copertina

Il buon soldato

Ford Madox Ford

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Guido Fink
Editore: Garzanti
Collana: I grandi libri
Anno edizione: 2020
Formato: Tascabile
In commercio dal: luglio 2020
Pagine: 272 p., Brossura
  • EAN: 9788811814207

€ 12,35

In uscita da: luglio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Edward Ashburnham è un ufficiale dell'esercito britannico, insignito di onorificenze al valor militare, ottimo sportivo, capace di atti di grande bontà e generosità, affascinante e seduttore. Un giorno lui e la moglie Leonora incontrano alle terme una coppia di americani, i coniugi Dowell, e con loro continuano a frequentarsi per i nove anni successivi. I loro incontri danno origine però a una tragica e inarrestabile spirale di eventi: la passione, il tradimento e la morte si avventano infatti sulle vite dei quattro amici scalfendo irrimediabilmente quella che è soltanto «un'apparenza di vita serena». Prefazione di Attilio Bertolucci.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Ford Madox Ford Cover

    (Merton, Surrey, 1873 - Deauville, Francia, 1939) scrittore inglese. Figlio del critico musicale tedesco Francis Hueffer e di una inglese, nel 1919 assunse il cognome F. Dopo aver collaborato con Joseph Conrad, fondò e diresse per un anno la «English Review» (1908). Fu scrittore fecondo e versatile, sia in prosa che in poesia. È ricordato soprattutto per il romanzo Il buon soldato (The good soldier, 1915) e per Fine della parata (Parade’s end), saga in 4 parti (1924-28) ripubblicata in un solo volume nel 1950. La narrativa di F., particolarmente attenta alla dimensione «tempo» e ammirevole per la sapienza stilistica, non è mai stata popolare. Vi compare, anche se ancora indefinita, la tecnica del «flusso di coscienza», che ritornerà, assai più elaborata, nei romanzi di Joyce. Tra i suoi saggi,... Approfondisci
Note legali