-5%
Il buio dentro - Antonio Lanzetta - copertina

Il buio dentro

Antonio Lanzetta

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: La Corte Editore
Collana: Top ten
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 22 marzo 2018
Pagine: 271 p., Rilegato
  • EAN: 9788885516335
Salvato in 17 liste dei desideri

€ 14,16

€ 14,90
(-5%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il buio dentro

Antonio Lanzetta

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il buio dentro

Antonio Lanzetta

€ 14,90

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il buio dentro

Antonio Lanzetta

€ 14,90

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 14,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il corpo di una ragazza viene ritrovato appeso ai rami di un albero. Le hanno tagliato la testa e l'hanno lasciata sul terreno solcato dalle radici, gli occhi vuoti ora fissano quelli di Damiano Valente. Lui è lo Sciacallo, un famoso scrittore specializzato nel ricostruire i casi di cronaca nera nelle pagine dei suoi libri. Un cacciatore che insegue nella morte le tracce lasciate dall'assassino della sua amica Claudia. Un omicidio avvenuto nell'estate del 1985, quando lui era solo un ragazzino con la passione per la corsa e amici in cui credere. Un omicidio che gli ha cambiato la vita. Trentuno anni dopo, Damiano ritorna ai piedi di quel maledetto salice bianco, per dare una risposta a quella sua ossessione che come una ferita pulsante gli impedisce di andare avanti. Con lui ci sono gli amici di un tempo, le cui esistenze si intrecciano inesorabilmente nella dura e cruda scoperta della verità, portandoli a rivivere le emozioni di una folle estate che ha segnato le loro vite per sempre.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,94
di 5
Totale 28
5
16
4
6
3
2
2
2
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    luisa

    24/09/2019 07:45:47

    Un buon thriller, oscuro con una trama avvincente.

  • User Icon

    Giuseppe

    23/09/2019 19:32:08

    "Il Buio Dentro" è la prima opera di genere thriller per l'autore (che aveva esordito nel panorama letterario con due romanzi di genere fantasy). Devo dire che son rimasto pienamente soddisfatto. A parte per il mio solito campanilismo per gli scrittori (o le cose belle in generale) del sud che mi contraddistingue, ho ritrovato in queste pagine anche luoghi che mi sono cari, quale il Cilento. E riuscire ad ambientare una caccia al serial killer nei boschi del Cilento mi ha piacevolmente ringalluzzito, oltre ad avermi dato una connotazione sensoriale più marcata (benché personale) alla lettura (richiamavo a me, nel mentre leggevo, quei profumi e il frinire delle cicale tra gli alberi, le ombre dei pini e le strade d'asfalto che interrompevano la natura del parco nazionale...). 😄 E sull'adolescenza dei protagonisti, nei capitoli del libro ambientati nel passato, aleggia un che di "Stand by me" di Stephen King... Non posso dire molto altro, perché per me i thriller vanno affrontati un po' al buio (citando il titolo 😜), ma sappiate che come prima prova non è affatto male, e voci molto più "lanzettizzate" di me mi dicono che migliora di libro in libro... 😃

  • User Icon

    Omar Rocazz

    22/09/2019 14:03:49

    A mio avviso il miglior testo del giovane scrittore Antonio Lanzetta, ma avrà modo di migliorarsi ancor più. La narrazione thriller dell'atmosfera, che vede suo magrado protagonista una ragazza uccisa, dona quel tocco di brivido che è utile al fine di appassionarsi al testo pagina dopo pagina. Successivamente sarà bello immedesimarsi con i ricordi del protagonista, da sempre lacerato emotivamente dalle cose vissute amaramente in gioventù. Ognuno dentro di sè ha i demoni che tornano inesorabili, prima o poi, a presentare il conto.

  • User Icon

    Luca

    07/06/2019 15:50:53

    Il romanzo è ben scritto,ma poca suspense,l'assassino si capisce o si può intuire molto presto e davverò poche indagini per trovarlo.Onestamente pensavo meglio.

  • User Icon

    Manuela

    25/04/2019 16:01:33

    Appena terminato questo fantastico libro, già non vedo l’ora di leggere gli altri racconti di Antonio Lanzetta, fantastico scrittore capace di tenere il lettore incollato alle pagine una dopo l’altra...impossibile smettere di leggere! Un thriller davvero avvincente che conquista...io lo consiglio vivamente 😉!!

  • User Icon

    Valter

    11/03/2019 09:24:12

    Davvero un bel romanzo, Il buio dentro di Antonio Lanzetta. La quarta di copertina rispecchia esattamente il prodotto che si va a leggere, un intreccio tra passato e presente fatto di tenebre che non risparmiano nessuno dei personaggi. Ognuno ha i suoi demoni, e il lettore scopre a poco a poco le vicende oscure che hanno segnato il loro passato, e che continuano a invadere le loro esistenze. Una trama coinvolgente, da autore maturo, che regge dall'inizio alla fine e che tiene incollato il lettore alle pagine. Nulla è scontato, tutto è da scoprire. Ottimo lavoro. Non posso che consigliarne la lettura.

  • User Icon

    Tony

    11/03/2019 09:22:16

    Scritto con stile impeccabile da Antonio Lanzetta, un autore che farà sicuramente strada, "Il buio dentro" è un'opera notevole, in bilico tra i generi noir, psicologico e bildungsroman. Insieme al commissario De Vivo, l'autore Damiano Valente, che scrive di omicidi, indaga sull'assassinio di una ragazza e scopre inquietanti analogie con un altro delitto, avvenuto nella stessa cittadina campana nel 1985. All'epoca, l'orrenda morte della vittima, Claudia, aveva segnato profondamente l'animo dei suoi amici, Damiano, Flavio e Stefano, lasciando loro "il buio dentro". In un intreccio temporale molto ben congegnato incontriamo i personaggi di oggi e di ieri, caratterizzati in modo curato e convincente. Ci caliamo nei loro panni, veniamo a conoscere i loro fantasmi interiori, condividiamo le loro paure e sofferenze, seguiamo col fiato sospeso la caccia al serial killer. Un libro che si legge tutto d'un fiato e che ti lascia con una grande nostalgia.

  • User Icon

    Thomas

    11/03/2019 09:20:24

    Il romanzo mi ha preso molto, per lo stile dell'autore: direi suggestinante il suo modo di raccontare il buio dentro ai fatti, il cupo alone di una pazzia celata in superficie. Il travaglio del protagonista Damiano Valente, l'uomo flagellato dai ricordi, deturpato nel corpo, entra con fermezza e vivida decisione tra le maglie della storia, si insinua tra le pagine; i suoi vecchi amici, a Castellaccio, prendono forma nel lontano passato dove un fatto efferato di cronaca sconvolse le loro vite. Per sempre. Una figura spicca in questo ambiente sommerso di reminescenze, il giovane Flavio trasferitosi in quei giorni nel piccolo paese dove Damiano e i suoi amici dimorano. Viene accettato dal gruppo sul quale incombe l'ombra della morte e, ad aggiungersi, il pestilenziale fetore della malavita. Lanzetta narra in un andirivieni presente-passato una vicenda dal sapore mitologico. E scoprirete perché, leggendo. Lo spostamento della scena tra l'oggi e quello che è stato viene costruito seguendo un flusso armonico. Tutto fila, fino all'epilogo.

  • User Icon

    Stella

    11/03/2019 09:18:19

    La scrittura dell'autore è coinvolgente ed è riuscita a farmi entrare in empatia con i due personaggi principali: Flavio e Damiano. Alla fine, l'affetto che provavo per loro due era tale, che ho sofferto per ogni graffio (e fossero solo graffi!) che hanno inflitto loro. La struttura del romanzo prevede che la narrazione del passato si alterni a quella del presente. Nel passato abbiamo Flavio, un ragazzo orfano, spezzato, in cerca di una casa, bisognoso di amici. Nel presente abbiamo Damiano, un uomo che soffre fisicamente ed emotivamente, che risente ancora di quella maledetta estate del 1985, così diverso adesso dall'adolescente che era un tempo. Ho cercato di stare in campana e di non affezionarmi a nessuno di loro, perché si sa che chiunque può essere il killer, ma niente, non ho potuto fare altrimenti. La trama è fitta e ben orchestrata.

  • User Icon

    Stefano

    11/03/2019 09:16:04

    Lanzetta ha giocato in casa, ambientando il suo Il buio dentro nel sud Italia, e ha fatto bene. La profonda conoscenza del territorio e del suo popolo ha reso il romanzo e i personaggi assolutamente credibili, allontanando il rischio di creare macchiette su macchiette. Pur caratterizzando così tanto il romanzo, però, è riuscito a dargli un respiro molto ampio, molto internazionale. E’ riuscito a non tagliare fuori tutti quelli che quel territorio lo conoscono solo dai tiggì che vomitano tragedie e brutture. Mi ha ricordato un vecchio Ammanniti, talvolta. Quello che piaceva a me. E’ riuscito a fare di un thriller non solo un thriller ma un incontro di vite e di storie e di dolori e di vissuti. E’ un thriller che nella vita vorrebbe anche fare altro. Così sembra.

  • User Icon

    Stefano

    11/03/2019 09:13:17

    La componente thriller del libro è dominante, ma a distinguerlo da altri buonissimi romanzi di questo genere è l'ottima capacità narrativa dell'autore. Scrivere un buon thriller è possibile anche facendo leva su una trama discreta e qualche trovata vincente, mentre fare dell'ottima narrativa è possibile solo se le capacità dell'autore sono elevate e oggettive. Questo elemento, unito comunque a una trama avvincente e a una tensione che tiene vivo l'interesse fino alle ultime pagine, dona alla storia una marcia in più rispetto ad altre del suo genere, che restano comunque validissimi romanzi. Pur mantenendo una sua spiccata originalità nello stile e nei dialoghi, ho trovato forti richiami ad autori che non a caso vengono ritenuti maestri del genere. Con loro, Stephen King in particolare, Antonio Lanzetta ha in comune l'invidiabile capacità di saper parlare con linguaggio semplice e diretto di stati d'animo e sensazioni complesse, di essere in grado all'interno della stessa storia di impaurire e commuovere. È cosa rara da trovare in un romanzo e, anche per questo, consiglio la lettura di questa bellissima storia che è anche un'ottima e utile scuola di scrittura.

  • User Icon

    Pasquale

    17/09/2018 20:30:50

    Per molto tempo ho creduto che i thriller non facessero per me. Troppo sangue, terrore ed ansia: 3 elementi dai quali mi sono sempre tenuta alla larga. Almeno fino ad oggi. Eh sì, perché Antonio Lanzetta è riuscito a demolire il muro di pregiudizi che avevo costruito contro questo genere, grazie al suo romanzo “Il buio dentro”, con il quale è riuscito a conquistare anche i lettori esteri. Il suo protagonista, Damiano Valente, è uno scrittore specializzato nel ricostruire i casi di cronaca nera, ma non è mai riuscito a risolvere quello che lo ha colpito da vicino, quando nell’estate del 1985 la sua amica Claudia fu uccisa e decapitata. Dopo 31 anni e tanto dolore, il caso si riaprirà e finalmente la verità verrà a galla. Il motivo per il quale ho apprezzato tanto “Il buio dentro” è dato dal fatto che è VERO e AUTENTICO: la sofferenza ed i sensi di colpa di Damiano accompagnano il lettore per tutto il romanzo e lo spingono a vestire i suoi panni, a farsi le sue stesse domande e a darsi le sue stesse risposte. Attenti, però, perché il colpo di scena è dietro l’angolo e probabilmente, come è accaduto a me, capirete chi è il mostro del Salice solo qualche pagina prima dell’epilogo.

  • User Icon

    cami

    07/09/2018 13:51:13

    Letto tutto d'un fiato. Peccato per un finale un po' "affrettato" ma nel complesso un ottimo libro.

  • User Icon

    Enzo

    29/07/2018 11:20:26

    scrivo solo ora la recensione pur avendo già letto il seguito I Figli del Male. Entrambi i libri sono una continua inesorabile discesa nel profondo dell'abisso verso le più impensabili deformazioni dell'animo umano. Letti entrambi d'un fiato straconsigliato

  • User Icon

    Fabio S.

    12/07/2018 14:50:14

    Romanzo a tinte forti, leggermente prevedibile nel finale, questo romanzo di Lanzetta che, rimane, nonostante questa grave pecca, un buon lavoro. Azzeccato il personaggio di Valente, pur senza essere segnato da tratti eccessivi riesce a catturare l'attenzione. La prima parte del thriller fila e avvince, soprattutto per l'attesa di capire come si è arrivati dal passato al presente, poi, verso la conclusione tutto inizia a scorrere troppo in fretta, dirigendosi verso un finale abbastanza prevedibile; troppo pochi i comprimari presenti per non arrivare a capire già dalla tre quarti (se non prima) chi sarà il colpevole. Il romanzo ricorda moltissimo L'UOMO DI GESSO, soprattutto per le tematiche adolescenziali; inoltre tra King e Lanzetta resta un abisso incolmabile. Ma lo si può considerare comunque un buonissimo romanzo che mi ha invogliato a leggere la successiva avventura di Valente. Consigliato a chi cerca un giallo leggermente cruento senza trame troppo complesse, sconsigliato a chi vuole il thriller dove tutto è inaspettato.

  • User Icon

    Giulio

    26/06/2018 12:53:04

    Totale incapacità di creare tensione. Totale incapacità nel tessere una trama credibile.... pessimo sotto tutti i punti di vista insomma

  • User Icon

    michele

    05/06/2018 13:41:08

    Mi è piaciuto molto leggere questo thriller elettrizzante, facendo molti flashback nel 1985, per capire lo stato mentale attuale dei protagonisti e il male che li rode.La penna dell'autore crea dipendenza e riesce a creare l'empatia del lettore verso ciascuno dei suoi personaggi ... Il male in sé non è solo quello del serial killer che infuria nella piccola città di Castellacio ... Il danno è in ognuno di noi, una provocazione, una ferita sempre aperta può rivelare ciò che riteniamo più oscuro. Antonio Lanzetta ha deciso di alternare i suoi capitoli tra la storia di alcuni adolescenti nel 1985 e quella delle indagini in corso oggi. E questo ha reso tutto molto avvincente. È un inno all'amicizia, all'incredibile destino che ci può inseguire, una tenacia incrollabile per certi protagonisti che fanno un romanzo di cui giriamo le pagine senza sosta. L'autore ci da lì un thriller particolarmente ricco di emozioni che ci attraversano in modo sorprendente.

  • User Icon

    Anna

    31/05/2018 18:38:25

    Damiano, Flavio, Stefano e Claudia. Quattro amici. Quattro vite spezzate. Nell’estate del 1985 l’oscurità s’impadronisce di Castellaccio. E mentre quei ragazzi vivono la loro adolescenza in serenità, sentendosi invincibili, un’ombra malsana gli striscia intorno infettando i luoghi di follia omicida. E così il buio penetra nei loro cuori e nelle loro menti, modificando irreparabilmente il loro futuro. Trentun anni dopo un altro orribile delitto riporta Damiano, detto lo Sciacallo, sulla montagna maledetta, presso l’inquietante salice bianco dove tutto ebbe inizio, per poter finalmente pareggiare i conti con il passato. Ho apprezzato molto questa storia e i suoi personaggi. Le atmosfere giocose dell’estate si scontrano con il male, con l’oscurità che presto prenderà il sopravvento. È una lotta tra bene e male, tra razionalità e follia. Tutti i personaggi generalmente sono accomunati da qualcosa...lo sentono, lo hanno dentro, gli riempie il cuore, gli organi e le ossa. E l’unica cosa che conta forse è lasciarsi andare e...”non avere paura del buio”.

  • User Icon

    Manila

    29/05/2018 10:20:08

    Volevo fare i miei complimenti all'autore. Questo libro per me ha solo confermato ciò che già pensavo dopo aver letto "I figli del male"(letto erroneamente per primo). I suoi libri sono molto coinvolgenti, mi piace il suo stile ed il modo in cui descrive i personaggi ai quali mi sono affezionata e spero di ritrovarli presto in un suo nuovo libro!.

  • User Icon

    Fra

    28/04/2018 16:52:59

    Un bastimento carico di acquisti mi ha portato a Antonio Lanzetta e il suo Buio Dentro. Ho letto che qualcuno lo definisce lo "Stephen King Italiano"... una cosa mi chiedo: ma siamo seri??? Libro insulso con idee scopiazzate qua e la.. la trama è anche scritta bene, ma non sarà mica un thriller questo. Scene poco sviluppate, niente suspense. Ne ho sentito parlare molto, ma onestamente mi aspettavo di più. So che è uscito da poco il libro che in qualche modo continua la storia, ma a mio avviso era da chiudere qui (basta e avanza). Molto bella la copertina (è la prima cosa che ha catturato la mia attenzione), ma è proprio vero che non bisogna mai giudicare dalle apparenze.

Vedi tutte le 28 recensioni cliente
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali