Categorie

Chico Buarque

Traduttore: R. Francavilla
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 138 p. , Brossura
  • EAN: 9788807819209

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    STELLASOLITARIA

    17/09/2012 12.08.01

    E' il primo ed unico libro di Buarque che ho letto. Semplice nella scrittura, ma complesso nell'avvicendarsi degli avvenimenti. Mi sembrava di essere a fianco a fianco dei protagonisti e questa è una gran dote che non tutti hanno. Bello!!!

  • User Icon

    stefano

    11/03/2010 20.12.19

    Un ambizioso esercizio di fantasia condotto in uno stile che oscilla tra Vargas LLosa e J. Marias strizzando l'occhio a Saramago: onirico e metaforico. Ma la lettura stanca e così anche 138 pagine sono lunghe. Forse la critica del Nobel portoghese è eccessivamente benevola.

  • User Icon

    marilia

    09/05/2008 09.36.59

    trovo che sia un libro interessante. particolare il modo di esprimersi dell'autore che descrive un personaggio stralunato e fuori da qualunque schema. una diveretente esperienza di lettura

  • User Icon

    Mauro

    17/09/2007 22.42.52

    Un libro di una leggibilità straordinaria, con una trama accattivante. Ti siedi, lo apri e lo finisci. Arrivi all'ultima pagina senza nemmeno respirare. La storia di un ghost writter brasiliano che dopo una serie di coincidenze, dissaventure, amori, parole, scopre di parlare in sogno una lingua da lui sconosciuta.... Si ritroverà in un altro continente ad amare un altra donna e .... EMOZIONANTE!!!!!

  • User Icon

    Chiara

    16/04/2007 13.51.40

    Tempo perso inutilmente. Mi aspettavo atmosfere ben diverse partendo da presupposti estremamente affascinanti quali il Brasile e Budapest, invece mi sono ritrovata davanti a idee confuse e contorte che fanno faticare il povero lettore nella vana ricerca di un senso. Al termine del libro non sono stata in grado di capire nulla dei personaggi, appena abbozzati ad eccezione della donna ungherese danneggiata dai vaneggiamenti tra realtà e confusione mentale di Josè, e della trama. Una gran bella delusione: da evitare.

  • User Icon

    Claudio

    14/02/2007 12.34.02

    Troppo lento e noioso, ci si perde nelle troppe divagazioni linguistiche dell'autore...

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione