Categorie

Silvana Calabrese

Editore: Aracne
Anno edizione: 2015
Pagine: 452 p. , Brossura
  • EAN: 9788854885592

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Enrico Fumai

    11/01/2016 17.25.13

    Veramente incredibile la vita di questi uomini. Ottima la narrazione, il ritmo del libro va crescendo come l'interesse per la storia. Bellissimo.. da leggere assolutamente!

  • User Icon

    Andrea

    10/01/2016 17.37.51

    Ripensando a oggi e a quello che sono riusciti a fare quasi 430 anni fa, senza i mezzi che abbiamo ora, sembra impossibile e lascia di stucco. Ci fa riflettere anche nella vita di tutti i giorni, quando certi "nostri" problemi sono nulla a confronto con quello che hanno passato. Da non perdere

  • User Icon

    Marcello Sdao

    10/01/2016 17.27.01

    Un libro davvero incredibile, capace di farti vivere in prima persona quei momenti così drammatici, difficili e lontani da reputare effettivamente vissuti!

  • User Icon

    Checco

    07/01/2016 19.01.13

    Non riesci a smettere di leggere ... entri in un mondo affascinante ed emozionante che ti coinvolge senza tregua. Altri tempi, altri uomini. Strepitoso.

  • User Icon

    Federico Pirro

    25/11/2015 08.52.45

    Mi è piaciuto molto il capitolo dedicato ai matrimoni (nuzialità e sistemi dotali). Il destino delle donne era legato ad una piccola grande occasione, la dote. Senza, non avrebbero mai potuto sposarsi. Inoltre sento di dovermi complimentare con i bitontini del passato per le loro grandi opere e iniziative. Scopritele anche voi leggendo il libro!

  • User Icon

    Paolo Clemente

    22/11/2015 09.23.37

    Da 0 a 100 in meno di un secondo. Ho saputo di questo libro, leggendo la scheda di presentazione sul blog "La scorribanda legale"; l'ho acquistato su Ibs; ed ora ho scoperto che sarà presentato proprio a Bitonto il 4 dicembre p.v. alle 18.30 nel Torrione Angioino (il massimo della suggestione). Io non me lo perdo. Paolo

  • User Icon

    Tommaso

    06/10/2015 09.46.55

    Devo ammettere che non è un libro discriminatorio. Cioè, può leggerlo anche chi non ama la storia (o chi l'ha studiata poco e male). Questo libro ha un grande pregio: racconta la storia delle persone e poi si estende al contesto più ampio. E tutto diventa più comprensibile. Grazie. Lo consiglio per tutti e io corro a comprare anche il libro su Sammichele nel Settecento.

  • User Icon

    Mario Tivu

    02/10/2015 08.59.21

    Sullo scaffale della mia piccola biblioteca ci sono tutti e cinque i libri di Silvana Calabrese. Leggendoli nell'ordine si nota subito la crescita nel metodo di indagine e di ricerca. Ma rimane inalterato lo stile di scrittura, sempre così scorrevole e brioso.

  • User Icon

    Antonella Bottari

    22/09/2015 18.45.31

    La città dove si venerano i Santi Cosma e Damiano, patroni dei medici e dei chirurghi. Secondo la tradizione, Bitonto sarebbe stata fondata dal re illirico Botone, dal quale deriverebbe il nome. La presenza umana nel territorio risale all'epoca neolitica, testimoniata da insediamenti in grotte e da menhir. Dal VI secolo subì l'influenza delle città magnogreche, in particolar modo di Taranto, e dal III secolo si dotò di una propria zecca, come dimostrano le stesse monete, rinvenute nel centro storico, che riportano l'immagine di una civetta con un ramo di olivo, altre una conchiglia, altre un granchio, altre ancora la testa di Atena. Il retro di queste monete riporta la legenda in caratteri greci "byton tinon" accompagnata in alcune dall'effigie dell'eroe tarantino Falanto, in altre da una spiga di grano, in altre ancora da un fulmine. Le origini della città affondano nella storia più di quanto si pensi e molto ci sarebbe ancora da dire sulla civilissima città meridionale, molto spesso, in quanto tale, dimenticata dai più. Tant'è che vien fuori, magicamente e per fortuna direi, un libro che ci riporta al grande Cinquecento, periodo storico di grande mutamento in tutto il mondo fino ad allora conosciuto. Ne consegue il successo di un libro da leggere.

  • User Icon

    Titty C.

    21/09/2015 08.58.34

    La saggistica è davvero sottovalutata. Io dico che anche questa è una lettura snella, grazie allo stile dell'autrice. Inoltre ti offre la possibilità di viaggiare a ritroso nel tempo. In alcuni paragrafi la narrazione si fa toccante e induce a riflettere parecchio. È un libro da non perdere.

  • User Icon

    Mat the boss

    21/09/2015 08.54.59

    Leggere questo pilastro della saggistica significa riuscire ad immaginare la vita del centro pugliese di fine Cinquecento. L'intreccio di fonti ne fa un'opera completa, capace di prospettare non solo la vita socio-economica, ma anche le consuetudini notarili e matrimoniali. Vivamente consigliato.

  • User Icon

    Giacomo detto Jack

    21/09/2015 08.48.47

    Anche se sono i romanzi ad appagare il nostro bisogno di evasione, la saggistica di S. Calabrese dona alla mente ciò che più conta: la capacità di ragionare. Bitonto è sempre stata una cittadina vitale nel panorama economico pugliese e la ricostruzione che l'autrice ne fa è impeccabile. Di più non voglio dire, comprate il libro.

  • User Icon

    Lucy V.

    21/09/2015 08.45.14

    Premettendo che non amo particolarmente la storia, devo dire che questo libro è illuminante. Non ti propina la solita storia, ma ti porta a spasso tra i documenti d'archivio e ti fa capire come si scrive la storia. Mi sono riconciliata con una materia che ho sempre ignorato. Lo consiglio vivamente come fosse uno smart book. E faccio tanti complimenti all'autrice perché ha scovato documenti con una datazione tanto lontana.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione