Ben ritrovato, Ernst Ingmar!

Claudio Papini

Editore: De Ferrari
Collana: Musica e teatro
Anno edizione: 2011
Pagine: 250 p.
  • EAN: 9788864052427
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    salvatore

    05/07/2011 18:19:09

    Chi ama il "Genio di Uppsala", almeno quanto mostra di amarlo l'autore di questo saggio e quanto sa di amarlo l'autore di questa breve recensione, non potrà fare a meno di questo testo. Chi volesse davvero penetrare a fondo e sondare la psicologia ontologica ed insieme la filosofia esistenziale ispiratrici del più grande regista (di cinema e teatro) di sempre, corra immediatamente e senza indugio a procacciarsene una copia. Il saggio del prof. Papini si mostra come un vero e proprio manuale di consultazione per chi volesse conoscere e studiare la intera filmografia del Maestro. Ed è una piacevole lettura per chi volesse rinverdire il ricordo, magari giovanile, dei suoi capolavori. Iniziando a leggerlo ci si immerge subito in testo enciclopedico, imperioso, ponderoso, ricco di citazioni, esaustivo, colto, per certi versi anche "difficile". E difficile anche da interrompere, prima di averlo divorato interamente. Io l'ho letto in 4 ore. E non sono un "fulmine di guerra" in quanto a lettura; né posso vantare partecipazioni a corsi di lettura accelerata. Un bellissimo libro. Con la ciliegina sulla torta della copertina illustrata da un bellissimo fotogramma, uno dei più famosi di tutta la cinematografia mondiale: Antonius Block il cavaliere crociato impegnato nella più drammatica delle partite a scacchi, quella con la Morte. Un libro da consigliare certamente ai veri conoscitori e cultori di Bergman, ma anche a chi Bergman (ancora e colpevolmente) non lo conoscesse. Buona lettura. E grazie ancora al prof. Papini per averci donato questa autentica perla editoriale. SR

Scrivi una recensione