Categorie
Editore: Unicopli
Anno edizione: 2004
Pagine: 138 p., Brossura
  • EAN: 9788840008851
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Nella collana "Le città letterarie" esce una guida dedicata al quartiere multietnico di Belleville, reso celebre dalle avventure della tribù Malaussène. Altra Parigi, questa Belleville è la riproposta postmoderna del più classico mito di Parigi, quello illustrato dai grandi scrittori dell'Ottocento. Altra rispetto alla Parigi turistica (ma il fenomeno Pennac l'ha trasformata essa stessa in luogo da visitare, come prova l'uscita di questo libro) e rovesciata rispetto al topos della grande città tentacolare. Un quartiere dal volto umano, dove si sedimentano le diverse culture portate dalle ondate di immigrazione che si sono progressivamente riversate in queste zone, le più periferiche ed economiche, tra il diciannovesimo e il ventesimo arrondissement. Ma la realtà di oggi è molto cambiata e i libri di Pennac sembrano nascere come reazione allo snaturamento subito da un'area condannata dalle ristrutturazioni a perdere la sua specificità. In effetti, oltre a rintracciare una precisa topografia dei luoghi fisici sovrapponibili a quelli romanzeschi, il libro documenta efficacemente il carattere nostalgico di questa evocazione: Belleville è divenuta molto appetibile da un punto di vista urbanistico e perciò preda di sciagurati architetti ("i becchini di Belleville" secondo La Fata Carabina) che, con il pretesto del risanamento dal "degrado", trasformano le fatiscenti abitazioni del passato in miniappartamenti molto trendy e costosi, anche grazie, verrebbe da osservare, al nuovo mito bellevillese della riuscita convivenza delle diversità e delle minoranze. Il libro è corredato da un utile dizionario dei personaggi, che permette di orientarsi fra i vari episodi della saga pennacchiana.

CHIEDI A CAMILLA