Categorie

Pierre Lemaitre

Traduttore: V. Vassallo
Editore: Mondadori
Collana: Strade blu
Anno edizione: 2015
Pagine: 295 p. , Brossura
  • EAN: 9788804650232

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    raffaella

    17/11/2016 11.03.48

    Bellissimo...sempre un grande Lemaitre..che lascia con il fiato sospeso sino all'ultimo..finale molto curioso ...assolutamente consigliato..prima però..vi suggerisco di leggere IRENE e ALEX..questo è il capitolo finale...

  • User Icon

    marcello

    27/08/2016 14.10.15

    Molto buono ma inferiore sia ad alex che ad irene

  • User Icon

    alinghi

    26/05/2016 20.36.09

    Poco da dire...bello come trama, bello come personaggi e bello come scrittura. Promosso come libro a sé stante, ma da leggere possibilmente dopo Irene ed Alex

  • User Icon

    Il libraio di Treviso

    23/11/2015 18.15.24

    Ancora una donna da salvare per l'ispettore Camille Verhoeven: ma Anne Forestier è davvero chi dice di essere? Quanto siamo disposti a rischiare per le imprevedibili conseguenze dell'amore?

  • User Icon

    CIRO D'ONOFRIO

    02/11/2015 23.37.10

    la trilogia di Lemaitre si conclude nel migliore dei modi con questo libro accattivante e cattivo, carico di tensione e capace di tenerti inchiodato alle sue pagine. Con l'ottimo inizio pulp si snoda una storia in cui non tutto è come appare, non tutti sono come si presentano in un giallo che per molti versi finisce e si ricongiunge lì dove Lemaitre ha iniziato.

  • User Icon

    vittorio pisa

    29/10/2015 18.47.35

    Ero già pronto a scrivere una recensione entusiastica e, fino a tre quarti del libro, ero ancora convinto di poter incoronare il nuovo re del noir. Invece, la deriva della trama che abbraccia, nel finale, definitivamente il genere thriller, difetti compresi, abbandonando il rigore che aveva contraddistinto l'avvio e la parte centrale del romanzo, scritta in puro e rigoroso stile poliziesco, non mi hanno convinto del tutto e hanno lasciato qualche scoria di troppo. Il difetto principale dunque è nella misura, in un equilibrio tra forma e sostanza che ad un certo del libro progressivamente si perde, sbilanciando il racconto e la coerenza narrativa. Eppure la prosa di Lemaitre resta ben al di sopra della media. L'avvio "pulp" è davvero folgorante. In una virtuale classifica dei tre titoli che compongono la trilogia del commissario Verhoeven, questo ultimo lavoro si piazza proprio nel mezzo. Lemaitre è comunque un autore da seguire e il suo stile è già inconfondibile. Una lettura che, al netto di ciò che avrebbe potuto diventare, resta comunque piacevolissima e consigliata.

  • User Icon

    Adriana Rosas

    27/08/2015 11.04.56

    Attesissimo volume conclusivo della trilogia dedicata al piccolo grande commissario Camille Verhoeven: una storia intrigante, scritta in modo originale (i racconti fatti dai principali protagonisti si intrecciano nei diversi momenti) ed avvincente (non riuscivo a smettere di leggere!). E' un noir thriller, attentissimo alla psicologia dei personaggi - di cui Lemaitre riesce a descrivere perfettamente e in modo assai realistico vissuti e sentimenti - e intelligentissimo. Assolutamente imperdibile! Mi domando, ancora una volta, perché i libri di Lemaitre siano stati tradotti in italiano solo dopo che questo autore ha vinto il Prix Goncourt con un libro di tutt'altro genere e che, per quanto bellissimo, non è il suo libro migliore!

  • User Icon

    dinodesign63

    10/08/2015 10.35.03

    mi è piaciuto molto. la degna conclusione di una trilogia davvero coinvolgente. particolarmente riuscito il melange dark-romantico. lemaitre non si è smentito e spero di leggere al più presto altre sue opere.

  • User Icon

    Alberto

    28/06/2015 16.32.58

    Da leggere, non prima di aver letto "Irene". Lo si apprezza di più e si può gustare il primo titolo della triologia che Lemaitre ha scritto con maestria (il II° è "Alex"), seppur con qualche scena pulp a mio avviso troppo dettagliata, ma forse è giusto così. L'intreccio è ben congegnato, Camille da prova di qualità mai messe in discussione, soprattutto da Louis, che non lo abbandona mai mettendo a rischio la carriera ed è a lui sempre fedele e nemmeno dal suo ex capo nel frattempo promosso. Divorato in 2 giorni e 1/2.

  • User Icon

    angelo

    02/06/2015 14.36.02

    Ingredienti: un detective nano con una rapina spietata da risolvere, la sua donna ferita e braccata dai rapinatori, un nemico sfuggente ma ben informato, un caso del presente per chiudere definitivamente i conti col passato. Consigliato: a chi cerca una verità opposta alle apparenze immediate, a chi da preda sa trasformarsi in cacciatore.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione