I bottoni di Napoleone. Come 17 molecole hanno cambiato la storia

Penny Le Couteur,Jay Burreson

Traduttore: L. Sosio
Editore: TEA
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 5 luglio 2018
Pagine: 408 p., Brossura
  • EAN: 9788850250707

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Scienze, geografia, ambiente - Argomenti d'interesse generale - Storia delle scienze

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giorgia

    18/09/2018 07:32:40

    Questo libro mi ha colpita! Dovendo iniziare un percorso universitario nel quale la chimica gioca un ruolo importante, come lettura estiva mi sono affidata a questo libro. È curioso, non è un libro che si divora, si può leggere anche a distanza di tempo, però è veramente interessante e mi ha aperto gli occhi su molte vicende storiche. Che dire... un capolavoro!

  • User Icon

    angelo

    30/07/2018 13:37:20

    Ingredienti: 17 molecole che hanno cambiato la storia, l’economia e la società umana, varie scoperte quasi casuali fondamentali per la vita odierna, un viaggio nella composizione delle spezie, delle fibre, dei polimeri, dei coloranti e di tanto altro, la nascita di processi chimici dalle potenzialità sorprendenti. Consigliato: a chi vuol conoscere episodi curiosi della storia della chimica e della chimica nella storia, a chi non conosce il nesso tra la noce moscata e New York.

  • User Icon

    marco

    25/10/2011 22:55:20

    senz'altro il libro che ha segnato di più la mia vita finora. un mix perfetto di storia, scienza e curiosità. permette di capire fino a che punto la chimica è entrata nella vita dell'uomo. ne ho tratto diversi spunti per ricerche sia alle scuole superiori che all'università e a tutt'oggi ogni volta che lo rileggo provo un enorme piacere. non posso che consigliarlo a tutti.

  • User Icon

    David Barsi

    13/01/2010 13:53:05

    Veramente un libro interessante, consigliato a tutte le persone che si avvicinano alla chimica e alla sua storia. Il libro è leggibilissimo anche da persone non addette ai lavori.

  • User Icon

    Carlo M.

    03/12/2009 08:31:43

    Si legge come un romanzo, perché la storia delle scoperte in chimica E' un romanzo (parlo, naturalmente, per chi ama la scienza). Da leggere e consigliare. La chimica é una disciplina bellissima, oltre che la base della vita, che molti trascurano dopo averla malamente frequentata alle scuole superiori. Io stesso l'ho riscoperta a 60 anni, il che dimostra che veramente non è mai troppo tardi per apprendere le cose importanti della vita...

  • User Icon

    Chiara

    09/12/2008 20:55:56

    Un testo straordiariamente ben scritto,chiaro e corretto. Molto molto interessante, fornisce a chi é curioso una occasione di rivisitare informazioni presenti nella memoria organizzandole in modo sitematico. Direi che chiunque ci troverà qualche cosa che lo stupirà, e forse farà la pace con una splendida disciplina che spesso a scuola viene insegnata proprio male: la chimica

  • User Icon

    maurizio .mau. codogno

    29/09/2008 11:55:11

    Una delle cause che sono state proposte per la disfatta dell'armata napoleonica in Russia dà la colpa ai bottoni delle divise, che erano di stagno. Alle basse temperature, lo stagno si polverizza letteralmente, e non è così facile fare una battaglia tenendosi su i pantaloni! L'aneddoto è probabilmente falso, ma dà comunque il titolo a questo libro dove i due autori, chimici organici, raccontano la storia di diciassette molecole che "hanno cambiato il mondo". Si spazia dall'aspirina agli oppiacei, dal sale all'indaco, dalla caffeina ai clorofluorocarburi. Di ciascuna di queste molecole viene fatta la storia, sia dal punto di vista tecnico - la maggior parte di queste molecole sono organiche, e quindi la loro sintesi non è sempre così facile - che da quello per così dire politico, con una serie di aneddoti come quello della cessione da parte degli olandesi dei diritti su Manhattan per mantenere il monopolio della noce moscata. In effetti bisogna dire che spesso gli autori esagerano un po nell'attribuire alle molecole presentate la possibile concausa degli sconvolgimenti mondiali: che il sapone abbia contribuito allo scoppiare della guerra civile inglese; però la lettura è davvero godibile, e permette anche di avere un'idea di cosa sia effettivamente la chimica, diversamente da quanto ad esempio insegnarono a me al liceo. Ottima traduzione, ma con Libero Sosio non mi sarei aspettato nulla di meno.

  • User Icon

    Luigi Longobardo

    21/12/2006 08:21:57

    In queste deliziose 400 pagine, dedicate all'impatto della Chimica Organica nella storia delle società umane, si può quasi accarezzare la dimensione molecolare sottesa al reale che ci circonda. E'una senzazione di inaudita bellezza, molto rara da provare fuori dai laboratori e che viene qui magnificamente offerta anche a chi non ha molta dimestichezza con la chimica, ma vuole comunque imparare il linguaggio delle molecole. E'un testo divulgativo scritto con grande abilità ed intelligenza. 17 capitoli da leccarsi i baffi. Imperdibile oltre che sul piano storico anche sul piano teorico, posizionando chiaramente la Chimica Organica alle base di tutte le moderne discipline che fanno riferimento al mondo molecolare.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione