore non abbia voluto cercare di rappresentare il reale, ma più che altro una dimensione maggiormente metafisica. In complesso, "La Bambina Silenziosa" è un ottimo libro, una perla della letteratura, da leggere in modo diverso da come si leggerebbe ogni altro romanzo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione