Bewitched - CD Audio di Francesco Geminiani,Georg Friedrich Händel,Les Passions de l'Ame

Bewitched

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Sony Classical
Data di pubblicazione: 24 maggio 2017
  • EAN: 0889854384326
Disco 1
1
Concerto grosso in D Minor, Op. 5, No. 6, "La Follia"
2
I. Andante
3
II. Allegro moderato
4
III. Andante
5
IV. Allegro moderato
6
V. Andante - Adagio
7
VI. Allegro moderato
8
VII. Andante spiritoso
9
VIII. Adagio
10
IX. Allegro
11
X. Grave
12
XI. Allegro moderato
Disco 2
13
Dietro l'orme fugaci (Accompagnato)
14
Ah! crudele, e pur ten vai (Aria)
15
Per te mi struggo, infido (Recitativo)
16
O voi, dell'incostante (Accompagnato)
17
Venti fermate si (Aria)
18
Ma che parlo, che dico (Recitativo)
19
In tanti affanni miei (Aria)
Disco 3
20
XII. -
21
XIII. -
22
XIV. Allegro moderato
23
XV. Andante - Allegro - Andante - Adagio - Affetuoso - Allegro - Allegro moderato
24
XVI. Andante
25
XVII. Allegro
26
XVIII. Affetuoso - Allegro
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Francesco Geminiani Cover

    Compositore e violinista. Studiò a Milano con C.A. Lonati, a Roma con A. Corelli e a Napoli con A. Scarlatti. Dal 1706 al 1710 fu attivo a Lucca, sua città natale, quindi a Napoli fino al 1714. Si trasferì poi a Londra, dove trascorse la maggior parte della vita, pur con frequenti soggiorni in Irlanda e a Parigi, ovunque apprezzatissimo come virtuoso, compositore e didatta. Se come solista G. fu piuttosto estroso ed eccentrico, e dunque lontano dalla classica austerità dello stile corelliano, come autore di sonate (fra cui le 24 delle opp. 1 e 4, le 6 per violoncello dell'op. 5, le 6 per flauto, sempre con basso continuo) e di concerti grossi (i 24 opp. 2, 3, 6 e 7, oltre a quelli trascritti dalla propria op. 4 e dalle opp. 3 e 5 di Corelli) non si staccò molto dai modelli del maestro. Compose... Approfondisci
  • Georg Friedrich Händel Cover

    Compositore tedesco.La vita. il trasferimento a londra. Figlio di un barbiere-cerusico, ricevette la prima istruzione musicale da F.W. Zachow, organista della Liebfrauenkirche a Halle. Incominciò a comporre a dieci anni; ma poiché suo padre era contrario alla carriera di musicista, nel 1702 entrò all'università di Halle per studiarvi diritto. Lo stesso anno divenne organista del duomo; l'anno seguente lasciò Halle per Amburgo, dove suonò in orchestra sotto la direzione di R. Keiser e conobbe J. Mattheson. Il suo primo melodramma, Almira, parte in italiano e parte in tedesco, fu rappresentato ad Amburgo nel 1705; ad esso ne seguirono altri tre, ora perduti. Nel 1706 raggiunse l'Italia, dove divenne in breve famoso come compositore di melodrammi e dove rappresentò il suo primo oratorio, La Resurrezione,... Approfondisci
Note legali