Berlinguer ti voglio bene di Giuseppe Bertolucci - DVD
Salvato in 1 lista dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Berlinguer ti voglio bene
9,98 €
;
DVD
Dettagli Mostra info
Berlinguer ti voglio bene Venditore: Movietrade + 4,90 € Spese di spedizione Solo 3 prodotti disponibili
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Movietrade
9,98 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Movietrade
9,98 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Berlinguer ti voglio bene di Giuseppe Bertolucci - DVD
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Sottoproletario legato alla figura della madre è condizionato dalla società. Ribelle ma inibito non riesce a stabilire contatti con le donne.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

Italia
1977
DVD
2
Vietato ai minori di 18 anni
8009833026708

Informazioni aggiuntive

General Video, 2012
Medusa Home Entertainment
90 min
Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
Italiano per non udenti
Wide Screen
PAL

Valutazioni e recensioni

2,67/5
Recensioni: 3/5
(6)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(1)
2
(1)
1
(2)
Andrea
Recensioni: 1/5

Il primo film di Benigni in cui l'attore è arrivato a dare il peggio di sé che lo fa apparire lontano anni luce dal suo film capolavoro "la vita è bella". Ma ciò che più sorprende è come il regista Bertolucci e l'attrice Alida Valli abbiano in questo film potuto toccare il fondo di tutta la loro produzione artistica. Il film è banale, colmo di scurrilità gratuita, una vera e propria offesa allo spettatore che soltanto con grande sforzo può riuscire ad arrivare in fondo alla visione. In una parola un film spazzatura.

Leggi di più Leggi di meno
JD
Recensioni: 4/5

Esordio cinematografico a bassissimo costo di Benigni,praticamente la trasposizione dello spettacolo teatrale che ne rivelò il genio(Cioni Mario di Gaspare fu Giulia).In anticipo di un anno su "Ecce bombo",fu in insuccesso clamoroso,e addirittura ebbe problemi per pudore.Oggi si fa apprezare proprio per quel linguaggio scurrile esilarante ed ossesivo,nonchè per l'estro a tratti surreale e l'intelligenza campagnola del personaggio di Cioni.Il finale ha un che della crudeltà dei film di Fantozzi.Va detto però che Bertolucci non sfrutta nè irrobustisce la verve dell'allora 25enne comico toscano,limitandosi a "registrala".Non so se sia già cult oggi,ma se dovesse diventarlo se lo sarà meritato.

Leggi di più Leggi di meno
Stefano
Recensioni: 1/5

Sicuramente è colpa mia che non sono riuscito a cogliere l'arte, ma lo ritengo inguardabile. Eppure a parolacce anch'io non sarei messo male...

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

2,67/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(1)
2
(1)
1
(2)

Conosci l'autore

Giuseppe Bertolucci

1947, Parma

Regista italiano. Fratello di Bernardo, si fa le ossa come assistente e cosceneggiatore di Strategia del ragno (1970), Novecento (1976) e La luna (1979). Come regista, la sua prima opera di rilievo nasce dall’amicizia con l’allora venticinquenne R. Benigni che fa esordire nel 1977 in Berlinguer ti voglio bene, film anomalo e fuori dagli standard, basato sulla surreale e provocatoria logorrea del comico toscano, con il quale collabora ancora, in chiave più disimpegnata, per riproporre al cinema parti dello spettacolo TuttoBenigni (1983). Gli altri suoi lavori esplorano con misura la psicologia femminile, da Oggetti smarriti (1980) a Segreti segreti (1984), da Strana la vita (1987) a Amori in corso (1989), che insieme danno voce a due generazioni di attrici italiane «impegnate»: da L. Massari...

Roberto Benigni

1952, Misericordia, Arezzo

Attore, sceneggiatore, regista, produttore italiano. Antesignano della scuola di comici toscani, si forma nelle cantine romane e si mette presto in luce per i suoi interventi provocatori in televisione, prima a Televacca e poi, in qualità di falso e ignorante critico cinematografico, a L'Altra domenica di (e con) R. Arbore. Contemporaneamente debutta al cinema con Berlinguer ti voglio bene (1977), film d'esordio di G. Bertolucci, in cui interpreta Sandro Cioni, giovane disadattato di fronte alla crisi delle ideologie. Appare quindi in vari film, fra i quali La luna (1979) di B. Bertolucci e Chiedo asilo (1979) di M. Ferreri, in cui dà vita a un poetico e intenso maestro di scuola elementare, suo primo ruolo non dichiaratamente comico. Ritorna alla sua peculiare comicità in Il pap'occhio (1980)...

Alida Valli

1921, Pola, Croazia

Nome d'arte di A. Maria Altenburger, attrice italiana. Di famiglia nobile, cresciuta in un ambiente ricco di stimoli culturali, studia al Centro sperimentale di cinematografia a Roma e subito la sua bellezza raffinata e sensualmente malinconica le vale le prime parti al cinema. L'esordio è in I due sergenti (1936) di E. Guazzoni, recita poi in altre tredici pellicole fino alla consacrazione a diva con Piccolo mondo antico (1941) di M. Soldati, dall'omonimo romanzo di A. Fogazzaro, in cui è una perfetta Luisa, la sensibile e straziata madre della sventurata Ombretta destinata ad annegare nel lago. Il suo repertorio recitativo si arricchisce poi di ogni tipo di ruolo anche se è più convincente nel melodramma sentimentale, in particolare nel controverso drammone, allora antisovietico, Noi vivi...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore