Categorie

Andrea Camilleri

Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 328 p., Brossura
  • EAN: 9788838932236
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    rossano garibotti

    28/03/2016 11.31.59

    Un Camilleri (il consueto Camilleri?) in stato di grazia, che sa coniugare intreccio narrativo e poesia. Non metto il massimo dei voti perchè lo riservo ad altri suoi libri, quali 'Il re di Girgenti'. Cosa sarebbe della narrativa italiana senza i suoi libri? Ha scritto - inteso numericamente - più bei libri (ottimi direi) Camilleri che un'estrazione casuale che veda raggruppata una metà degli autori italiani.

  • User Icon

    paolo

    12/05/2014 07.29.12

    Piacevolissima storia di Camilleri che intreccia l'orrore di oggi con quello di ieri.Originale il finale con la presentazione di un personaggio davvero riuscito.Il libro si legge con facilita' e la storia si snoda in maniera lineare senza passaggi difficili.Consigliato.

  • User Icon

    Fabio74

    26/12/2013 13.52.18

    Secondo libro con protagonista il commissario Montalbano.Molto originale e intrigante la trama che porta Montalbano a scavare nel passato per risolvere un vecchio mistero.Lettura sempre molto piacevole e divertente come solo Camilleri sa regalarci.Le parole in dialetto trovo che siano fantastiche e come ho gia' detto in un'altra recensione non creano nessun problema al lettore che anzi viene catapultato direttamente in quella meravigliosa terra che e'la Sicilia.Ciao a tutti e al prossimo

  • User Icon

    Tiziana

    18/05/2013 16.38.43

    Storia avvincente e ben congegnata, più corposa, appagante e consistente di altre. La narrazione è come sempre piacevole e l'intreccio non è minimamente affannoso o intricato. Si legge d'un fiato e con gusto.

  • User Icon

    Do

    08/09/2012 11.51.25

    Nonostante, come già è stato sottolineato, non sia ancora perfettamente compiuto lo stile che Camilleri raggiunge in opere successive, questo è a mio parere un romanzo sapientemente costruito, con grandissimi spunti creativi, interessante, coinvolgente (pecca solo di un po' di lentezza all'inizio) e anche commovente sul finale. Straconsigliato!

  • User Icon

    archipic

    23/04/2012 11.30.38

    Primo Montalbano che leggo e giudizio senz'altro positivo. Davvero ottima la prima metà, poi il ritmo narrativo cala alquanto e il tutto perde di mordente. I personaggi sono tutti molto ben riusciti, tutti con una loro intrinseca personalità e l'autore è bravo nel costruire la loro interazione. Rimane comunque un buon libro che si legge con piacere.

  • User Icon

    Simone

    24/09/2011 15.22.07

    Libro ben scritto, Camilleri è molto bravo e in questa indagine esce molto bene il lato umano di Montalbano sicuramento meglio della Forma dell'acqua.

  • User Icon

    Cristiano

    22/06/2010 16.38.27

    Come tutti i romanzi di Camilleri sul commissario Montalbano, anche questo è molto ben strutturato e scritto da vero maestro. Rispetto agli altri, questo dovrebbe essere il primo o il secondo libro che l'autore ha scritto su Montalbano, di conseguenza è meno raffinato degli ultimi, ma forse è proprio per questo una lettura doppiamente interessante.

  • User Icon

    Libricciola

    24/11/2009 18.36.54

    Questa indagine del commissario Montalbano non mi ha colpito più di tanto. Secondo me manca un po' di mordente, è poco dinamica. Nulla batte LA VAMPA D'AGOSTO!

  • User Icon

    Roderick

    20/11/2008 10.07.58

    Questa seconda indagine del commissario Montalbano è un'indagine particolare. Si indaga infatti non su un delitto "attuale" ma su uno passato "un'indagine in pantofle" come dice Camilleri. Il romanzo è interessante e ben strutturato anche se, a livello di azione, non raggiunge i successivi romanzi (IL LADRO DI MERENDINE e LA VOCE DEL VIOLINO). E si respira un po' meno l'aria di Sicilia, nel senso che la caratterizzazione dei personaggi, tipica in Camileeri, questa volta è più blanda. Un romanzo comunque da leggere se siete fans di Montalbano.

  • User Icon

    Loredana

    27/08/2007 16.00.08

    Per chi ha radici sicule è un'emozione! Sia animica, che intellettuale che gastronomica! Tratteggio dei personaggi più unico che raro. Grazie! (ad Andrea Camilleri e alla Sellerio!)

  • User Icon

    Greta

    06/05/2007 19.21.08

    A pagina tre mi si è aperto un mondo nuovo, dove si parla in siciliano e si entra veramente nella pelle dei protagonisti. Per me, lombarda, il momento di panico nel trovarmi di fronte una scrittura imperniata di dialetto (distante anni luce dal mio) è passato subito, abituandomi gradualmente ma con facilità ai vari modi di dire e al modo di pensare di Montalbano. Non sono d’accordo per nulla a chi colloca questo libro (uno ne ho letto e perciò di uno devo parlare) al puro genere di evasione. Non è così: c’è molto approfondimento nel personaggio e c’è soprattutto molto lavoro di descrizione sulla Sicilia e di conseguenza sull’Italia nostra e sul complicato metodo di pensare dell’italiano (siculo o no). Montalbano è la parte pura di noi, perché anche nella sua cattiveria, nella sua meschinità quotidiana, riesce a elevarsi nel riscatto finale, perché alla fine è sempre la verità che cerca…e che trova. E’ un uomo senza illusioni, ma che vive di sensazioni e di sentimenti , un uomo non privo di difetti, ma anche pieno di qualità, non un superman, semplicemente “umano”. L’ironia di Camilleri è deliziosa e acuta, semplice e diretta, e furbescamente conquista il lettore già dalle prime pagine, mantenendo il ritmo e la qualità senza cali di tono. La storia mi ha appassionato fino all’ultima pagina, alternando indagini recenti a fatti del passato e mettendo in mostra l’anima di Montalban,: non solo Sicilia, ma soprattutto coerenza e onestà. Camilleri ha davvero scritto un buon libro: spedito, svelto, giusto nella trama, con dialoghi ottimi e privo dai soliti luoghi comuni, con riflessioni molto adatte al nostro vivere quotidiano in Italia, e per questo non può essere davvero collocato nella semplice lettura d’evasione. E’ qualcosa di più, è un misto di giallo, di politica, di quotidiano e naturalmente di rapporti personali.

  • User Icon

    Mirko

    04/04/2007 11.27.33

    E' stato il primo libro di Camilleri che ho letto: l'ho trovato fantastico!!!Il personaggio di Montalbano è in breve unico. E' la faccia buona della Sicilia.

  • User Icon

    andrea

    02/02/2007 14.46.44

    Come per molti autori seriali dotati di grandi talento e capacità, abili nel mantenere molto costante la qualità nel corso degli anni, anche per i romanzi di Camilleri con protagonista Montalbano si può asserire una sacrosanta verità: il giudizio, più che sul singolo libro, lo si può dare sull'opera complessiva, come se fosse una saga. Ovviamente poi ci sono gli episodi più riusciti e altri meno; questo secondo romanzo di Montalbano in particolare è grandioso, tra i migliori, dotato di un intreccio narrativo di altissimo livello; la scrittura siculo-vigatese è già matura, così come maturo è il presepe umano che Camilleri dispone intorno al commissario, un'umanità mai macchiettistica, vera e sincera. Inoltre il romanzo va oltre i paesaggi, il folclore, i personaggi ben caratterizzati e la trama ben riuscita (tutti grandi ingredienti che contraddistinguono il noir mediterraneo). Camilleri si rivela soprattutto un vero e proprio cantore della sicilianità a 360°. I personaggi sono le maschere che da sempre mettono in scena le loro umane storie secondo schemi e dinamiche antichi ma sempre vivi, imperscrutabili a una prima occhiata. Lo vediamo in questo libro, dove non a caso indagini sul presente si intrecciano a indagini sul passato. E lo vediamo anche nei bellissimi libri di Camilleri ambientati sul finire del XIX secolo, opere in cui cambiano nomi o tempi, ma non le vicende messe in scena. Nello specifico questo "cane di terracotta" è forse uno dei più bei libri di camilleri.

  • User Icon

    adriana

    10/09/2006 16.05.29

    sono in pieno accordo con giorgio, il migliore..tra i primi che ho letto di questo autore, resta sempre il mio preferito, forse perchè ha un sapore antico

  • User Icon

    Giorgio

    11/07/2006 09.42.56

    Dopo aver rivisto in televisione la puntata tratta dal romanzo, ho riletto il libro trovandolo sempre molto bello, a mio avviso e` il migliore della serie seguito a breve distanza da "Il Ladro di Merendine"

  • User Icon

    Felice

    04/05/2006 09.44.30

    Non mi sembra il migliore di Camilleri. L'indagine su un delitto consumato tanti anni fa.Non mi sembra credibile che oggi un commissario possa "perdere" tempo in un delitto così con una risoluzione che ha dell'incredibile. Finale troppo ricercato

  • User Icon

    Ilaria

    23/03/2006 19.09.35

    Un'indagine nell'indagine, complicata ed avvincente. La curiosità e l'umanità del commissario riescono a riscattare la morte di due amanti avvenuta molti anni prima. E' il migliore romanzo secondo me.

  • User Icon

    Vicky Vale

    25/01/2006 10.24.21

    Il più suggestivo ed affascinante tra i romanzi di Montalbano. Bellissima l'indagine legata al passato e grande come sempre l'umanità del commissario, anche se qui, in più, ci sono un paio di intelligenti e simpatici colpi di scena che guidano Montalbano alla soluzione del caso.

  • User Icon

    ilaria

    25/11/2005 22.27.59

    io lo adoro

Vedi tutte le 28 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione